Svolte

Quando Ficarra e Picone
mi cambiarono la vita

Mondello dieci anni fa: "Appena saremo famosi lavorerai per noi". Promessa mantenuta: parola dell'addetto stampa di due matti. Con un segreto: si vogliono bene
giusi-battaglia-ficarra-picone

“Quando saremo famosi lavorerai per noi”. Sono passati dieci anni ed eravamo al bar Scimone di Mondello Valdesi. Erano i giorni frenetici del Windsurf World Festival e Salvo Ficarra, che avevo conosciuto come si conoscono tante persone nella vita, decise di offrirmi un caffè. Ficarra & Picone esistevano già, erano noti per le prime apparizioni a Zelig e ancora prima per i programmi della Dandini. Avevano fatto un film, “Nati Stanchi”, uscito in appena 25 copie. Ma quelle 25 copie avevano fruttato al produttore che aveva scommesso su di loro più di un miliardo e mezzo delle vecchie lire.
Quella frase – “appena saremo famosi lavorerai per noi” – mi fece un certo effetto. Ma mai avrei potuto pensare che da quel caffè macchiato sarebbe cambiata la mia vita. Tre anni dopo ci incontrammo di nuovo a Milano e mi misero in prova per alcuni mesi. Il 16 settembre fu Picone a fare la fatidica telefonata. Lo ricordo come fosse ora. Poche parole per dirmi: sì, andiamo.
Dopo questo cappello doveroso, potrei non aggiungere altro. Credo che Salvo e Valentino si raccontino da soli. Ma siccome mi si propone un’occasione unica per dire come sono, aggiungo qualcos’altro. Loro sono così. Così come li vedi: intelligenti, ironici, veraci, semplici, disponibili, attenti, rigorosi, pignoli, misurati, generosi, affabili, amici. Straordinari.
È un onore avere la possibilità di confrontarmi con loro quotidianamente. Essere il loro ufficio stampa è un impegno che alterna momenti intensi ad altri più tranquilli. La macchina non si ferma mai, è sempre con il motore acceso. Non è, come pensano in molti, un continuo divertimento, una risata perenne. È un lavoro a tutti gli effetti, con responsabilità, impegni, viaggi, soddisfazioni, delusioni, queste ultime provenienti in massima parte dal mondo dei media, universo variegato, sabbie mobili perenni, con noi addetti stampa sempre lì a dare calci per restare a galla.
La cosa piu bella è che loro amano definirsi popolari. Non sono vip. Sono due che restano lontani dal mondo dorato delle feste, della mondanità, delle gossippate, delle paparazzate. Il massimo del lusso è una cena al ristorante cinese di Milano 2 di fronte agli studi Mediaset, con loro che si prendono continuamente in giro e con me in mezzo che devo cercare di non fare disparità.
Ma si vogliono molto bene. E questo – nonostante siano profondamente diversi – è la loro grande fortuna. Tenere unita una coppia per vent’anni non è facile. Salvo e Valentino ci sono riusciti. A loro auguro il bene piu grande e le cose piu belle. Si meritano tutto ciò che hanno, perché ci sono riusciti con merito, fatica e dedizione. A loro dico grazie per avermi scelta, e pazienza se Ficarra non perde mai occasione per dire: “Giusi Battaglia, mi devi ringraziare, ti ho tolto dalla strada..”.

Conosco Giusi Battaglia da più di vent’anni. Cominciammo insieme al Giornale di Sicilia, eravamo poco più che ragazzini. Poi, così le dico scherzando ma fino a un certo punto, lei ha fatto carriera e io no. Dal 2005 Giusi lavora a Milano, ha un’agenzia di comunicazione e uffici stampa. Qualche giorno fa le ho chiesto di scrivere per diPalermo della sua vita da addetto stampa accanto a Ficarra e Picone. La ringrazio per avermi accontentato (Francesco Massaro)

33 commenti

Scrivi un commento
  1. Emozionante!

