L'eterna promessa

Campione o re della movida
Hernandez ora si decida

L'attaccante quest'anno è a un bivio. Dimostri quel che sa fare e rinunci alla bella vita. Perché la pazienza di presidente e tifosi è agli sgoccioli
hernandez_sbagliato

Qualche volta la pazienza l’ha pure lui: Maurizio Zamparini sa attendere, quando c’è da difendere un investimento fatto su un giocatore. In attesa, ovviamente, di poterlo vendere. Nessuno vuole Abel Hernandez, perché nessuno paga venti milioni per un giocatore che nelle ultime due stagioni è rimasto quasi sette mesi in infermeria per infortuni muscolari. Nessuno prende un giocatore accompagnato da voci più o meno incontrollate, che raccontano di una vita da protagonista della movida.
L’ultima tegola gliel’ha tirata Bortolo Mutti, che nei bilanci di fine stagione ha sottolineato grandi deficienze caratteriali e comportamentali dell’uruguaiano: la peggiore pubblicità. E Zamparini è stato costretto a confermare Hernandez.
È un probabile talento l’uruguaiano, ma è un incompiuto. Da quando è a Palermo non ha fatto un passo in avanti. Deve maturare ma non matura. Il Palermo un anno fa gli mise un marcatore alle spalle, un guardiano, per limitare escursioni notturne, ma il risultato fu scadente. Il controllore diventò troppo amico del controllato.
Hernandez ha perso l’affetto dei tifosi e per riconquistarlo dovrà superare se stesso. Cancellare l’Hernandez scapestrato. Zamparini vuole che cresca, per cederlo e per inserirne la figurina nell’album delle grandi plusvalenze.
Tre anni e mezzo in rosanero. Sessantanove partite di campionato e 16 gol. Ne ricordo anche uno straordinario, a San Siro, nella semifinale della Coppa Italia della passata stagione. Ha numeri il ragazzo: piedi buoni, fiuto del gol, scatto bruciante. Ma dimostra le sue qualità a giorni alterni. Deve scegliere cosa fare: atleta o star della movida?

21 commenti

Scrivi un commento
  1. Mah, Alessadro che dire? non sapevo che fosse una star della movida (anche se qualche dubbio mi era venuto che facesse un po’ il galletto, penso a quando l’hanno “postiato” all’uscita di un allenamento e l’hanno rapinato:possibile che non l’abbiamo riconosciuto? O forse l’hanno proprio riconosciuto).Ma mi pongo anche un’altra domanda: è proprio necessario, una volta che un calciatore si affermi quì da noi, che il presidentissimo se lo levi?Ma fare una squadra alla grande, no?!In ogni caso Abel è molto giovane e questo è un limite (v.superMario), bisogna trovare un allenatore che da buon padre di famiglia sappia usare bastone e carota, perchè A.H. ha grandissime potenzialità. Battute alla Mutti, per quanto espressione di una situazione delicata, lasciano il tempo che trovano. Un allenatore deve valorizzare un campione non deprimerlo; altrimenti, se c’è uno che è venuto a fare il mercenario (elemento che punta solo ai soldi fregandosene di città e società) è proprio il caro Bortolo. Che francamente, spero di non vedere più a Palermo!

    ANTONIO il 21/06/2012 alle 09:05
    (0) (0)
  2. hernandez è un bluff.

    francesco massaro il 21/06/2012 alle 10:07
    (0) (0)
  3. Hernandez come Budan? Eterne promesse o figli naturali di Zamparini?
    Mah!!!!

    Francesco il 21/06/2012 alle 10:19
    (0) (0)
  4. Budan ha problemi fisici evidentissimi ma una profesisonalità che mai nessuno ha messo in discussione. Infatti, Zamparini gli ha già proposto una carriera da dirigente

    Alessandro Amato il 21/06/2012 alle 10:45
    (0) (0)
  5. … sperando che non si stiri cadendo dalla sedia della scrivania.

    hugo s. il 21/06/2012 alle 11:15
    (0) (0)
  6. Buongiorno a tutti. Mi pare che fino ad ora sia stato solo un re, anzi un reuccio più precisamente, visto quello che si dice in giro, della movida.

