i fatti dopo il ragionamento

Pesanti intimidazioni a Stefania Petyx di ‘Striscia’

di

Escalation di minacce dopo che il tg satirico di Ricci aveva mandato in onda il servizio sulla Gesip.

Stefania Petyx, inviata di Striscia la notizia in Sicilia, ha subito alcune pesanti intimidazioni. E’ accaduto tutto negli ultimi giorni, dopo che il tg satirico ha mandato in onda il servizio sulla Gesip. Le minacce, ripetute e prese molto sul serio dagli inquirenti, colpiscono una colonna del giornalismo d’inchiesta italiano.

Ci auguriamo che Stefania venga tutelata com’è giusto che sia dalle forze dell’ordine e che i delinquenti che la perseguitano vengano presto identificati e arrestati.

55 commenti

Lascia il tuo commento
  • 14 maggio 2012 19:55

    grande solidarieta alla verita

  • 14 maggio 2012 20:17

    Non mi sono mai preoccupato della fuga dei cervelli, ma (come diceva qualcuno) dei cretini che restano. Ed evidentemente dalle nostre parti sono troppi. Solidarietà a Stefania.

  • 14 maggio 2012 20:28

    questi esseri inutili, diciamo un buon 90 %, perché non se la vanno a prendere con chi li ha presi per il culo da sempre, ossia i politici di tutti i colori che si sono seduti a palazzo delle aquile negli ultimi anni.

  • 14 maggio 2012 20:42

    Non sono solito generalizzare, ma credo che questa GESIP sia l’essenza di ogni problema a Palermo. Il marciume della societa’, cosi’ come il marciume della politica convergono li’, e parlando di Palermo, parliamo del peggio del peggio, a livello planetario.
    Eliminiamo questa accozzaglia di malacarne, la citta’ ne giovera’ enormemente.

  • 14 maggio 2012 20:51

    Come sempre…..continuiamo a dare quella pessima immagine di popolo retrogrado che ci perseguita da tempo ma che non vogliamo(possiamo?) cambiare sino a quando non saremo tutelati da una classe politica e dirigenziale onesta e con le palle! Il coraggio di tutelare la stragrande maggioranza di cittadini onesti che lottano ogni giorno contro i loro stessi vicini di casa che si cullano nelle sovvenzioni e che pensano che tutto gli sia dovuto. Io…Palermitano…non sono uno di loro…Io…Palermitano…non sono tutelato come loro….come sempre…

  • 14 maggio 2012 21:04

    Cara Stefania hai tutta la mia solidarietà e ricorda che solo i vigliacchi usano le intimidazioni, gente inetta, vigliacca e senza palle……..purtroppo sono solo bestie che si fanno forza in gruppo.

  • 14 maggio 2012 21:17

    Che barbari….vai avanti Stefania!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 14 maggio 2012 21:27

    A tutti coloro che si sono sbizzarriti con questi commenti da puri imbecilli, sappiate che alla petix non l’ha minacciata nessuno dalla gesip, magari qualcuno che non ha niente a ce vedere con noi , mari voi?che scrivete queste assurdità per farvi belli , caro Davide prima di offendere la gente onesta e lavoratore informati bene leggi meglio i giornali , sicuramente la vostra e solo invidia perchè sono sicuro che siete disoccupati e ci rosicate al fatto che si cerca di aiutarci per mantenere le proprie famiglie anche quelle degli ex detenuti sappi che i genitori non li sceglie nessuno , così come tu non hai scelto i tuoi, ti parlo come persona incensurata cosi come me ve ne sono moltissimi e lavoratori , quindi fai un piacere alla società non perdere tempo a scrivere cazzate su questi giornali online che si dovrebbero vergognare a pubblicare queste diffamazioni contro la gesip ora basta se continuate quereleremo tutte queste persone che ci offendono compreso (dipalermo.it) a voi mi riferisco abbiate il coraggio di pubblicare pure questo mio commento. grazie

  • 14 maggio 2012 21:35

    VVVVVai Stefania!!!!!! Sono senza parole! Abbiamo capito come dobbiamo fare per protestare! Ma questi ex detenuti sono quelli che aveva assunto Orlando?

  • 14 maggio 2012 21:37

    Caro Luca. prima di dire marciume al tuo prossimo ,come dice L’Apostolo Luca ( tanto per restare in tema con te stesso.
    Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello, e non t’accorgi della trave che è nel tuo?
    Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello.

  • 14 maggio 2012 21:46

    la polemica con la petix è nata solo perchè siamo stati presi tutti per fannulloni ed ex detenuti. noi non abbiamo minacciato nessuno come dice la petix, noi abbiamo avuto degli incontri con il Prefetto di Palermo con il Commissario del Comune e con la Digos , non credo che queste persone si siano fatte minacciare o intimorire da noi , andate a parlare con il Prefetto o con il Presidente della regione con i quali abbiamo sempre avuto incontri serene pacifici e soprattutto civili, al contrario di voi che scrivete di tutto. non sapete che per screditare le persone i giornalisti gonfiano , e poi la petix non ha parlato dei 47 milioni del 2011 quando fu Berlusconi a tirarli fuori ora che Berlusconi e fuori gioco guarda caso si parla dei 10 procurati da Monti , ah dimenticavo abbiamo minacciato anche lui.

