i fatti dopo il ragionamento

Date al cronista quel che è del cronista

di

Nel mondo dell’informazione vige una regola – non scritta, certo – che pare invece essere sparita dall’infinitesimo microcosmo dell’informazione palermitana. Quella del riconoscimento dello scoop altrui, con relativa citazione. Il nostro è un mestiere che più degli altri – perché ci sono di mezzo visibilità e protagonismo – è fatto di invidie, ripicche e mezzucci. Lo sappiamo e ce ne facciamo una ragione. Ma ci sono cose di fronte alle quali, anche nel rispetto dei lettori, sarebbe bene fare un passo indietro per ripristinare una sorta di fair play, un gentleman agreement fra cronisti e testate giornalistiche che vada al di sopra dei (normali, logici) interessi di bottega. Per questo vogliamo dire chiaramente che la notizia dell’inseguimento in autostrada al procuratore di Trapani Marcello Viola è stata data in esclusiva da un cronista di Livesicilia, Riccardo Lo Verso. Questo per dare il giusto merito a chi ha tirato fuori una notizia che altrimenti sarebbe rimasta coperta dalla nebbia. Assieme alle tante cose che non sappiamo e che mai sapremo.

6 commenti

Lascia il tuo commento
  • 24 maggio 2012 22:52 Purtroppo anche questa è una notizia :) Complimenti anche a te
  • 24 maggio 2012 22:53 Signori, Ma quale inseguimento. Erano suocero e genero che correvano in aeroporto! Anche i giornalisti prendono cantonate. Adesso via, rettificate.
  • 25 maggio 2012 09:47 Lo scoop pare sia evaporato. Conta il pensiero
  • 25 maggio 2012 10:51 Francesca e’ troppo partecipe. Se il magistrato conferma. Se gli hanno raddoppiato la scorta. Se ha ricevuto pure le lettere di minaccia. Una cantonata doveva essere. Al netto della notizia, come i giornalisti di fesserie ne dicono parecchie, mi dispiace che nessuno dica: oh e’ giusto verificare. E lo hanno fatto. E’ giusto non sottovalutare. E lo hanno fatto. Perché se a Palermo hanno ucciso una sfilza di magistrati, come in nessuna città del pianeta, un motivo ci dovrà pur essere. E invece il tema che interessa e’ se il giornalista diceva o meno il vero. La notizia era vera. Meno male che abbiano sminuito la gravita. Nessuno dice questo. Che città senza speranza.
  • 25 maggio 2012 11:13 Massimo, bene. Così i colleghi potranno finalmente citare con soddisfazione la fonte.
  • 25 maggio 2012 11:35 Alcuni media hanno raggiunto la follia. Ieri scrivevano smentita la notizia. Oggi la rilanciano in prima pagina. Perché non ammettere che la notizia c’era. Che l’allarme c’era e resta. E poi fortunatamente forse e’ stata ridotta nella sua gravita

Lascia un commento