Scenari

Lo schiaffo a Ferrandelli
e il trionfo dei vigliacchi

L'offesa plateale e violenta paradigma di un modello di barbarie che ha soprattutto un obiettivo: umiliare. Non esiste niente di peggio

Immaginate che mentre parla su un palco, Leoluca Orlando venga aggredito da uno sconsiderato beccandosi uno schiaffone. Sdegno unanime della politica, coro di solidarietà, pellegrinaggio di fans e ammiratori sul luogo dell’incidente.
Ora invece immaginate che lo schiaffo se lo becchi Fabrizio Ferrandelli e che l’aggressore sia uno sconsiderato dell’ala radicale estrema, quella ufficialmente disconosciuta dal movimento. Quattro parole di circostanza dettate dal segretario provinciale del Pd, un paio di comunicati di Arcigay e compagnia bella, e tra qualche sorrisetto nascosto la questione è chiusa mentre la guancia del malcapitato è ancora rovente.
Perché scenari così differenti?
Semplice, perché nel primo caso vige la dittatura della notorietà, e nel secondo caso no. Perché il primo è un signore maturo, e il secondo è un giovane. Ma non è questo l’aspetto più importante della vicenda.
La timpulata a tradimento è un classico delle vigliaccate: si ricorre ad essa quando si è deboli e si ha paura dell’avversario. O, come nel caso che ha visto vittima Ferrandelli, quando non si è coscienti delle proprie azioni (pare che l’aggressore fosse alticcio).
L’offesa immeritata al candidato sindaco, di qualunque partito sia e a qualunque modello politico si ispiri, fa parte di un modello di barbarie che non riusciamo a mettere da parte. Perché, ne sono certo, molti suoi avversari avranno pensato (e alcuni l’hanno scritto nel web) che una mano sulla faccia gliela avrebbero messa volentieri anche loro. E non per far male, ma per umiliare. Che è peggio.
Non sono un elettore di Fabrizio Ferrandelli, però mi suscita rabbia pensare che un atto di violenza disorganizzata possa far coagulare grumi di odio generico: in fondo, una tipulata solo gli ha dato…
Contrariamente a quel che si pensi è abbastanza facile scrivere in difesa degli ultimi, basta avere un cuore abilitato all’esercizio dei sentimenti. Meno facile è scrivere su tutti gli altri, senza piaggerie e secondi fini, rispettando una regola fondamentale: salvaguardare la dignità dei nostri avversari ancor prima di quella dei nostri amici. Che siano noti o meno noti, giovani o meno giovani.
Il miglior mondo possibile è, secondo me, quello in cui una condanna della violenza è sempre seguita da un atto di disgusto nei confronti dei vigliacchi. Che, non dimentichiamolo, sono in prima fila tra i nemici della civiltà.

19 commenti

Scrivi un commento
  1. Sono d’accordo con l’autore.
    Lo schiaffo di questo sconsiderato è l’espressione
    della pochezza, e del miserabile esistere dell’autore:
    è il gesto disperato di un fallito, per altro conosciuto da tempo quale mendicante presso i bar della città.
    Lo schiaffo non ha e non poteva avere valenza politica
    o culturale: è stata l’esibizione temeraria di chi non
    ha argomentazioni e cerca un momento di poubblictà,
    di pseudo riscatto. Un gesto di nessun valore morale,
    ma il passaggio di un disperato che gironzola nella
    città chiedendo sigarette e piccole mance.
    Tutta la mia solidarietà a Ferrandelli.

    salvatorebattaglia il 25/04/2012 alle 00:35
    (0) (0)
  2. Variante: fa’ conto che scatta la lacrima per il povero aggressore, vittima della società
    .