  • 14 maggio 2012 21:49

    Tony Gaudesi. a quanto pare anche tu sei rimasto a Palermo.

  • 14 maggio 2012 21:52

    Si continuano ad usare metodi mafiosi per fare tacere l’informazione. Questa città è stanca di subire ricatti.
    Forza Stefania

  • 14 maggio 2012 21:53

    Scusi signor Vito, lei parla a nome suo o a nome del migliaio di opeari Gesip?
    Lei è matematicamente certo che alcun suo collega abbia a che fare con quanto accaduto alla Petyx? Risponderebbe personalmente per ciascuno dei suoi colleghi?

  • 14 maggio 2012 22:02

    Caro Vito credo che la tua risposta sia indirizzata al Luca che ha commentato alle 20:42. Ti capisco perchè tu parli da diretto interessato e non la penso come il Luca che vi ha descritti come il marciume della società….ma in un certo senso ci sono passato pure io, ecco perchè non faccio di tutta l’erba un fascio ma condanno “alcuni” degli elementi che all’interno della società di certo non pensano al tuo di interesse ma al loro. Che siano o meno stati loro gli autori di questo gesto, è un atto vile! Nello specifico del servizio si condanna come “questi” si facciano scudo anche di voi per ottenere soldi che di certo prolungheranno l’agonia ma non cureranno la malattia.Siete in una situazione difficile e delicata e di certo non avete bisogno di elemosina ma di certezze…ma prima di tutto bisogna estirpare il marcio che “Vi” e “Ci” circonda.Stima infinita per chi ha pagato il proprio debito con la società e per chi si alza la mattina a spaccarsi le ossa….odio profondo per chi sulle mie e tue spalle mangia…ed anche tanto. Se pensi che le mie parole siano motivo di querela…io penso che merito una querela per avere detto ciò che penso e ciò che, purtroppo, ho visto e vissuto. Un saluto.

  • 14 maggio 2012 22:05

    Stefania sei la nostra forza.
    Grazie

  • 14 maggio 2012 22:15

    @Vito, operaio Gesip. “Cretini” era indirizzato agli autori del gesto vigliacco, ma, evidentemente, il sacco dove tiene il suo carbone deve essere un tantino umidiccio.
    Buon lavoro(si fa per dire).

  • 14 maggio 2012 22:20

    da quello che leggo anche questo atto schifoso contro la petix e pure colpa della gesip??? vuoi vedere che siamo pure colpevoli della deriva della concordia, del terremoto in abruzzo, della strage di bologna, e magari pure della guerra in Afganistan..

  • 14 maggio 2012 22:37

    ..a VITO OPERAIO GESIP: CARO VITO SUPER LAVORATORE, DIMMI UNA COSA: MA QUALE CA…O DI SELEZIONE HAI SUPERATO PER AVERE IL TUO BEL POSTO DI LAVORO???..NESSUNA VERO? HAI LECCATO IL CULO DI TURNO VERO ? VERGOGNATI TU PIUTTOSTO, SAREMO NOI A DENUNCIARE VOI CHE CAMPATE CON SOLDI PUBBLICI SENZA AVERE LA MINIMA IDEA DI COSA SIGNIFICHI IMPEGNARSI UNA VITA NELLO STUDIO E NELLA GAVETTA PER SUPERARE UN COLLOQUIO DI LAVORO DA PERFETTI SCONOSCIUTI E GUADAGNARSI IL RISPETTO!. IO QUESTO ORGOGLIO C’è L’HO E TE LO SBATTO IN FACCIA!
    ORGOGLIOSO DI PORTARE IN GIRO PER L’ITALIA IL BUON NOME DI PALERMO E DI DIMOSTRARE CHE I PALERMITANI, QUELLI VERI, HANNO LE PALLE PER FARSI VALERE IN QUALSIASI CONTESTO PER PREPARAZIONE, COMPETANEZA, SERIETA’ SENZA LECCARE CULIA NESSUNO, MA PURTROPPO DOVENDO ABBANDONARE QUESTA SPLENDIDA TERRA PER COLPA DI QUELLI COME VOI.

  • 14 maggio 2012 22:38

    Un caro abbraccio a Stefania e un grazie immenso per il buon lavoro che fa.

  • 14 maggio 2012 22:48

    E’ sempre colpa di Zamparini!!!

