i fatti dopo il ragionamento

Ma che brutto Palermo È subito allarme rosso

di

Troppo forte questo Napoli per i rosa. Hamsik, Maggio e Cavani confermano i timori della vigilia: sarà un campionato in salita

18 commenti

Lascia il tuo commento
  • 26 agosto 2012 23:46

    Beh…chi si era illuso era fuso 🙂 (è una battuta con rima).
    Siamo l’ultima squadra di questa serie a, nel senso che così finiremo non solo in serie b ma anche come ultimi in classifica.
    Il mercante-distruttore-mercenario-senzacuore ha avuto la sua lezione.
    Mi auguro che i rimanenti 9230 si sveglino da questo sonno.

  • 27 agosto 2012 01:14

    cerco argpmenti positivi per risollevare morale dopo partita depressiva

  • 27 agosto 2012 07:53

    Ha ragione Amato quando dice che il Palermo è parzialmente debole. Ma è la parte migliore: l’altra è proprio scarsa.

  • 27 agosto 2012 08:35

    Sicuramente la squadra più scarsa vista in dieci anni.
    E non è che sia scarsa come squadra, sono proprio i singoli che sono, uno per uno, scarsi.
    E non hanno neanche il cuore necessario a perdere senza fare figuraccie.
    Quello che per me rimane incomprensibile è come si può arrivare ad un disastro di queste proporzioni.
    L’unica risposta possibile è (come già malignato in precedenza) diabolica e complottista: una retrocessione progettata con cura per poter mollare, cedendo “giocoforza” i contratti di qualcuno, per poi poter dar via il pacchetto azionario per pochi milioni a qualche raschiatore di fondo di barile.
    Capisco che l’ipotesi appare eccessiva, ma non vedo altre soluzioni all’enigma. Perinetti è uomo di calcio, non ritengo possibile non abbia saputo valutare il valore dei giocatori. E Zamparini non sarebbe nuovo a queste manovre da “galantuomo”.

  • 27 agosto 2012 09:05

    Il disimpegno di Zamparini nel Palermo Calcio non comincia adesso, con l’inaugurazione dell’agognato ipermercato.
    No, è cominciato molto tempo fa, quando ha ottenuto le prescritte licenze amministrative dai burocrati poco accorti che ci hanno governato.
    Semmai il disimpegno di Zamparini nel Palermo Calcio raggiunge oggi l’apice, proprio in concomitanza con l’inaugurazione dell’ipermercato.
    Se riuscite a guardare tutto questo percorso dall’alto, dal momento del suo arrivo, allora si che avrete un quadro chiaro.
    E potrete nitidamente vedere il famoso “progetto” Zamparini, nel quale il Palermo Calcio è solo un mezzo per raggiungere un obiettivo. Un male necessario, un fastidio collaterale, un barile di oppio per politicanti populisti a caccia di un sogno da cavalcare e soprattutto per il popolo bue, costituito da centinaia di migliaia di clienti. Pardon, tifosi…

  • 27 agosto 2012 09:40

    Nessuna sorpresa: questo passa il convento (Zamparini)

  • 27 agosto 2012 11:11

    E’ seriamente arrivato il momento che qualcosa si muova: non si può più stare inerti aspettando di sprofondare nel baratro. Tutti, dalla tifoseria alla stampa devono cercare di invertire questo trend: il Palermo in serie A è un patrimonio di tutti dal cittadino comune, che ama il calcio per passione, all’operatore di informazione che con i rosa nella massima serie ha maggiore visibilità e maggiori stimoli rispetto a quando si giocava a Nocera Inferiore o a Fermo. Quindi, c’è bisogno di una sana e civile contestazione della tifoseria organizzata e di un intervento più massiccio della stampa. Qui o si critica apertamente Zamparini con la (seppur remota) possibilità che intervenga minimamente sul mercato per rinforzare questa squadra scandalosa o la partita di ieri sarà solo l’inizio di un’Odissea già scritta.
    Caro Alessandro anche voi della stampa fate capire a questa società che così non si può andare avanti e che tutti noi siamo stanchi e preoccupati per una situazione insostenibile. Il presidente dice sempre che bisogna far quadrare i conti per evitare il fallimento, ma con le sue azioni (l’ultima fermare un acquisto già fatto, quello di Mesbah perché prima bisogna cedere, lasciando così la nostra fascia sinistra in balia del Napoli) sta andando incontro al più grande dei fallimenti, la serie B.
    La nostra futura destinazione può essere solo quella con gente come Ujkani incapace di saper fare un rinvio con tutto il campo a disposizione; Munoz, che non ha la qualità per giocare in serie A così come Barreto e l’odierno Donati, una lumaca in un mondo fatto da auto di Formula Uno.
    Si faccia un bell’esame di coscienza di Zamparini e se lo facciano tutti: o si agisce una volta per tutte o ci rassegniamo, il peggiore dei comportamenti di un essere umano.

  • 27 agosto 2012 12:00

    della partita salvo solo una cosa, l’atteggiamento di sannino ai microfoni, raramente si è visto un allenatore che analizza così bene una figuraccia, forse solo guidolin.. sono cose che a palermo non vengono apprezzate, infatti al momento opportuno il paron e tutti gli altri (quelli che si mangiarono mangia e via discorrendo) glielo rinfacceranno, ma a me è piaciuto almeno dal punto di vista umano. Il materiale è infimo, tutta gente che si è fatta retrocessione su retrocessione. Sicuramente ci vuole un organizzazione migliore. Per esempio Miccoli è troppo lontano dalla porta.