    GIGI.idk il 04/07/2012 alle 00:36
    (0) (0)
  2. Cara Giusy, complimenti per il traguardo raggiunto. A volte un caffé ti può cambiare la vita! Ma se hai raggiunto questo traguardo non è solo per un colpo di fortuna, quello può essere l’effetto scatenante. A monte c’è ben altro: impegno, fatica, serietà, dedizione al proprio lavoro. E, soprattutto, professionalità. Caratteristiche che, di certo, Ficarra e Picone hanno potuto apprezzare in te in tutti questi anni.
    Un abbraccio affettuoso

    giuseppe cadili il 04/07/2012 alle 08:43
    (1) (0)
  3. E’ vero, sono proprio così come si mostrano al pubblico, i ruoli con i quali li conosciamo, sono quelli che incarnano quando ancora la camera è spenta. Li ho incontrati mentre erano al lavoro, tantissimi si sorprenderebbero di quanta attenzione e professionalità sappiano mettere dietro una risata. Bello davvero vederli all’opera!

    Antonio Chinnici il 04/07/2012 alle 12:29
    (2) (0)
  4. Conosco Giusi Battaglia e Francesco Massaro, e “purtroppo” anche Salvo e Valentino. E mi permetto di dire che sono tutti e quattro veramente bravi in quello che fanno, oltre che persone perbene. È una grande soddisfazione trovare e poter raccontare di palermitani come loro.
    Un grande abbraccio
    L

    Lirio il 04/07/2012 alle 12:42
    (1) (0)
  5. Non me ne vogliate tutti voi, amicici miei. Ciccio, lagiu, Fic&Pic, Lirio (o Lello!?!). Ma il migliore di tutti è indiscutibilmente uno: Saverio. click

    wlad il 04/07/2012 alle 12:46
    (0) (0)
  6. Anche io quoto Saverio. Grazie amici. Davvero.

    GIusi battaglia il 04/07/2012 alle 14:00
    (0) (0)
  7. Ritengo ancora emozionante la fedeltà di Ficarra e Picone nei confronti della signora Battaglia… ed ora che leggo nei commenti tutte queste manifestazioni di apprezzamenti e amore tra amici, mi sto sciogliendo!

    GIGI.idk il 04/07/2012 alle 14:27
    (1) (0)
  8. Quando ti sarai completamente liquefatto comunicacelo!

    Aldo il 04/07/2012 alle 14:44
    (0) (0)
  9. @aldo, anche no.

    Eccheddupalle il 04/07/2012 alle 15:17
    (0) (0)
  10. Ma chi è Saverio?

    Eccheddupalle il 04/07/2012 alle 15:19
    (0) (0)
  11. Il cane di Ficarra!

    GIusi battaglia il 04/07/2012 alle 15:49
    (1) (0)
  12. Tipico meccanismo internettiano.
    Se tutti sorridono davanti a un bel piatto, arriva qualcuno che deve per forza sputarci dentro.
    Così: per essere originale.

    Solea il 04/07/2012 alle 15:57
    (0) (0)
  13. Solea… e pensa che non si parla nemmeno di Zamparini!
    Oddio l’ho nominato! Adesso .dueneuroni si scatena…

    Eccheddupalle il 04/07/2012 alle 16:03
    (0) (0)
  14. Sciù Siù…all’università era anche bello…ma adesso è meglio :) ti stimo…molto “fescion”…anche nella foto…

    Fabio il 04/07/2012 alle 16:57
    (0) (0)
  15. Conosco tantissimi che hanno fatto carriera. E parecchi mostrano ancora l’impronta della scarpa che li ha spediti in orbita, benché facciano di tutto per nasconderla. Quel che di bello c’è nella tua storia, cara Giusy, é che stai raccogliendo quello che hai seminato da sola, che stai percorrendo una bellissima strada che nessuno ti ha asfaltato. E’ un impagabile valore aggiunto. Brava.

    Tony Gaudesi il 04/07/2012 alle 17:47
    (1) (0)
  16. salutiamo con affetto questa bella storia scritta da palermitani.

    giuseppe bianca il 04/07/2012 alle 17:48
    (1) (0)
  17. Scusate, non posso gestire la vostra suscettibilità fuori luogo.
    Pertanto il mio commento è SINCERO (apprezzo tra l’altro Ficarra e Picone, non solo come attori).