  • 14 maggio 2012 23:00

    a tutti i lavoratori gesip dico di non fare vittimismo inutile, come in tutti i posti di lavoro ci sono operatori onesti e non. diciamo che da voi di teste calde e vuote ce ne sono troppe ed a causa di questi e della vostra ostinazione nel mettere in ginocchio la città con continui disagi e scioperi l’immagine che si ha di voi è molto negativa. la colpa non è vostra ma di chi vi ci ha messo ed ora non si può mandare a casa gente che deve campare le famiglie. qualcuno esca la terra dal fosso, e che non si facciano più errori come quello della gesip in futuro. riguardo la petix fa solo il suo lavoro e pure bene, le intimidazioni che vengano dalla gesip o dai mafiosi fanno solo orrore e sono il simbolo della merda che cammina ogni giorno accanto a noi gente onesta palermitana

  • 14 maggio 2012 23:01

    @Piero Giannotta, “lavoratore” Gesip. Egregio, non mi pare che alla Gesip venga attribuito alcunché, anche perché, credo, che negli anni la succitata si sia distinta più per quello che non ha fatto che per quello che ha fatto. E la sua autopresentazione sembra certificare questo andazzo: perché definirsi lavoratore e non dipendente? Evidentemente le due cose alla Gesip sono tutt’altro che sinonimi e il suo subconscio deve saperlo molto bene. Con questo vi lascio. Non vorrei costringervi ad un superlavoro per le repliche, cosa cui, dubito, siate molto abituati.

  • 14 maggio 2012 23:12

    …i picciuli finieru caro Vito (operaio GESIP) e la gesip è morta e sepolta!!! Ringrazia i politici che ti hanno preso per i fondelli.
    Ormai qui la terra è arida e i Palermitani con la P maiuscola si sono rotti la M. di niescere piccioli… u vo capiri ca picciuli un cci nnè!!!
    Costruiamo un bel forno crematoio e chi non ce la fa ad andare avanti si butta dentro e risolve i suoi problemi e anche quelli dei Palermitani onesti.
    I soliti Piscialietti che usano le intimidazioni… VERGOGNATEVI!!! CI AVETE ROTTO IL C….
    E ORA BASTA!!!
    Incensurato, incazzato, Architetto, Anarchico!!!
    Vi è piaciuto votare berlusconi??? Si vede che vi è piaciuto…

  • 14 maggio 2012 23:48

    Solidarietà a Stefania che a parer mio non ha detto nulla lontano dalla realtà. Sappiamo tutti a cosa sono servite queste società, perchè sono nate e cosa sono diventate. Io lavoro in una di queste e ne sento di tutti i colori ogni giorno. Quando ho iniziato a lavorarci ero ben disposto verso certi soggetti dal curriculum “pesante”, ma dopo qualche anno posso dire con certezza che non c’è speranza nè per loro nè per noi e purtroppo a Palermo, come in queste grandi municipalizzate, questa gente è la maggioranza, un nocciolo duro poco incline a rispettare qualsiasi regola. Il loro credo è fottere tutti indistintamente, dallo Stato, fino al proprio collega di lavoro passando per l’azienda che gli da vivere o che gli ha consentito, in un più roseo passato, di farsi la villa (con gli straordinari a sbafo).
    Al signor Vito dico di essere più onesto con se stesso che sicuramente sa di tanti suoi colleghi che non lavorano o potrebbero fare molto di più e io nel mio ambito, ripeto, ne sento e ne ho sentite di cose assurde che quasi vien da “ridere”….tipo gente che figura al lavoro e si va a vendere il pesce o fa altri due e tre lavori (e sono tanti che lo fanno) mentre sono in servizio…e alcuni hanno la faccia tosta di farlo pure in divisa tanto si sentono inattaccabili. E mi fa rabbia sentire il signor Vito che parla di rosicare e invidia, lo vada a dire a tanti ragazzi che hanno studiato e mai fatto niente di illegale e se ne devono andare dalla città pur essendo disposti a fare i lavori cosiddetti umili….cosa diciamo a queste persone che vedono ex detenuti a cui hanno dato uno stipendio fisso che CONTINUANO A RUBARE e rimangono al loro posto di lavoro perchè pur essendo licenziabili si mettono a piangere (per finta) davanti il dirigente che deve decidere se buttarlo fuori? In questa città si è dato il potere economico a gente che stava in galera e la cui chiave si doveva buttare….dunque cosa ci si poteva aspettare dopo l’intervento di Stefania?
    Diciamo la verità, Palermo è in mano a questa gente che, non so se sia la maggioranza o meno, tramite il meccanismo storico delle “amicizie” prende soldi, gestisce e condiziona la gestione delle aziende del comune tramite la protesta ben condita da prepotenza e violenza. Signor Vito, se Stefania ha fatto di tutta un’erba un fascio è perchè l’immagine che arriva all’esterno è questa, ed è la stessa che ha il comune cittadino che vede tutti i giorni quello che succede. Colui che lavora non fa una cosa speciale ma semplicemente il proprio dovere per cui non va notato e non deve essere notato, non è l’eccezione! Piuttosto lei e i tanti suoi colleghi che lavorano dovreste sfogare il desiderio di querela con i vostri colleghi che fanno poco e che spesso formano gruppi per coprirsi a vicenda (tipo timbrarsi il cartellino) e sfruttare tutto il possibile ai danni dell’azienda per cui lavorano. La mia opinione è che le minacce provengono dalla Gesip, da quelle persone che se ne fottono dell’azienda, che la sfruttano per lo stipendio e per gli assegni familiari esorbitanti che prendono mettendosi 12 nipoti a carico e che si sono sentiti a loro volta minacciati da una piccola riflessione fatta da Stefania a cui io credo senza alcun dubbio; in particolare proprio quando dice che i soldi sono arrivati dopo le minacce di mettere sottosopra la città…signor Vito, io ne ho visti di operai parlare con la Digos e in maniera molto civile dire “o ci fate avere i soldi, o scassiamo la città”, gente che se ne frega delle denuncie tanto una più una meno..il posto lo conservano lo stesso…questa gente risolve le cose alla parlemitana e infatti i soldi sono arrivati…non certo con il dialogo civile di cui parla lei o per la mediazione dei sindacati. Questa gente per lo stipendio è disposta a tutto perchè deve campare la famiglia e pagarsi i debiti, con la moglie a casa che lo prende a calci se non porta i soldi….vabbè..chiudiamola qua…

