i fatti dopo il ragionamento

Le promesse di Ilicic (che speriamo mantenga)

di

I lampi dello sloveno meritano una conferma anche in campionato. È forte, speriamo che riesca a rendersene conto anche lui Ilicic | Blog diPalermo.it

Partita modesta contro un avversario più debole. Se mettiamo da parte il risultato (3-1), direi che ho un altro concetto del divertimento e dello spettacolo. Ma c’era caldo, siamo all’inizio della stagione e sparare giudizi è fuori luogo: nessuno può essere pronto, adesso. Cerco, dunque, una nota positiva: Josip Ilicic. Spero che i gol con il Parma, in amichevole, e con la Cremonese in Coppa Italia siano l’inizio di una serie che porti lo sloveno ad essere la delizia e non la croce del popolo rosanero. I mezzi li ha, finora non li ha usati. E’ forte, si vede che è forte. Potrebbe essere fortissimo. Il Palermo avrà bisogno di lui.

Ieri nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo, Ilicic ha fatto quattro colpi di tacco. E’ fissato con i colpi di tacco. E’ sotto esame, rischia di infastidire tecnico, compagni e pubblico. Lui se ne frega. Ha personalità e lucida follia calcistica.

Gli è sempre mancata la continuità ed il fatto che abbia segnato in due partite di fila è già qualcosa. Ieri ha anche conquistato un rigore e all’83′ l’ho visto rincorrere un avversario. Vuoi vedere che comincia a crederci pure Ilicic?

Altre rapide impressioni. Miccoli (doppietta) è Miccoli e senza Miccoli sarebbero guai. Cetto sa giocare. Garcia non sembra l’erede di Cabrini. Tutto passa da Donati e se lui è lento la palla resta ferma e la squadra resta ferma. Morganella ha un taglio di capelli fenomenale. Sannino sta dando una buona disposizione ad un gruppo che non è fortissimo. Dodicimila paganti rappresentano un bel traguardo perché in campo non c’era molto, nonostante i quattro gol.