    P.S. è una barzelletta: un individuo che entra in un blog mai per argomentare ma per commentare i commentatori (squallido comportamento)… e conta pure i neuroni?

    GIGI.idk il 04/07/2012 alle 22:43
    (1) (0)
  18. Ho motivo di di poter affermare di conoscere un po’ Salvo e Valentino, e di conoscere e stimare la loro capacita di essere spontaneamente comici e spontaneamente precisi preparati e puntigliosi. Per cui anche nella scelta di un ufficio stampa non credo abbiano potuto agire diversamente…inoltre mi fregio di conoscere quasi da sempre il loro ufficio stampa e dunque di conoscere, quali vere passioni la hanno alimentato fin da pre adolescente, quali fatiche e quali rinunce, rivolte ad assecondare studio e passione per il giornalismo. Quando andare a fare una “breve” sulla ginnastica ritmica a falsomiele costava di benzina più di quello che la breve avrebbe fruttato e sempre che la pubblicavano…
    Quando studiare era un doveroso piacere, e fare le rassegne stampa su un agenda scaduta di tutta la stagione calcistica del Palermo calcio era davvero passione intrisa del gusto di mostrare una piccola fatica del quotidiano.
    Insomma avrei esempi a palate per ricordare a tutti oltre che a me stesso che i sacrifici, la passione e la voglia di realizzare un sogno, sono molto, molto più potenti dell’altrui arrendevolezza, e della facile raccomandazione. Si è vero occorrono anche coincidenze “fortunate” mi direte, ma vi dico che queste coincidenze spesso derivano dal rinunciare anche a facili proposte per scorciatoie oggi direi molto “battute” senza tanti eufemismi.
    Così auguro a Salvo, Valentino e Giusi il futuro più radioso e ricco di soddisfazioni sapendo che per loro ogni meta raggiunta è solo una nuova entusiasmante partenza.
    Nane

    Papero nane il 04/07/2012 alle 23:17
    (1) (0)
  19. Io riassumerei con le parole di Baglioni l’articolo pieno di affetto e amicizia di Giusi ..”strada facendo troverai un gancio in mezzo al cielo” . credo che nelle vite di tutti noi si trovi un “gancio” con cui cambiare e migliorare sia nell’aspetto lavorativo che in quello sentimntale ( e ne sono personalmente un testimone!!!) ma senza bravura e capacita’ si potra’ avere fortuna ma sara’ solo una scia se non si avrà la passione con cui sostenerla e arricchirla quotidianamente.

    Antonio il 04/07/2012 alle 23:26
    (0) (0)
  20. Non è difficile contarti i neuroni: due sono…

    Eccheddupalle il 04/07/2012 alle 23:36
    (0) (0)
  21. La prossima volta che vengo a Palermo (fine agosto) avrei il piacere di farteli contare da vicino; deficiente.

    GIGI.idk il 05/07/2012 alle 00:04
    (0) (0)
  22. Ma andate ancora dietro ai commenti(??)di individui inutili e presuntuosi che ripetono sempre le stesse scemenze da mesi??
    Gigi idk appartiene a quella categoria di persone, che per seri problemi di relazioni sociali non fa altro che sparare a zero su tutto. E’ convinto di essere il centro del mondo….lasciatelo nelle sue convinzioni…e cosi patetitico..

    bertino il 05/07/2012 alle 07:15
    (0) (0)
  23. Gentile redazione, con rammarico – per la simpatia per il sito e per alcuni autori e commentatori – vi informo che sto valutando se chiedere l’intervento della polizia postale al fine di identificare i due utenti – eccheddupalle e bertino – che mi hanno diffamato.
    Probabilmente si tratta di abituali frequentatori del sito che, pero’, non commentano mai i temi dei post con i due suddetti nickname, ma li usano solo quando si tratta di diffamare (il metodo del “corvo”).
    Solo quando sarebbe conosciuta la loro vera identità deciderei se querelarli o se, per pietà, li lascerei alle loro tristi vite.
    Il rammarico, oltre alla simpatia per il sito, è dovuto al mio carattere, perché non mi interessa nuocere chi lavora onestamente e offre un servizio utile, mi riferisco a diPalermo, ma non posso non notare che, in questo caso, la redazione “approva” commenti il cui intento è evidentemente diffamatorio. Sarebbero i miei scrupoli eccessivi e inopportuni?

