Vergogne

L’amaro record mondiale
della Regione Sicilia

Come se i ventunomila dipendenti non bastassero, Lombardo continua a sfornare consulenze, deleghe e commissioni. È normale?
oscar-lombardo

La Regione siciliana ha il record mondiale di dipendenti e di dirigenti. E’, in un clima di generale austerità, un’isola (di privilegio) che isola (predicato verbale) ancor di più un’isola (geografica) sempre alla ricerca di nuovi elementi di bassezza per esibire un’autonomia senza qualità.
E il governatore Raffaele Lombardo nomina con pulsione quasi quotidiana, sforna commissioni, distribuisce deleghe, recluta consulenti. Come se tra gli oltre ventunomila dipendenti non ci fossero competenze specifiche.
Ok, fermiamoci un attimo.
Ventunomila.
Lo sapete quante sono ventunomila persone?
Se le mettiamo in fila otteniamo una coda lunga quasi tredici chilometri. Ogni sessanta centimetri, una persona col suo stipendio e, forse, col suo ruolo. Ad ogni passo, un privilegio. Ma anche una professionalità sottostimata, nel mare magnum della pubblica disamministrazione.
Oggi, nel 2012, la crisi globale si ferma davanti ai portoni di Palazzo dei Normanni. Dentro, tra mosaici e damaschi di inestimabile valore, l’arroganza della politica tenta di confondere le matrici bizantine con i bizantinismi, l’assunzione di responsabilità con l’assunzione per chiamata diretta.
Un tempo si diceva: siamo allarmati, non allarmisti.
Oggi persino l’allarmismo è diventato una forma di legittima difesa.

7 commenti

Scrivi un commento
  1. la sensazione purtroppo è sempre la stessa. Indignazione a misura di sostenibilità, impegno sociale annunciato e sbandierato e poi comodamente riposto, battaglie vere zero assoluto. Certo può sembrare comodo farle dalla tastiera di un computer , un po’ meno dal microfono di una radio, pochissimo dalla prima linea di un piazza piena solo di ” confusioni disorganizzate”. la gente assiste non partecipa e questo continua a fare il gioco dell’ex governatore della sicilia.

    giuseppe bianca il 06/07/2012 alle 11:19
    0    0   
  2. lombardo, il peggio della peggiore sicilia

    dove andiamo? il 06/07/2012 alle 11:22
    0    0   
  3. Il fatto che in regione si siano avvicendati moltissimi assessori la dice lunga sulla finalità del governo Lombardo: distribuire potere a detrimento dell’interesse di questa nostra Sicilia.

    mau il 06/07/2012 alle 12:59
    0    0   
  4. Dal cuffarismo al lombardismo, al peggio non c’è mai fine. A che cosa è servita l’Autonomia Siciliana tanto propagandata dai nostri simpaticissimi politici?
    Oggi tutti ci chiediamo chi alla fine pagherà il conto. E soprattutto come lo pagherà.