  • 15 maggio 2012 00:04

    Solidarietà a Stefania Petyx per i vili atti intimidatori subiti. E a tutti i siciliani, per il penoso modo di interpretare l’accento siciliano da parte del ministro Barca

  • 15 maggio 2012 00:18

    Ho una domanda per i lavoratori Gesip, i soldi dedicati allo sviluppo, avendo messo a ferro e fuoco Palermo, alla fine ve li siete anche fregati, e qui arriva la mia domanda:
    Visto che questi soldi vi pagano gli stipendi fino a Giugno, ma dove cazzo siete finiti???
    Io la mattina attraverso 4 zone della città per andare a lavoro, e non vedo un Gesip non sò da quanto tempo. Per esempio in via regione facevate finta di lavorare, ma qualcuno era lì, adesso non c’è più nessuno, siete in vacanza anticipata?? E poi vi chiedere pure perchè la città c’è l’ha con voi? Dove siete, che fate per ora?? Credete che non avreste avuto conseguenze da tutte le porcate che avete combinato in passato?? Forse qualche politico compiacente può non dirvi niente, ma la città si è rotta le palle di avervi sul groppone. A noi e alle nostre di famiglie chi ci pensa?? Eppure noi non veniamo davanti le vostre case, vi blocchiamo la strada, diamo fuoco ai cassonetti con la vostra immondizia ecc. Se fosse così v’incazzereste non è vero?? Allora fate silenzio e usate quel briciolo di dignità che ormai non avete più per fare qualcosa di veramente utile per la città, sparite!!

  • 15 maggio 2012 00:22

    Non c’è tutela.
    Non c’è rispetto.
    Nessun buon senso.
    Prevaricazione sul prossimo a discapito del nulla assoluto.

    @Dario , approvo.

  • 15 maggio 2012 00:27

    Tutta la mia solidarietà a Stefania Petyx

  • 15 maggio 2012 01:30

    Operai Gesip oramai è finita la pacchia, siete 1800? bene i palermitani che sono stufi di questo andazzo sono molti, molti di più.Al prossimo assedio, alla prossima minaccia di mettere a ferro e fuoco la NOSTRA città, al posto di trovare quattro vigili urbani potreste trovare MIGLIAIA di cittadini non troppo felici di come vanno le cose e che potrebbero anche darvi la scopa in mano per farvi andare a spazzare a gratis per farvi “scuttare” tutti questi che avete vissuto da parassiti alle nostre spalle. Palermo non può più permettersi che siano quattro malacarne a decidere la politica della città, sappiatelo. L’ora in cui i palermitani onesti ricacceranno i topi nelle loro fogne è vicina. Agli operai onesti della GESIP, se ci sono, che hanno voglia di lavorare, fatevi sentire, dissociatevi da certi comportamenti e certi loschi figuri e dimostrate se e quanto valete, altrimenti il vostro destino è di affondare assieme a loro.
    Solidarietà a Stefania ed alla Famiglia, la Palermo onesta è con voi.

  • 15 maggio 2012 02:28

    la gente che minaccia dovrebbe essere perseguita penalmente e con pesanti pene!!! xò dimostriamo di avere un minimo di intelligenza e non facciamo di tutta l’erba un fascio!!! il signor luca parla di malacarne etc ,impari a dire cose sensate altrimenti cadiamo nelle fogne peggio di questi esseri! facciamo una cernita in queste società perchè c’è la gente che si salva!!! alla gesip ci sono 300 exdetenuti che al mio paese non è un terzo di 1800!! e ricordatevi che la gente marcia è ovunque!!! perchè non controllate amia.amat, amap, dipendenti comunali e regionali(dove gli ex detenuti e i cosiddetti malacarne ci sono!!!!) IO HO PIETà PER CHI MINACCIA MA ANCHE PER CHI GIUDICA A PRIORI,PER LUOGHI COMUNI E ABBRACCIANDO IL PENSIERO DEGLI ALTRI SENZA COSCIENZA!!!