    Roberto Alajmo il 25/04/2012 alle 09:21
    (0) (0)
  3. nessuno mai che si preoccupi della società, vittima di tanti aggressori

    fm il 25/04/2012 alle 10:10
    (0) (0)
  4. A me colpisce che nulla si sappia sull’identità del cialtrone schiaffeggiante.

    zelig il 25/04/2012 alle 10:31
    (0) (0)
  5. la violenza è esecrabile in ogni sua forma, al di là, ma è evidente, di chi ne rimanga vittima. solidarietà a ferrandelli che certamente è consapevole dell’esposizione che comporta essere un pubblico personaggio.

    giuseppe bianca il 25/04/2012 alle 10:56
    (0) (0)
  6. Che sia l’atto di un esagitato è fuor di dubbio. Ma il punto del discorso qual è? Che non c’è stata cassa di risonanza a livello nazionale? Credo che l’unico che avrebbe avuto questo trattamento di favore, nel caso di un atto di violenza gratuita, sarebbe stato Costa per i motivi che non sto qui a spiegare, ma che avrete ugualmente capito. Di queste elezioni obiettivamente a pochi frega alcunché. E forse la classe dirigente dovrebbe farsi qualche domanda sul poco rispetto nei confronti di noi cittadini nel modo in cui sono state affrontate le campagne elettorali e le relative candidature. Personalmente voterò perché lo ritengo un dovere, ma non perché qualcuno meriti sul serio il mio sforzo di recarmi al seggio.

    Giuseppe Comito il 25/04/2012 alle 10:56
    (0) (0)
  7. Complimenti all’arte divinatoria (molto meno a quella giornalistica) dell’autore dell’articolo che con arrogante sicumera descrive cosa sarebbe successo se il ceffone lo avesse ricevuto Leoluca Orlando.
    Ci spieghi lei, sig. Palazzotto, come si dovrebbe reagire alla timpulata di un signore che qui, nei post del suo articolo, è stato definito “un fallito,conosciuto da tempo quale mendicante presso i bar della città, un disperato che gironzola nella
    città chiedendo sigarette e piccole mance”.
    E non contento il nostro giornalista riesce ad entrare nei pensieri delle persone dal momento che afferma che anche che gli avversari di Ferrandelli “una mano sulla faccia gliela avrebbero messa volentieri anche loro”.
    Credo che un articolo del genere sia molto più violento di uno schiaffo e seminatore di odio di quello che può fare uno squilibrato in giro per la città.

    Marco Matta il 25/04/2012 alle 12:19
    (0) (0)
  8. Fa più rumore una mezza timpulata (mezza), che un’intaro comizio (con microfono) di minchiate.

    lufio apostolo il 25/04/2012 alle 14:49
    (0) (0)
  9. “Barbarie” e “umiliazione” sono parole grosse. Il gesto di uno squilibrato è un gesto di uno squilibrato, punto e basta. Tutti ricordiamo l’immagine di Amintore Fanfani tirato violentemente da dietro per le orecchie da un esaltato. Fanfani umiliato?, oggetto di un atto di barbarie?, no. Semplicemente vittima di uno sfasato. Il prestigio di Fanfani non è stato minimamente toccato, anche se l’immagine istantanea si prestava a qualche sorriso, oltre che alla condanna. Cosi per Ferrandelli. Un uomo pubblico deve aspettarsi questo e anche di peggio. E non perché siamo in Sicilia, queste cose succedono dappertutto.

    Antonio Carollo il 25/04/2012 alle 16:54
    (0) (0)
  10. Matta, il suo commento è indecente!

    Francesco Massaro il 25/04/2012 alle 17:17
    (0) (0)
  11. un articolo troppo di parte chi scrive con obbiettività non deve patteggiare per un candidato a sindaco inidoneo per la nostra citta . salvatore di vittorio

    salvatore il 25/04/2012 alle 18:04
    (0) (0)
  12. Salvatore, e lei come lo sa?

    Aldo raine il 25/04/2012 alle 19:31
    (0) (0)
  13. gesto stupido ma enfatizzato a proposito .chi fa politica si deve aspettare di tutto craxi le monetine busch la scarpa politici inglesi torte in faccia ma quelli erano politici bene o male grandi ,ferrandelli cu è,è un ragazzo bigliettaio che nel pulman di cracolici fa salire gratis delinquenti e non ,correre veloci si rischia di andare a sbattere

    salvo valenti il 25/04/2012 alle 21:42
    (0) (0)
  14. Mi chiedevo: quanto si sarà sentito umiliato Berlusconi quando Tartaglia gli tirò in faccia (con una mira da cecchino)la statuetta del Duomo di Milano?? Miskino, poverino…..

