Paradossi

L’aspirante sindaco:
‘Votatemi, non mi drogo’

Il candidato Aricò si sottopone al test antidroga. Spacciando per valore aggiunto il requisito ordinario, codice alla mano, di ogni cittadino

Fra gli stucchevoli battibecchi da ex coniugi tra Orlando e Ferrandelli, le pittoresche conferenze stampa di Massimo Costa e i tweet a getto continuo – al limite dello stalking – di Marianna Caronia, l’Oscar per la trovata elettorale più inutile va forse assegnato ad Alessandro Aricò.
Il test antidroga a cui si è volontariamente sottoposto, oltre a essere una di quelle cose di cui nessuno di noi sentiva la necessità, rappresenta uno spot pubblicitario che non dimostra assolutamente nulla, che non aggiunge né toglie una sola virgola alla fiducia che gli elettori vorranno o non vorranno accordargli.
Saremo felici di applaudire Aricò quando i risultati del test dimostreranno che non si droga, ma al tempo stesso non possiamo non dire che l’entusiasmo con cui il candidato ha annunciato l’iniziativa dà il senso della deriva di questa penosa campagna elettorale. Sbandierare come un merito un assunto normale, addirittura banale – “io non mi drogo” – significa non avere capito che le aspettative della gente vanno ben oltre il compitino in bella grafia del bravo ragazzo. Ci meraviglieremmo se questa normalità spacciata per eccezione portasse ad Aricò un solo voto in più. Perché ciò che davvero interessa non sono i vizi privati dei candidati – Bevono? Fumano? Vanno in discoteca? Fanno le ore piccole? – ma la loro reale capacità di rimettere questa città disgraziata in carreggiata.
Se esistessero test di questo tipo, e Aricò vi si fosse sottoposto con successo, non esiteremmo a dargli il nostro voto. Ma non glielo daremo di certo perché l’esame del capello dimostrerà che è, straordinariamente, una persona normale.

10 commenti

Scrivi un commento
  1. Non sto qui a difendere Aricò,anche se avevo letto che lui era stato l’unico candidato a sindaco a raccogliere l’invito a fare il test proposto da una associazione, ma al giornalista farei una domanda:onestamente sei proprio sicuro che oggi sia un “assunto normale” il non drogarsi per un politico? Sono tutti dei chierichetti? E poi,sei proprio sicuro che, come lo definisci, il”vizio privato” di drogarsi di un amministratore pubblico non debba interessare il cittadino? Che non interessi che la sua lucidita’, il suo operato mentre rappresenta la città e prende scelte importanti per la nostra vita non siano condizionati dall’uso di cocaina? Perché io vorrei essere certa che chi guida una città non abbia di questi “vizi privati” che lo renderebbero schiavo di spacciatori e alterato dagli effetti delle droghe, tu no? Dici che sono fatti suoi? Personalmente il test antidroga lo imporrei a tutti i candidati, come una sorta di certificato di idoneità ,, gode di sana e robusta costituzione fisica e mentale, ecco!

    giusicilia il 05/05/2012 alle 02:09
    0    0   
  2. Le hanno studiate tutte per catturare consensi,
    una captatio benevolentiae volta a raggiungere
    il quorum elettorale ed un buon ballottaggio.
    Ma oramai i giochi sono fatti: queste iniziative
    stucchevoli finiscono nel dimemticatoio.
    Leoluca Orlando veleggia con una percentuale dal 45% al 52%:
    potrebbe essere eletto a primo turno.
    Sarebbe una cosa buona a fronte dei problemi che gravano
    sulla collettività, alla crisi economica, al dissesto
    finanziario. Ci vuole un leone per la governance
    amministrativa di Palermo.
    Il popolo palermitano ama l’ex sindaco: speriamo
    che lo spingano sino a superar la soglia del 50%.
    Comunque Aricò una simpatica persona.

    salvatorebattaglia il 05/05/2012 alle 02:15
    0    0   
  3. …ma un test contro l’imbecillità a quando ????….certo, non lo faranno mai…risulterebbero tutti positivi !

    antonio il 05/05/2012 alle 08:36
    0    0   
  4. è una trovata ad effetto che parte però da uno spunto obiettivo e convincente. alla fine un messaggio “positivo”anche se vorremmo vedere più comportamenti e meno atteggiamenti.

    giuseppe bianca il 05/05/2012 alle 10:17
    0    0   
  5. Evidentemente, visto che per anni è stato dentro al palazzo, sa che non sono rari i consumatori tra quelli che siedono a Palazzo delle Aquile.

    Gerardo il 05/05/2012 alle 11:00
    0    0   
  6. evidentemente sbandierare di nn drogarsi nn è cosi banale…specialemnte in politica e soprattutto a palermo

    non è certo vita privata.se un autista dell’amat prende la cocaina non siamo nella sfera privata.abbiamo già avuto bruttissimi esempi di persone poco lucide alla guida del paese…

    In campagna elettora ci stà…certo giudicherei chi cura la sua campagna elettorale un po’ a corto di idee, ma ci sta.

    gasparino il 05/05/2012 alle 12:05
    0    0   
  7. Visto i precedenti, oggi il requisito ordinario passa per forza come valore aggiunto.. è purtroppo una realtà! fatelo fare a tutti il test antidroga…e ne vedremo delle belle!!!!!
    Il giornalista in questione lo ritiene un test inutile, suppongo sia molto contento del nostro sindaco attuale.
    Se poi una persona si vuole sottoporsi volontariamente a questo test, viene tacciato per uno che non dimostra assolutamente nulla e che vuole solo farsi campagna elettorale. Vediamo quanti sono pronti a fare lo stesso.

    Angela il 05/05/2012 alle 13:42
    0    0   
  8. il test si fa a sorpresa, non quando il soggetto in questione decide di sottoporsi allo show a suo uso e CONSUMO
    così non ha senso
    è solo demagogia

    dove andiamo? il 05/05/2012 alle 15:58
    0    0   
  9. Angela, non esiste un sindaco attuale. Se ti riferisci a Cammarata non capisco il nesso col test. A meno che tu non sappia cose, prove alla mano, che nessuno sa!

    Hugo s. il 05/05/2012 alle 18:07
    0    0   
  10. Questo candidato si serve di diversi consiglieri, per l’immagine e la comunicazione, se non ho letto male, ma tra quelli che ho ascoltato mi sembra il meno dotato di capacità espressive, pari solo a Caronia. In qualche modo tenta di compensare, se è vero che la scarsezza delle suddette capacità è sintomo anche (tra le altre…) di poca consistenza politica.

    GIGI.idk il 08/05/2012 alle 21:00
    0    0   

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

ULTIME GALLERY - GENTE DI PALERMO
Annunci di Palermo

attico pressi politeama

Ruggero Settimo pressi Politeama panoramico appartamento pentavani piano attico settimo con terrazzino con servizio di portineria 24h ed ascensori. Totalmente ristrutturato ed arredato e corredato porta blindata disimpegno pranzo salone doppi [...] [leggi tutto]