  • 15 maggio 2012 05:51

    Caro Vito operaio Gesip, visto che sei così sicuro che le minacce non sono partite da un tuo collega,sicuro saprai da chi…dillo e falla finita…solo così potrai difendere i tuoi bei colleghi…ciao

  • 15 maggio 2012 07:56

    Qualunque palermitano sa bene che la Gesip è un carrozzone che affossa economicamente e moralmente palermo. Economicamente perchè costa tanto e serve a poco. Moralmente perchè è un esempio eclatante di cattiva amministrazione e di spreco alla Siciliana. Vorrei che i lavoratori Gesip che scrivono in questo spazio capissero che, pur comprendendo la loro necessità e il loro diritto al lavoro, una comunità non si può prendere carico delle loro esigenze senza ricevere nulla o poco in cambio. Sono certo che se i lavoratori GESIP invece di minacciare e imboscarsi avessero ringraziato il cielo per la fortuna che hanno avuto dimostrando la loro gratitudine a tutti i palermitani che PAGANO I LORO STIPENDI lavorando tutti i giorni in modo esemplare oggi i cittadini palermitani non sarebbero così incavolati e per nulla disposti a supportarli. Volete mettere a ferro e fuoco la città? Fatelo
    ma non servirà a nulla perchè i soldi e il periodo delle vacche grasse, se mai c’è stato, è finito.
    Vi conviene svegliarvi e cercarvi un lavoro onesto e meritato.

  • 15 maggio 2012 08:13

    Andate a lavorare invece di dormire per strada
    tagliare erba pulire spiaggie , ora basta sia voi sia quelli dell’amia …li vedo che dormono…
    dentro i furgoni basta scattare foto e mandarle in giro
    poi qui non c’è legge! voi pensate che se fosse in america o in germania ,metterebbero a ferro e fuoco la citta’? la polizia fa la polizia la! , hanno giuste leggi e li pallicano prova a bruciare un cassonetto in germania, ti spaccano in due , o ex dtenuto o malandrino
    non importa!

  • 15 maggio 2012 08:53

    Certo perchè per tutti sono stati i dipendenti della Gesip, a me pare che la Petyx le palle ultimamente li abbia rotto a molta gente, a torto o a ragione, iniziando a farlo prima delle elezioni, siccome la scorsa settimana è toccata alla Gesip essere presa di mira adesso è stata la Gesip. Ricordo a tutti che la “Signora” petyx ha detto : cito testuali parole: ” La gesip un carrozzone di 1800 persone, di cui un terzo ex detenuti, la maggior parte fannulloni….eccome”, LA MAGGIOR PARTE FANNULLONI, non ha avuto il buon gusto di fare un distinguo, è da credere che la maggior parte di 1800 persone sono lavativi? se così fosse si dovrebbe dire lo stesso sia del Comune, della Regione, di tutti gli enti statali e partecipate in sicilia ed in italia…ma lei no…solo la gesip attacca, non si preoccupa affatto che la MAGGIOR PARTE sono invece persone per bene e che lavorano seriamente ed onestamente… bell’esempio di giornalismo …però quando il suo padrone Silvio Berlusconi ha erogato 45 milioni la “Signora Petyx” non ha fatto nessun servizio a tal proposito, possiamo immaginare il perchè.
    Adesso quest’ulteriore attacco alla Gesip per delle minaccie ricevute, intanto scusate tanto ma a sto punto bisogna vedere se è vero… non si spiegano tante cose, da un servizio che non aveva motivo di essere fatto visto la precedente sovvenzione, perchè ribadisco l’anno scorso con 45 milioni no e adesso per 10 milioni si ? Io credo che la “Signora Petyx” millanta e ci sta marciando sopra… non so da chi sia manovrata…ma senza dubbio non è in buona fede, non è stata in buona fede nella realizzazione di un servizio che dire ignobile e indecente è un complimento oltre che schifosamente fazioso e sono sicuro che non lo è nemmeno adesso se e dico SE accusa la Gesip senza averne la benchè minima prova ma solo un forte pregiudizio, come lo siete tutti d’altronde, giornale compreso che non si preoccupa minimamente di accertarsi ma spara subito a zero.

    Ci sono tante altre persone a cui la Petyx sta sulle palle, persone sicuramente che hanno più motivi di noi ad avercela con lei, basta andare a riguardare i tanti servizi da lei fatti, gente che non solo , ripeto a torto o a ragione, è stata sputtanata, ma che adesso stanno affrontando magari conseguenze giudiziarie, e noi dovremmo minacciarla solo perchè ci ha denigrato?. Quindi prima di sparare a zero azionate tutti il cervello e cercate di essere meno faziosi ma un po più onesti intellettualmente…redazione compresa

  • 15 maggio 2012 09:03

    vivendo da diversi anni lontano dalla mia amata città spesso dimentico la sua vera faccia, quando leggo di questi fatti mi tornano in mente tutte le ingiustizie e le prepotenze di certa gente.. la mentalità mafiosa è ancora presente purtroppo… dovrebbero essere esiliati a vita coloro che inquinano Palermo altro che prigione…

  • 15 maggio 2012 09:20

    forza Stefania!!! la parte onesta di Palermo è con te!