    GIGI.idk il 06/07/2012 alle 00:17
    (0) (0)
  24. Bello. La pollice postal… Si dice così a Parigi?

    Bob il 06/07/2012 alle 07:44
    (0) (0)
  25. Gentile Gigi.idk, purtroppo sul web accade di frequente che il linguaggio e i toni si accendano: ovviamente non è bello. E accade soprattutto quando si accumulano provocazioni su provocazioni. Lei, in questo campo, è in prima fila.
    Siccome lei è persona acuta, sarà senza dubbio in grado di sterilizzare ogni accesso di acredine e tirare dritto verso la prossima polemica sulla quale dibattere, divertirci, anche scontrarci.
    Grazie e a presto.

    Staff diPalermo il 06/07/2012 alle 09:28
    (0) (0)
  26. Spett.le Staff ed egregio Gigi.idk mi spiace sinceramente di avere provocato,con il mio intervento del giorno 5/07/2012,le accese polemiche di cui sopra.Devo tuttavia precisare ,che il mio post,sicuramente per mia imperizia nell’uso di un tablet appena acquistato è stato inoltrato,privo di alcune frasi tra il primo e il secondo periodo,con le quali esplicitavo meglio a chi mi riferivo quando scrivevo”Ma andate ancora dietro ai commenti(??)di individui inutili e presuntuosi…”:la mancanza di queste frasi ha stravolto completamente il mio pensiero che è doveroso precisare:
    I commentatori a cui mi riferivo erano quelle persone che intervengono senza fare alcuna analisi e si limitano a scrivere poche parole spesso provocatorie,solo al fine di generare inutili polemiche.
    Sicuramente Gigi.Idk non appartiene a questa categoria
    perchè tutto si può dire ma sicuramente e sempre i suoi interventi non sono mai lapidari e privi di analisi.
    Pertanto se ho generato involontariamente questo equivoco chiedo SCUSA a Gigi IDK e spero che accetti le mie scuse.
    Dico e affermo tutto ciò per rispetto profondo che ho
    per la verità e per le persone .
    In merito alle altre questioni fatte queste precisazioni
    ribadisco che non ho inteso diffamare nessuno.
    Tuttavia siccome mi spiace non assumermi le mie responsabilità,se Gigi ritiene di essere stato da me diffamato,sono pronto a fornire IMMEDIATAMENTE le mie generalità,.mi indichi GIGI come ,in maniera che possa liberamente decidere come chiudere questa vicenda che mi stà procurando tanta amarezza,non fosse altro che quello di giorno 5 luglio era il mio primo intervento su queso Blog.

    bertino il 06/07/2012 alle 11:20
    (0) (0)
  27. Bravo Bertino, mi pare che tu abbia chiarito con onestà.

    Gery Palazzotto il 06/07/2012 alle 13:12
    (0) (0)
  28. Teccà mancia! ;-)