  • 27 agosto 2012 13:20

    Non vorrei apparire né il solito saputello del giorno dopo, né tantomeno il dietrologo ad ogni costo.
    Uscendo dallo stadio ieri sera (in anticipo, mi sono per fortuna perso il gol di Cavani) avevo una sensazione negativa, non legata alla prestazione o al risultato, ma a qualcosa che non quadrava, o forse che quadrava fin troppo bene.
    Ma, passata la sbornia, fare due conti facili facili viene naturale, anche se il risultato è deprimente.
    I dati di fatto sono:
    1) Il centro commerciale è fatto, va male malissimo, l’investimento è da tracollo.
    2) Il secondo affare (i 700 appartamenti) è vincolato alla legge approvata in una camera, ma in attesa (lunga) dell’altra, suscettibile di modifiche. In ogni caso serve un investimento forte, che non arriva dal centro commerciale. In ogni caso il mercato immobiliare è e sarà inesistente a lungo. Gli arabi non ci sono cascati.
    3) Il presidente tifoso, da un annetto non pontifica e blatera più, ha nominato un vicepresidente-DS-banditore, e ha bloccato ogni transazione in entrata, tranne quella di Dybala (non funzionale alla squadra, ma mirata ad una plusvalenza immediata).
    4) La politica sportiva è di smobilitazione delle mancate plusvalenze (giovani promesse mancate) e di ingaggio di scarsoni bolliti senza mercato (vuoti a perdere). Sia Zamparini che il liquidatore Perinetti sono coscienti del valore nullo del parco giocatori.
    Tranne Miccoli, gli altri giocatori ancora attivi sono andati via o in procinto di andare (dovunque, basta che se ne possano andare). Miccoli sarà l’involontario pegno per evitare una immediata rivoluzione?
    Rifondazione? Non credo proprio, piuttosto riduzione del valore del capitale societario, (altrimenti la cessione della società risulterebbe impossibile) e disimpegno per motivi di età e di salute, nonchè ingratitudine dei tifosi.

  • 27 agosto 2012 15:20

    Vorrei tanto capire:ma perche’ pensate sempre chi arrivera’ dopo Zamparini?e anche se nn arrivasse nessuno e andremmo in serie B dove sta il problema.Meglio la serie B,che Zamparini che continua a prenderci per i fondelli in continuazione(arabi,champhions,squadra piu’ forte di sempre).Raga,ma ci vogliamo ribellare una volta per tutte.Vogliamo farla una dura contestazione?

  • 27 agosto 2012 15:26

    Bisogna oragnizzare un mega-striscione in gradinata contro zamparini. Così lo vede tutta Italia. Ma non bla bla bla, si deve fare!!

  • 27 agosto 2012 17:58

    vorrei fare un appello alle tifoserie organizzate che tanto fanno per i colori della nostra maglia…..
    a voi che fin dai tempi del palermo dei picciotti e anche da prima, unite le vostre forze ed organizzate una mega contestazione contro un presidente venuto dal nord per “conquistarci” e con il progetto di venderci al migliore offerente. facciamogli capire che i palermitani non pendono dalle labbra di nessuno e che preferiscono avere una squadra in una serie minore piuttosto che essere umiliati giornalmente da una banda di faccendieri. noi siamo i tifosi più corretti che la serie a abbia mai avuto, quante volte abbiamo applaudito gli avversari anche quando ce le davano di santa ragione, anche ieri i commentatori di mediaset ci hanno elogiato nell’occasione del gol di cavani. quindi è anche merito nostro se il palermo è una squadra rispettata nelle stanza dei bottoni. curva nord e curva sud unitevi, non i fate comprare, perchè chi vi compra oggi vi vende domani!!!!!! orgoglio siculo

  • 27 agosto 2012 18:35

    sta racimolando gli ultimi spiccioli prima di portarci li, dove ci prese..;
    70 milioni piu le vendite di Balza Pinilla Silvestre Cassani ecc ecc e non riesce a trovare undici elementi degni di giocare in serie A? si è legata al dito la storia di Delio!!!
    PS io l’operazione viviano non l’ho capita( anzi si)
    pagare 8 milioni un portiere in cui si crede e regalarlo a della valle… e noi ci ritroviamo con un portiere di Quarta serie!

  • 27 agosto 2012 19:16

    Ragazzi organizziamo questa contestazione,e’ ora

  • 27 agosto 2012 20:08

    dopo una giornata di campionato siamo già alla contestazione?

  • 27 agosto 2012 21:09

    X CARMELO: Carmelo, ma dici vero?? Ti rivolgi proprio ai tifosi organizzati che sono prezzolati da zamparini?
    Loro si battono il petto che sono “ultras”, ma sono proprio loro i più venduti. Non faranno mai niente. Almeno la curva nord.

  • 27 agosto 2012 21:11

    Per questo nel mio intervento iniziale ho detto “uno striscione di protesta in gradinata”, perchè la curva nord manco la prendo in considerazione.

  • 27 agosto 2012 22:18

    ragazzi…se avete letto l’ultima frase del mio messaggio, potrete intuire che anch’io sono a conoscenza di certe dinamiche all’interno delle tifoserie, però non credo che tutta la curva nord e sud sia “stipendiata”. il messaggio deve essere forte e, secondo il mio modesto parere, serve soprattutto l’aiuto della tifoseria vicina al presidente in modo da fargli tremare la terra sotto i piedi. perdendo il consenso dei discepoli a pagamento qualche campanellino d’allarme dovrebbe risuonare nelle sue avide orecchie.

Commenti chiusi