  • 15 maggio 2012 10:17

    Forse sarebbe opportuno abbassare un po’ i toni della discussione e evitare di fare guerra tra poveri. Innnanzituto quello che è successo a Stefania è indefinibile tanto lo schifo che rappresenta; come al solito, se qualcuno scrive o dice di fatti scomodi, viene subito minacciata in modo anonimo, ovvaimente, perchè se una cosa ci caratterizza in questa città è la vigliaccheria. Mai uscire allo scoperto, ovviamente; questi buffoni. Stefania potrà dire cose giuste o sbagliate, ma esiste la famosa parola “discussione”; è con quella che si alimenta il contradditorio. Ma è inutile parlare di queste cose agli animali..
    Quanto alla Gesip e ai relativi operai, smettiamola di sparargli addosso; tanto la colpa della nascita della Gesip sappiamo di chi è. Di quei due “gentiluomini” di serio e Cammarata che hanmno sfruttato una ottima idea di Orlando per usarla a proprio uso e consumo per fini clientelari ed elettorali, incamerando, accanto a tanta gente onesta e lavoratrice, tanti altri su cui è meglio non dire nulla, tanto si qualificano da soli. Il problema è che infangano tanta gente per bene. Quindi nelle discussioni, separiamo i fatti: l’inimidazione a Stefania, che allo stato non sappiamo da chi è stata fatta, wed il problema della Gesip.Altrimenti si fa il gioco di chi opera nell’ombra, riparato dalla sua schifosa vigliaccheria

  • 15 maggio 2012 10:41

    I contribuenti palermitani che lavorano anche con un misero stipendio, pagano “casa, ici, tassa rifiuti, abbonamenti tv, assicurazione auto , luce, biglietti autobus, etc…Mi piacerebbe sapere quanti di questi precari “lavorano”, le strade della città sono sporche, il verde pubblico non è curato, l’erba e le steppaglie crescono sotto i marciapiedi e quando li tolgono vediamo gruppi di 7, 8 persone: uno, due lavorano altri chiaccherano, qualcuno durante l’orario di lavoro è stato arrestato per rapina, i rifiuti abbondano e se decidono di non toglierli nessuno li precetta. Cara Stefania, chi dice la verità è assalita dai lupi che trovano forza nel gruppo! Se un giorno Palermo si dovesse svegliare con dirigenti “lavoratori, responsabili, onesti e non corrotti, ci sentiremmo nel Paradiso Terrestre. Per fortuna c’è la morte e i disonesti anche loro vivono una vita sola.ù

  • 15 maggio 2012 10:45

    Stefania… sei la giustizia palermitana! Noi siamo con te!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 15 maggio 2012 10:46

    Solidarietà a Stefania Petyx. E a tutti i lavoratori della Gesip che ogni giorno vedo prendere il sole al Foro Italico o distruggere una città consiglio un rigoroso silenzio. C’è gente che lavora sapete?!Ed è quella gente che vi consente di campare.

  • 15 maggio 2012 12:26

    la Gesip è la punta dell’iceberg, il bersaglio visibile e quindi più facilmente attacabile di un sistema marcio che ha origine molto più vaste. E’ vero che è un carrozzone creato per regalare posti di lavoro, nato in maniera anomala, così come è chiaro che ci sono persone che al suo interno fanno il loro lavoro. Ma questo serve solo per distrarci dal fatto che il vero problema è il SISTEMA POLITICO SICILIANO.. è ammissibile che abbiamo avuto per 10 anni un sindaco inesistente? che abbiamo un numero di parlamentari alla Regione più alto e con stipendi più alti di tutte le altre regioni? Senza volere nè difendere (perché la Gesip ha le sue “colpe”) nè generalizzare affermando che nessuno lavora al suo interno, bisognerebbe che la nostra rabbia si allargasse ai veri responsabili degli sprechi nella nostra Terra, cioé i politici che ci governano, la Gesip è davvero la punta dell’iceberg. Spero che il Movimento 5 stelle e la gente che ancora crede in una rinascita spazzi via tutto il marciume, la mentalità mafiosa e i sistemi clientelari grazie ai quali tutto questo schifo sopravvive.

  • 15 maggio 2012 13:35

    @zeno la politica siciliana vive del voto di questa gente e forte di questo “consenso” distorto punterà sempre ad accontentare i parassiti per garantirsi la rielezione, carrozzoni come GESIP o le varie cooperative, LSU, 118 di cuffaro, autisti senza patente, regionali che non fanno manco le fotocopie, fannulloni, formazione professionale e tutto il peggio che ora non mi viene in mente non è la punta dell’iceberg ma l’oceano profondo che permette all’iceberg politico di stare a galla.