    PIPPO il 21/06/2012 alle 11:26
    (0) (0)
  7. Tra i tanti misteri del Palermo calcio a me avvince di più quello della cacciata di Pinilla. E sono sicuro che Amato sappia…

    Massimo Puleo il 21/06/2012 alle 12:56
    (0) (0)
  8. Hernandez è il classico esempio di come si possano spendere fior di milioni per ritrovarsi con un pugno di mosche, o di fare l’affare del secolo.
    Le potenzialità ci sono, anche se il suo maggior pregio, la rapidità, l’ha perso sottoponendosi ad un innaturale potenziamento fisico. Così adesso ha il fisico da centravanti d’area ma non ne ha le doti; e non ha più neanche lo scatto fulmineo. E in compenso si rompe sempre, con estrema probabilità proprio per lo sforzo a cui è stato costretto.
    Detto questo, sperando di avere torto, penso che non diventerà mai un fuoriclasse, sopratutto per ragioni di immaturità invincibile. I campioni si differenziano dalle belle promesse per la serietà sul lavoro, la capacità di soffrire e l’idea fissa che il calcio professionistico non è un gioco.

    gianfranco il 21/06/2012 alle 13:11
    (0) (0)
  9. MASSIMO PULEO Durante gravidanza della moglie in Cile, a ridosso di Natale, propose di restare lì per sei mesi in prestito e ritardò ritorno a Palermo. Quando Zamparini gli fece notare che non si era comportato bene, l’indomani il giocatore chiese di andar via e fu accontentato. Il Palermo aveva già dubbi su alcuni suoi comportamenti e prese palla al balzo

    Alessandro Amato il 21/06/2012 alle 13:12
    (0) (0)
  10. Il talento di hernandez non si discute. Non è un bluff. E’ un campione che se avesse la testa a posto sarebbe tra i più forti attaccanti d’europa.
    Poi vorrei dire una cosa: quest’anno la società ha toccato il punto più basso della sua professionalità e organizzazione da quando è in serie A. Se il pesce puzza dalla testa, proverbio che non sbaglia mai, e sempre quest’anno hernandez ha toccato il punto più basso della sua carriera da quando è nel palermo, ecco che il cerchio si chiude. La società avendo perso ogni capacità organizzativa, progettuale, ogni capacità di pianificare e progettare, ha, tra queste qualità perse, perso anche quella di saper “allevare”, nel senso più alto e nobile del termine, i propri giocatori. Quindi, se hernandez anche quest’anno avesse avuto a sua tutela la società di qualche anno fa, sicuramente avrebbe continuato a crescere calcisticamente.
    Dunque, non voglio assolvere hernandez, le colpe non stanno mai solo da una parte (raramente), ma la società ha le sue grosse responsabilità sul degrado di hernandez.
    Cmq all’inizio di questo campionato l’avevo visto notevolmente cresciuto come calciatore, infatti quelle poche partite che aveva cominciato a fare, aveva imparato ad avere anche un peso in area di rigore alla amauri o alla toni per intenderci. Cioè riusciva ad attirarsi almeno 2 difensori su di lui e quindi a far salire la squadra. Non vediamo tutto nero dunque.
    Con ciò voglio dire che sa apprendere le lezioni di calcio che gli si impartiscono. Ma deve essere “guardato a vista, controllato” da qualcuno. E la società quest’anno non l’ha fatto.