    Antonelleschi il 26/04/2012 alle 11:04
    (0) (0)
  15. Scusate, credo che si stiano alimentando litigi per nulla.
    Penso che tutti, sopratutto chi non vota per Fabrizio, si siani indignati per quanto accaduto (anche se opera, evidentemente, di uno squilibrato).
    Ed io, che certamente non voterò per Fabrizio, e che sono fortemente indignato dalla sua candidatura e da chi lo sostiene, trovo assurdo ciò che è successo e gli esprimo tutta la mia solidarietà.
    Posto questo, credo che a chiunque fosse avvenuto, il risultato dei commenti sarebbe stato lo stesso; non credo che Orlando avesse avuto il medesimo inncidente, si sarebbe gridato alla scandalo o alla esecrazione. Il soggetto squilibrato era e squilibrato resta e le conseguenze sarebbero state le stesse con chiunque.
    (certo se la timpuliata la tiravano a Cammarata, non lo so, ma ammetteremo che con l’ex sindaco possiamo anche essere un po’ incazzati, no?!)

    ANTONIO il 26/04/2012 alle 11:12
    (0) (0)
  16. No, neppure se lo schiaffo lo avesse ricevuto Cammarata ci troverei nessuna giustificazione.
    Distinguere ( e quindi fare valutazioni diverse) tra il gesto violento di uno squilibrato (come nel caso di Ferrandelli) da un gesto violento politico non significa fare poi eccezioni circa il destinatario di tale azione. (Tra l’altro ricordo sempre che Cammarata è stato eletto democraticamente per ben 2 volte dai palermitani). Il problema semmai è far capire questo all’autore di questo articolo e al sig. Francesco Massaro.

    Marco Matta il 26/04/2012 alle 18:03
    (0) (0)
  17. Volevo porre alla vostra attenzione questo video che ho già indicato in altra pagina. Corretto o no penso sia giusto vedere con i nostri occhi cosa fanno i nostri consiglieri comunali e come si “sudano” i soldi del gettone di presenza.. Guardate come partecipano tutti attivamente. Qualche nome degli assenti però non mi sembra nuovo o mi sbaglio?

    http://www.youtube.com/watch?v=GhC4cg_q-qw

    Angelo L il 26/04/2012 alle 18:27
    (0) (0)
  18. Non capisco il senso di codesto scritto.Mio spiace per Ferrandello,e poi stop.Cose che capitano.

    Piero Silvestri il 27/04/2012 alle 02:25
    (0) (0)
  19. Perdere tempo a parlare di timpulata a Ferrandelli da parte di , pare , uno squilibrato e non di quella datagli dalla finocchiaro che invita in tv a votare orlando cascio contro il candidato del suo partito , ma siamo scemi , un’esponente del pd che invita i palermitani a farsi governare dall’autore della “spartenza” dei guai palermitani unitamente a 30 idv sicuramente sconosciuti e forse , anzi sicuramente incapaci al governo di una citta , citta forse è parola troppo grossa per Palermo , a meno che non ci si riferisca al numero dei suoi abitanti non considerando il fatto che i pensanti forse corrispondono agli abitanti di Ficarazzelli , forse . La riprova l’avrete al ballottaggio , sindaco orlando cascio con 30 consiglieri idv , solo Palermo è capace di tanto , nessun’altra citta italiana è brava come noi . Solidarietà in ogni caso a Ferrandelli ed il mio voto anche se non sono e non sarò mai pd , ma scelgo il male minore .

    angelo il 15/05/2012 alle 11:44
    (0) (0)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

ULTIME GALLERY - GENTE DI PALERMO
Annunci di Palermo

attico pressi politeama

Ruggero Settimo pressi Politeama panoramico appartamento pentavani piano attico settimo con terrazzino con servizio di portineria 24h ed ascensori. Totalmente ristrutturato ed arredato e corredato porta blindata disimpegno pranzo salone doppi [...] [leggi tutto]