  • 15 maggio 2012 15:36

    Totale solidarietà e approvazione per il lavoro di Stefania Petix.

  • 15 maggio 2012 15:41

    Mi dispiace ammetterlo tutto questo porta a capire solo una cosa…. DEGRATO SOCIALE….
    La Politica Italiana non ha motivo di esistere, non ci rappresenta e per di + ci rende ridicoli – ignoranti e poveri….. è la politica che vive sulla povertà e sull’ignoranza del suo popolo incapace di ribellarsi civilmente.
    Un esempio….. Un bel programmino di recupero per i carcerati di reati meno gravi … invece di stare dietro una sbarra che facessero qualcosa di utile e onesto per la comunità, penso che la stragrande maggioranza farebbero gratuitamente e con piacere sarebbe il modo migliore oggi 2012 per dare seri segni di civiltà,

  • 15 maggio 2012 17:20

    Mai generalizzare.
    C’è l’imboscato GESIP e c’è l’imboscato regionale o statale, solo che il GESIP lo notate al bar o a pascolare per le vie, l’impiegao no, perchè è bello e seduto dietro al pc, o vaga per corridoi.
    Anche sulla questio: “dimmi come sei entrato….sei entrato senza titoli e concorso” e roba varia, la stessa cosa vale per l’impiegato di turno cui sopre.
    Non ci eleggiamo a arbitri dal cartelino facile.
    C’è gente che “ruba” al mese 700 E e gente che ne ruba 4.000….
    Deprecabile gesto alla Petix, qualunque ne sia la fonte.

  • 15 maggio 2012 19:10

    Ringraziamo Cammarata per aver portato la Gesip del commissario Serio, società partecipata del comune al 51% e italia lavoro 49%, al totale controllo economico del 100% facendola gravare sul bilancio cittadino. I danni li dovremmo chiedere all’ex sindaco.

  • 15 maggio 2012 20:00

    Siccome sono una persona equa vorrei fare dei “distinguo” con una piccola analisi per farvi capire cos’è la Gesip:

    1) Ricordate gli ultimi scioperi a piazza pretoria dove alcuni tiravano tegole dal tetto?
    Erano 3. Sono stati identificati e fotografati da tutti i giornali.

    2) Ricordate gli ultimi scioperi in città? Sempre gli stessi distruggevano.

    Possiamo capire come “qualcuno” si serva di questi loschi individui per seminare il panico e ottenere con la forza aiuti economici.

    3)Riflettiamo su una cosa: Hanno affermato, che con 10.000.000 di euro camperanno 1800 operai Gesip per 2 mesi.
    Ora un operaio Gesip prende 600 euro circa ma io voglio arrotondare a 700 tondi tondi( per tale motivo molti fanno il doppio lavoro, campateci una famiglia con 700 euro).In due mesi sono 1400 euro che per 1800 operai fanno 2.520.000 euro.
    Ricordo male o hanno detto che con 10.000.000 ci tirano avanti due mesi?? E chi se li mangia 7.480.000 euro.
    No, non pensate alle ritenute fiscali al tfr da pagare per ognuno di loro. Non hanno diritto a nulla a parte i 700 euro. ( ve lo posso assicurare).

    Allora, un tempo c’era l’ufficio di collocamento. Ve lo ricordate? Non so quante migliaia di denunce ho visto fare perchè la gente diplomata (nel 90′) veniva superata in graduatoria al comune da gente con terza media perchè a ” amica di..”, quanti concorsi truccati bloccati per stessi motivi. Salvatore Battaglia arrestato nel 1992 ve lo ricordate?? Eppure sapete quante persone col posticino assicurato da qusto tizio in posti “celebri” adesso parla contro questi precari? chissà se anche qui ci sono dipendenti regionali comunali che dicono “cornuto all’asino”.. Allora chi era di un certo ceto sociale si poteva permettere tramite l’aiutino addirittura di superare in graduatoria gente con più anni di disoccupazione e titoli. Ma siccome era gente che aveva conoscenze nessuno parlava..e se parlavi? bloccavano il concorso e tutti ti volevano linciare (ovviamente per non fare perdere il posto a padri di famiglia dovevi regalare il posto che ti spettava ad un raccomandato “ignorante” con la terza media), mentre figli di vittime per la mafia, orfani di guerra, invalidi per gravi malattie (evidenti) e diplomati sono entrati a 40 anni come LSU.
    Questa è la vera storia.LSU PIP GESIP INLA sono nati tutti quando l’ufficio di collocamento ha chiuso i battenti. Ammortizzatori sociali per sostituire le vecchie graduatorie di raccomandati. Andavano gestiti con un graduale inserimento al lavoro. Gesip con Amia , LSU e PIP con gli uffici e gli enti a seconda delle mansioni. La realtà è stata una sola: mobbing. Il 90% di questi lavoratori viene sfruttato al 1% delle proprie capacità: ci sono ( se volete vi porto nomi e cognomi ) architetti, avvocati , ragionieri, geometri, esperti informatici nei PIP e negli LSU. Un amico mio è architetto, fa fotocopie e gestisce pratiche per un diplomato che gestisce un ufficio. L’architetto lavora dalle 8 alle 14 per 700 euro. tra i nulla facenti spesso si inseriscono queste persone. L’avvocato invece lavora all’ufficio protocollo con un tizio ,con diploma “comprato” a 50 anni per avere il “livello”, che gli ricorda , con un discorso molto terra terra da ignorante, che sta “togliendo il posto alla nipote”.. la nipote raccomandata si, l’avvocato a 700 euro “ruba”.
    Da queste menti spesso di erge la condanna ai precari. Da raccomandati ex terza media che devono continuare a raccomandare i nipoti, come se il lavoro in uffici e amministrazione spettasse solo a pochi eletti.
    Io ,equamente, mi auguro con tutto il cuore che chi ha rubato un posto di lavoro a chi lo meritava possa ripagare il suo debito con la società per il doppio, sia esso un vecchio raccomandato dell’ufficio di collocamento o Gesip LSU o PIP o INla ( ce ne sono altri?)..