    roberto il 21/06/2012 alle 18:05
    (0) (0)
  11. Un allenatore che eserciti efficacemente il controllo sui giocatori deve essere innanzitutto “legittimato” dalla società. Nel Palermo succede l’esatto contrario. Tutti sanno che “u muru vasciu” della situazione è l’allenatore di turno. Basta semplicemente che due o tre giocatori non si impegnino a dovere, il Palermo perde tre partite di fila e il risultato è servito: l’allenatore cacciato.
    Soprattutto con i giovani necessiterebbe una politica che privilegi la legittimazione dell’allenatore. Tutti i giocatori devo avere rispetto e sapere che lui è il punto di riferimento e non una figura precaria.
    I risultati? Li abbiamo davanti. Una società che fattura 70 milioni di euro, settima nella graduatoria fra quelle di A, ha notevolmente ridimensionato le proprie ambizioni.
    Sarà che Zamparini non ha interesse per il risultato sportivo, sarà che Zamparini ha interesse solo alle plusvalenze, morale della favola, la risposta la darà il numero degli abbonati fra qualche giorno.
    Termometro supremo per la misurazione del livello di entusiasmo della piazza.

    Don Totò il 22/06/2012 alle 13:09
    (0) (0)
  12. Aspettiamo tutti con grande curiosità proprio il numero di abbonati per la stagione 2012-2013. Scenderemo sotto quota 14.000???

    roberto il 22/06/2012 alle 15:21
    (0) (0)
  13. Grazie Alessandro! In ogni caso penso che sia stato svenduto troppo frettolosamente e con pochi “picciuli”: alla fine è un giocatore valido,meglio monetizzabile, diciamo…

    Massimo Puleo il 22/06/2012 alle 17:11
    (0) (0)
  14. Hernandez giocatore mal gestito per colpa della società, la figura di Panucci all’interno dello spogliatoio poteva essere importante anche per questi comportamenti, dare delle regole ai giocatori, invece regna l’anarchia, ognuno fa ciò che vuole…
    Inoltre Hernadez mi ricorda molto La Grotteria, grandi potenzialità, espresse più che altro nei locali notturni e con le donne.

    Marco il 22/06/2012 alle 18:44
    (0) (0)
  15. Complimenti Alessandro, bel pezzo. Non sapevo dell’esistenza di questo sito. Ti ringrazio. Take care. Tornero’

    salvatore taormina il 23/06/2012 alle 00:09
    (0) (0)
  16. Gentile Salvatore Taormina, una curiosità: lei è il vecchio (si fa per dire) giornalista del giornale di Sicilia?

    Hugo s. il 23/06/2012 alle 08:46
    (0) (0)
  17. Si parla di potenzialità e talento riferiti a un tizio – hernandesh – che oltre ad avere canigghia nel cervello non sa nemmeno stoppare il pallone! per non parlare di tutti quei tiri mosci che non sono altro che passaggi al portiere avversario!
    “testa molti giocatori serve solo portare cappello”; V. Boskov.

    GIGI.idk il 23/06/2012 alle 12:12
    (0) (0)
  18. non sono d’accordo gigi. Hernandez E’ un talento. Ma ognuno ha il suo modo di vedere…

    roberto il 23/06/2012 alle 12:51
    (0) (0)
  19. Roberto, non è un modo di vedere. Quello che ho scritto è documentato. Se hai visto le partite e non l’hai notato…
    i passaggi ai portieri avversari con tiri “tipo moviola”, gli stop goffi (sbagliati ovviamente); ed aggiungo le corse in velocità dove… lui stesso porta il pallone sul fondo.

    GIGI.idk il 23/06/2012 alle 15:42
    (0) (0)
  20. Gigi, allora io ho visto una altro hernandez. Quello che era in forma atleticamente. Quello dei tempi d’oro.
    Quest’anno hernandez uno e due era infortunato. Come vuoi che in una stagione in cui un giocatore gioca ad intermittenza per gli infortuni, possa giocare bene?

    roberto il 25/06/2012 alle 01:08
    (0) (0)
  21. si, gentile hugo s.
    sono il Taormina ch ricorda

    salvatore taormina il 22/07/2012 alle 05:28
    (0) (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

ULTIME GALLERY - GENTE DI PALERMO
Annunci di Palermo

attico pressi politeama

Ruggero Settimo pressi Politeama panoramico appartamento pentavani piano attico settimo con terrazzino con servizio di portineria 24h ed ascensori. Totalmente ristrutturato ed arredato e corredato porta blindata disimpegno pranzo salone doppi [...] [leggi tutto]