    roberto il 06/07/2012 alle 15:20
    (0) (0)
  29. Datevi la mano

    GIusi battaglia il 06/07/2012 alle 20:22
    (1) (0)
  30. Gentile redazione… “e tirare dritto verso la prossima polemica sulla quale dibattere, divertirci, anche scontrarci”.
    D’accordo.
    Non solo condivido, ma è questo l’interesse, altrimenti che noia!
    Ma tra questo e la “provocazione” ci sono differenze, come ci sono con le diffamazioni.
    Tra l’altro se io entrassi qui per provocare non sarei fiero di me, in genere mi occupo di cose più “serie”.
    Ma so quando scrivo quali potrebbero essere le reazioni, per motivi che non ritengo utile elencare ora. Pero’ i miei toni e il mio modo espressivo in altri posti sono considerati semplici, al limite farebbero… appena sorridere, non urterebbero suscettibilità. Accetto il fatto che i miei post, per alcuni, sono considerati fastidiosi (per varie ragioni!), ma non la diffamazione… ma io oltre che per passatempo, lo faccio anche per passione per una città che seppure viaggio da oltre 20 anni ce l’ho addosso come una cicatrice, e per questo è prevista una certa passionalità fatta di sentimenti contrastanti ma sempre sinceri, altro che provocazione!
    OK; ora sappiamo che Bertino è un new entry, ed ha spiegato i motivi, pero’ sembra uno che conosce il sito da lungo tempo e conosce pure i commentatori, peccato perché avrebbe potuto “sbagnare” in modo utile il nuovo tablet. Come li conosce bene, il sito e i commentatori, “eccheddupalle”, il quale non usa mai quel nick per commentare i temi dei post, finora ho visto solo tre/quattro suoi interventi (con quel nick, ma forse ne ho letti tanti suoi con un altro nick), per commentare me (non ha capito che non sono un tema) o per diffamarmi; e come detto penso (ma non posso esserne certo al 100%) che probabilmente si tratta di un utente habitué che usa quel nick molto fantasioso allo scopo scritto sopra.
    Colgo il vostro invito, ma francamente un po’ mi siddio’, perciò mi prendo una delle solite pause più o meno… brevi.
    Prego la redazione, se lo ritiene opportuno, soprattutto per rispetto nei confronti dell’autrice del post, di cancellare eventualmente i miei commenti che non sono in topic ma solo informazioni e precisazioni (magari dopo che li hanno letti gli utenti “diffamatori” ( :-D ).
    Enjoy yourself!

    P.S. autorizzo Bertino a chiedere alla redazione il mio indirizzo email, gradirei che “eccheddupalle” facesse altrettanto. Perlomeno eliminiamo l’anonimato, con coraggio! anche se il coraggio serve per cose serie.

    GIGI.idk il 07/07/2012 alle 00:32
    (0) (0)
  31. Penso che in molti abbiano usato in modo sbagliato questo Luogo e questo articolo. Quest’ultimo in particolare aveva toni festosi e di ricordi gioiosi, ma perché di fronte a sentimenti positivi alcune persone prendono spunto per lanciarsi addosso accuse ed acredine di ogni tipo? Ritengo che l’amministratore del sito debba immediatamente intervenire quando ci sono degli off topic spostando la discussione, e poi volevo dire a tutti voi che litigate seppure via web, siate generosi e non arroccatevi nelle vostre personalita’ e nei vostri personalismi, ve lo dico con affetto pur non conoscendovi personalmentei.
    A presto Nane

    Papero nane il 08/07/2012 alle 00:45
    (0) (0)
  32. Ma che! Basta che non si offende nessuno e si critica con garbo e costruttività, e non si dicono parolacce, la redazione di DiPalermo non deve censurare niente. E per favore! Ci mancherebbe che anche qua si censurasse. Mamma mia…

    roberto il 09/07/2012 alle 02:05
    (0) (0)
  33. Non parlavo di censura, la parola ed il concetto non affiorano neanche per un istante, riflettevo solo sul fatto che quando un argomentare, qualunque esso sia, va fuori tema, off topic per l’appunto, ritengo necessario ed anche educato che tale discussione venga solamente spostata in quanto non attinente all’articolo che l’avrebbe scaturita, specialmente se ad alimentare certi “dialoghi” sono motivazioni altre e pre esistenti all’articolo in oggetto.
    Buona discussione a tutti.

    Papero nane il 13/07/2012 alle 16:39
    (0) (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

ULTIME GALLERY - GENTE DI PALERMO
Annunci di Palermo

attico pressi politeama

Ruggero Settimo pressi Politeama panoramico appartamento pentavani piano attico settimo con terrazzino con servizio di portineria 24h ed ascensori. Totalmente ristrutturato ed arredato e corredato porta blindata disimpegno pranzo salone doppi [...] [leggi tutto]