  • 15 maggio 2012 20:11

    ..ovviamente è deprecabile il gesto alla Petyx.
    Purtroppo la Gesip , forse qualcuno lo ha già detto, è un buon “pozzo dei voti”.. Quando ci sono elezioni prometti la stabilizzazione e arrivano 1800 voti. che ne pensate?
    Ovvio che questi energumeni sono liberi di minacciare chi vogliono. Chi lo sa gli “intrallazzi” che hanno. Mi piacerebbe però se la Petyx parlasse più spesso di questi imbrogli. 10.000.000 di euro piovono velocemente per 5 pazzi che seminano il panico. E la polizia sta a guardare senza arrestarli. Non ci sono i lavori socialmente utili a gratis per questa gente?

  • 15 maggio 2012 20:27

    Però è anche vero che se sciopera la Gesip i disservizi si vedono, mentre qualsiasi altra categoria lascia il tempo che trova

  • 15 maggio 2012 21:15

    Forza Stefania, non farti intimidire, scrolliamoci l’immagine di mafiosi, perchè i Siciliani non siamo mafiosi, lo saranno alcuni, ma non lo siamo tutti

  • 15 maggio 2012 21:18

    LA SOLITA GUERRA DEI POVERI,COSI’NON SI VA DA NESSUNA PARTE,L’UNICA VIA PER USCIRE FUORI DA QUESTA CRISI E PRENDERE COSCIENZA DEGLI ERRORI COMMESSI E RIPARTIRE CON UN NUOVO SLANCIO ETICO MORALE E COMINCIARE A FARE TUTTI IL PROPRIO DOVERE

  • 15 maggio 2012 22:55

    infatti mi pare una guerra dei poveri.. quando scioperano questi della gesip in città non si puo’ camminare. dove ci sono i mercatini se ne occupano proprio loro a ripulire il tutto. quindi per servire servono eccome ma la gesip deve chiudere.si pagano circa 7.500.000 euro solo per la macchina organizzativa gesip e 2.500.000 euro per i soli operai. i lavoratori devono essere trasferiti altrove, quelli che servono, quelli in esubero purtroppo dovranno cercare un lavoro. Quindi cerchiamo di cambiare signori perchè non si dica più che a Palermo ci sono lavoratori “fannulloni”. Siamo in periodo di recessione e le tasse adesso pesano tanto e troppo e non va più giù a nessuno sapere che si “sprecano” soldi in impiegati pubblici che non servono.

  • 20 maggio 2012 07:49

    Dario descrive una città da milioni di INTRALLAZZI che si sono maturati da 60anni, i veri guai li hanno i cittadini ONESTI,(pochi) gli altri sono i veri Parassiti della società come una grandissima parte dei politici LAZZARONI, che permettono il degrado in tutti i sensi. VERGOGNA

  • 31 marzo 2014 00:38

    Conosco molti lavoratori gesip che fanno il proprio dovere,ma ne conosco anche tanti che invece vegetano alle spalle dei colleghi onesti,ce n’è uno in particolare che si vanta di non avere mai fatto un giorno di lavoro in tanti anni .Un nome conosciutissimo nel vostro ambiente,ecco è con lui o con tutti quelli come lui che dovreste prendervela e se lo aveste fatto per tempo non vi ritrovereste in queste acque,perchè il vostro bacino sarebbe stato perlomeno dimezzato.Ma si sa a palermo siamo tutti “ri panza” ed ora i nodi sono venuti al pettine.E se la cosa si risolve(me lo auguro per gli onesti)dovrete essere voi e in tutti i modi a salvaguardare le vostre famiglie.Svegliatevi siamo nel 2014

    tt

Lascia un commento