i fatti dopo il ragionamento

Paolo, Agnese, Manfredi In una foto la nostra speranza

di

Sarà perché in estate uno ha in genere più tempo e più voglia di stare fuori casa, sarà perché forse tra una passeggiata e l’altra uno si ritrova a pensare. Sarà per quello che volete insomma, ma un dato è certo: su facebook questa settimana dominano due temi non da poco, alla faccia di chi dice che questa è la stagione della spensieratezza e del disimpegno. Parliamo dell’uomo e della vita, signori.

1) Stare soli con sé stessi comporta un po’ di sana introspezione. Significa, in qualche modo cercarsi: inconvenienti del caso e possibili soluzioni.

2) Quando la donna ricerca sé stessa, è probabile che non resista alla tentazione di comunicarlo al prossimo: le confessioni di Lucy e l’inquinamento acustico. Finalmente qualcuno che fa un po’ di autocritica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3) Altro grande tema della settimana: la vita. Su una bacheca, una mattina, appare un pensiero. Chissà se è una citazione o farina del sacco di chi l’ha postata. Ma, in fondo, che differenza fa? La vita è breve… perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto. E non pentirti mai di qualunque cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangere.

4) Un messaggio decisamente più spicciolo ma altrettanto efficace arriva da Garfield, new entry della rubrica:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5) E questa volta, a chiudere il nostro Pensiero stupendo non sono parole, ma una foto. Anche questa è poesia.

Lascia un commento