11 commenti

Lascia il tuo commento
  • 19 agosto 2012 11:30 Ciao Alessandro, sono contento nel vedere che, il classico cieco entusiasmo del tifoso palermitano, non ti ha preso.Restare con i piedi per terra è importante, ma penso anche che se valutiamo il lavoro che hanno sulle gambe i nostri il caldo e se vogliamo anche il peso psicologico causato dalle contestazioni dei tifosi, nei confronti di squadra e società, con annessa totale assenza di fiducia nei loro mezzi, direi che per una volta potremmo anche dire che la squadra sta reagendo positivamente. Penso sia importante in questo momento trasmettere anche nei confronti dei tifosi in questo momento, passione piú che sarcasmo e scetticismo.
    Detto questo, per me resti il miglior giornalista sportivo di Palermo.
  • 19 agosto 2012 12:36 FILIPPO Grazie per i consigli e per l’apprezzamento.
  • 19 agosto 2012 14:07 Non credo che oggi ci sia cieco entusiasmo del tifoso palermitano. I nemmeno 6000 abbonati (notizia saputa solo tramite mediagol…incredibile come il resto dei media “protegga” e obbedisca agli ordini di zamparini nel non rivelare il numero degli abbonati. Servi di un imprenditore! Cosa molto grave, visto che l’informazione è sacra e dovrebbe essere al servizio del cittadino, oltre che a sua tutela), dimostrano caro Filippo, che ormai il tifoso palermitano non si fa più prendere per il naso.
  • 19 agosto 2012 14:39 Certo perché non abbonarsi significa non farsi prendere per il naso, mentre gli altri 6000 sù tutti cretini. Vabbuò, lasciamo perdere perché si fanno i soliti discorsi patetici di sempre. Preferisco parlare di calcio.
    Non c’è dubbio che ieri non sia stata la partita della consacrazione, ma siamo all’inizio e appena usciti dal ritiro e qualche attenuante va data. Tra l’altro si giocava con una squadra di Lega che si chiude in 11 e non ti fa giocare. Ieri ne hanno fatto le spese Genoa e Sampdoria, perciò non diamo tutto per dovuto.
    E’ giusto cogliere le cose positive come quelle negative in modo da mettere a punto il motore. Le cose positive, Ilicic. Come ha detto Alessandro Amato il giocatore è forte, ma per prima deve capirlo bene lui. Speriamo che Sannino sappia plasmarlo a punto giusto. Miccoli non si discute. Andiamo al resto:
    Garcia non sembra l’erede di Cabrini, ma credo che non sia neanche il titolare, anche se ieri due gol son partiti dai suoi cross, perciò va dato merito anche di questo. Tutto passa da Donati, ma ricordiamo che a centrocampo deve inserirsi anche un certo Rios.
    Sannino sta dando una buona disposizione ad un gruppo che non è fortissimo; vero. Ma questo è proprio quello che ci è mancato l’anno scorso.
    Infine io resto fiducioso e come sempre sarò uno dei “cretini” che continuerà ad andare allo stadio per farsi prendere per il naso.
  • 19 agosto 2012 16:21 Roberto, quando parlo di cieco entusiasmo non mi riferisco alla gente che va allo stadio, io quelli li chiamo Tifosi e non “cretini”.
    E non andare allo stadio non è sicuramente la risposta esatta.
    Io vado allo stadio Perchè amo la mia squadra e la sostengo aldilà di chi sia il giocatore in campo o il risultato finale.
    Invece il cieco entusiasmo è quello di chi al bar,dopo la partita vinta tre a uno non riesce a notare i problemi di una squadra che sta costruendo giorno dopo giorno la propria identità.
    Poi prima di parlare dei giochi di potere del presidente Zamparini vai indietro di qualche anno, e pensa a quando si andava a vedere allo stadio Palermo-fidelis Andria a quando si pregava per arrivare in B e al fatto che la maggior parte delle neo promosse in A retrocedono dopo un anno.
    Troppo spesso polemizziamo sulle scelte del presidente, quando dovremmo pensare al nostro ruolo di tifosi.
  • 19 agosto 2012 18:08 Allora, devo fare l’elenco delle risposte da dare, a chi non ha letto bene quello che ho scritto:
    1) non ho pronunciato la parola “cretini”. Non è da me giudicare le persone, e specialmente per una banalità qual è il calcio. Chi si è abbonato va rispettato come chi non si è abbonato…”cretini”…ma leggete bene quando si scrive???
    2) Se non andare allo stadio non è la risposta esatta, quale sarebbe allora la risposta esatta??? Credo che non abbiamo altri strumenti per fare capire alla società che si prende gioco della nostra passione.
    3) Si si…non dimentichiamoci da dove veniamo, dalla c1…dalla B…BLA…BLA…BLA…soliti discorsi di chi si accontenta (all’infinito pare a questo punto…) di permanere in serie A senza vincere un bel niente
    Io invece voglio contribuire a far capire all’italia calcistica, nel mio piccolo, che zamparini è ridicolo (cosa che già hanno abbondantemente capito in tanti in italia) ma noi palermitani no, visto che non ci facciamo fregare più da lui e non finanziamo più le sue operazioni mercenarie speculando sulla nostra passione.
    Questa è la mia posizione. Non condivisibile, ma rispettabile, come rispetto chi non la pensa come me. E che , ripeto e puntualizzo, NON SONO CRETINI!
    Se voi mi dite di ricordarmi la serie c e la serie b, io allora controbatto invitandovi a ricordare il 29 maggio 2011 stadio olimpico di roma: 46.000 palermitani. Contro poco più di 30.000 interisti.
    Questa è la potenza del nostro tifo, che un presidente imprenditore ma anche con un cuore, avrebbe dovuto vedere. O meglio, l’ha vista, ma LUI si è girato dall’altra parte. E ricordate che per LUI, voi siete “tifosucci” al cospetto dei tifosi della roma e del napoli. Ma quanti tifosi ha portato il napoli per la finale di coppa italia 2012? 46.000? Mmmm…non mi pare…
    E intanto zamparini ci sminuisce sempre…Contenti voi…
  • 19 agosto 2012 18:50 In quei 46.000 ce ne erano almeno il 50% che era lì solo per dire “Io c’ero…” e nulla più. Anche contro la Triestina lo stadio era pieno, come l’anno dopo. Ma poi? Coppa Uefa snobbata, campionato snobbato (ed eravamo ancora ai tempi d’oro) e via via fino ai tempi odierni.
    Il problema è che il palermitano di passaggio non è abituato alla sofferenza (e non solo nel calcio) e perciò appena si addolcisce la bocca, vuole sempre di più (chi picciuli i l’avutri). E ripeto, non solo nel calcio.
    Non hai detto “cretini” ma quando si usano i termini “Voi o Quelli” non si fa altro che usare aggettivi discriminanti.
  • 19 agosto 2012 20:50 Secondo me Ilicic è stato “svegliato” da Sannino.
    Oppure uno si aspetta certe lezioni da un Mutti (un signore, sì, ma troppo gentile nello spogliatoio)?
    Speriamo bene.
  • 20 agosto 2012 13:25 X OLDROSANERO: Old…come la mettiamo? Sai leggere! Questo è un punto fermo. Allora sei distratto: “quelli” nn lo dico mai. “Voi” una volta sola e pergiunta nn nell’intervanto da te contestato, ma nel secondo. Ma come avrei dovuto chiamarvi? “you”? “vobis”? “Se voi mi dite di ricordarmi la serie c e la serie b, io allora…” cosa c’è di discriminante? Tu e Filippo nn siete “voi”? Come avrei dovuto chiamarvi? Nessun insegnante di italiano nella mia carriera scolastica mi ha avvertito che la seconda persona plurale fosse discriminante.
    Poi come fai a dire con certezza che il 50% dei 46.000 fossero li solo per dire io c’ero? E ancora, se snobbavamo la coppa uefa non era forse perchè il primo a snobbarla era il tuo presidente mercenario che lanciava il messaggio subliminale alla squadra che non dovevamo andare fino in fondo in europa?
  • 21 agosto 2012 07:20 Caro filippo ci avete stressato con la storia di chie vedeva la fidelis andria,pocetta biffi,ed oggi cosa vede? Giocatori forti ma molti d voi non sono sportivi,non amano il concetto di sport uguale competizione.Vi ricordate i campionati d serie B,ma avete dimenticato le promesse del putiaro cm ormai lo chiamo io.Vi avrebbe fatto lottare x lo scudetto da li a cinque anni,ed invece visto che molti di voi sono tifosi di vecchia data lo hanno gia’ dimenticato abbiamo lottato nell’ultimo campionato x la retrocessione.Scusate se vi rinfresco la memoria.
    Siete come ha scritto un’amico succubi di presidente che non capisce che l’assenza del tifoso palermitano rappresenta la dimostrazione che non ci puo’prendere in giro basta.
    Spero che molti di voi sappiano leggere e far proprio questo messaggio,che non vuol essere un monito perchi’ segue il palermo anzi chiedere e pretender rispetto, noi amiamo il palermo ma essere presi in giro no.Basta.
    Buona giornata e Forza palermo.
  • 21 agosto 2012 13:52 Si, vero, diceva lottare per lo scudetto di li a 5 anni. Ieri ha detto entro 4 anni champions. Le butta li, così… Promesse sentite e risentite…e mai mantenute!

Lascia un commento