    Don Totò il 06/07/2012 alle 17:49
    0    0   
  5. QUELLO CHE ORLANDO NON FARA’ MAI NE NEI 50 GIUORNI NE NEI GIORNI A VENIRE.
    AMIA. SI CONTINUANO A VEDERE I GLI IMMONDEZZAI AGLI ANGOLI DELLA CITTA’ CHE CONTINUANO A MARCIRE PER LA CALURA ESTIVA E SI COMINCIA A VEDERE COME A NAPOLI L’AFFACCIARSI DELLE BLATTE IN MOLTI QUARTIERI DELLA CITTA’ DI PALERMO DAI TOMBINI E DALLE FOGNE, MENTRE GLI OPERATORI AMIA PER LO PIU’ SI VEDONO “CAZZEGGIARE” IN GIRO INVECE DI EROGARE IL SERVIZIO PER CUI ORLANDO IN QUALITA’ DI SINDACO GLI DOVREBBE IMPORRE E NON LO FA’ , MA SI SA CON GLI EX DETENUI ANCHE IL SINDACO DEVE AVERE PAZIENZA E GRAZIA NEL SPIEGARLI QUALI SONO I LORO DOVERI.
    GESIP: IN ATTESA DI VEDERE CHE ORLANDO LICENZI COME DA LUI DICHIARATO IN CAMPAGNA ELETTORALE QUALCHE DIPENDENTE CHE NON LAVORA ,SEMPRE CHE SE LO RICORDI PERCHE LA CAMPAGNA ELETTORALE E FINITA ( MA STIA ATTENTO II SINDACO CHE POTREBBE RESTARE SENZA PERSONALE), COMPRESI I SUOI ASSESSORI , VISTO CHE PER I SOTTOPASSI DI VIA REGIONE SICILIANA IL SUO ASSESSORE AGATA BAZZI A DICHIARATO A TGS CHE A ALTRO A CUI PENSARE, SI CONTINUA HA VEDERE L’ASSENZA DEI “LAVORATORI “CHE LO STATO DEVE CONTINUARE A FORAGGIARE CON L’AIUTO DEL SINDACO CHE LI’ SPACCIA PER TALI MA CHE HANNO DI FATTO ABBANDONATO SENZA CHE NESSUNO DICA NULLA LA PULIZIA E LA CUSTODIA DEGLI STESSI.
    MA SI SA ANCHE LI’ C’E’ DA TRATTARE CON PAZIENZA , GARAZIA E TANTA CORTESIA ALTRIMENTI SONO CAVOLI PER IL SINDACO ORLANDO.
    AMIA ESSEMME: NON PARLIAMO NEPPURE DEI CESTINI PORTACARTA CHE ORMAI DI CARTA NON NE PORTANO PIU’ , IN QUANTO NESSUNO LI’ SVUOTA ( QUELLI RIMASTI INTERIS’INTENDE ) E LA CARTA PER PROTESTA HA PREFERITO STARE SULLA STRADAE SUI MARCIAPIEDI E NON PIU’ DENTRO I CESTINI E ORMAI DA TEMPO PERCHE’ LO SPAZZAMENTO NON GLI FA PIU’ PAURA VISTO CHE IN TANTI QUARTIERI DELLA CITTA’ E’ ASSENTE , PERO’ A QUESTA GENTE GLI STIPENDI ALLA FINE DEL MESE VENGONO EROGATI.
    QUESTE LE PRINCIPALI E ORMAI NOTE EMERGENZE ORMAI DIVENUTE URGENZE DI PALERMO CHE SIA IL SINDACO ORLANDO E I SUOI ASSESSORI PARREBBERO NON SAPERE COME RISOLVERE MA QUESTA E’ STORIA VECCHIA CAMBIANDO L’ORDINE DEI FATTORI IL PRODOTTO NON CAMBIA
    CARO SINDACO BUON LAVORO, SE RIUSCIRA’ A FARLO O SE PER MEGLIO DIRE GLI’ E’ LO FARANNO FARE, MA NEI PROSSIMI 50 GIORNI E PRIMA CHE SCADANO I 5 ANNI DI SINDACATURA DIMOSTRI DI ESSERE COERENTE CON LE PROMESSE E FACCIA LE SCELTE ANCHE IMPOPOLARI PER FAR VEDERE AI CITTADINI DI PALERMO CHE L’HANNO VOTATA CHE LEI NON E’ COME MUSSOLINI IN OCCASIONE DELLA VISITA DI HITLER QUANDO GLI STESSI AEREI SORVOLAVANO IN CERCHIO DIMOSTRANDO DI ESSERE UNA GRANDE FLOTTA MA DI FATTO ERANO SEMPRE QUELLI, OPPURE COME PER ALTRO LEI HA FATTO NEL PASSATO DARE DI PALERMO UN IMMAGINE ECCELLENTE MA SENZA GUARDARE CHE DIETRO LE FACCIATE BELLE DELLA CITTA’ CI SONO I RUDERI DI UN DEGRADO CHE CONTINUA E IMPERA E CHE NESSUNO VUOLE RISOLVERE.

    CARLO il 08/07/2012 alle 15:47
    0    0   
  6. Veramente le blatte ci sono a palermo e non solo, da anni…anni…anni…che c’entra il sindaco? Sia che la città è pulita o sporca, le blatte purtroppo le abbiamo sempre avute. E poi, il consiglio comunale di palermo si è insediato proprio stamattina! (9 luglio). Vogliamo dare il tempo a questa giunta di cominciare a lavorare?

    roberto il 09/07/2012 alle 11:56
    0    0   
  7. Quale e’ la novita’?
    Esiste un comparto produttivo in Sicilia? Quale e’ la Sicilia che produce? E se ci fosse veramente il federalismo fiscale, chi lo pagherebbe lo stipendio a questo esercito di concittadini assunti nelle partecipate regionali?

    Fintanto che anteporremo gli interessi personali (un posto precario da 600/800 al mese) a quelli della comunita’, questa gentaglia sara’ sempre al governo a fare i propri comodi. E’ una svolta culturale che serve.

    Lavoro non e’ posto statale, lavoro e’ uscire di casa e produrre qualcosa.

    Tutto cio’ comunque presto finira’: la Regione e’ quasi in Default, e il federalismo fiscale si appropinqua.
    Loro si fanno forti del fatto che se Roma non paga sara’ guerra civile in Sicilia, senza pensare che a Roma della Sicilia non e’ mai importato nulla!

    Il peggio deve ancora arrivare!

    Luca il 09/07/2012 alle 15:07
    0    0   

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

ULTIME GALLERY - GENTE DI PALERMO
Annunci di Palermo

attico pressi politeama

Ruggero Settimo pressi Politeama panoramico appartamento pentavani piano attico settimo con terrazzino con servizio di portineria 24h ed ascensori. Totalmente ristrutturato ed arredato e corredato porta blindata disimpegno pranzo salone doppi [...] [leggi tutto]