i fatti dopo il ragionamento

Il Palermo non esiste più Attenti, si rischia il tracollo

di

Sconfitta senza attenuanti anche all’Olimpico contro la Lazio. Difesa inguardabile, ma è tutta la squadra a non avere né capo né coda

42 commenti

Lascia il tuo commento
  • 03 settembre 2012 08:42

    Buongiorno,
    è evidente che sarà un’annata di sofferenza.
    Fin dall’inizio avevo detto che quando Zamparini vuole fare il DS i risultati sono pessimi.
    La prova? Cetto, Uhicani, Garcia. Tutti cavalli di ritorno che il presidente ha voluto al posto di Viviano, Silvestre, Balzaretti.
    Vedendo i nomi in campo ieri . veniva lo sconforto. Non perchè dall’altra parte ci fossero grandi campioni, tranne Klose ed Hernanes, ma perchè si vedevano buoni giocatori – alla portata del Palermmo – che con un minimo di lungimiranza avremmo potuto acquistare senza spendere i fantomatici 12 milioni per Dybala.
    e’ dalla finale di Roma che Zamparni sta distruggendo il giocattolo che lui stesso ha creato.
    Mi pare come quei bambini che a un certo punto, si portano via il pallone per non fare giocare nessuno. Patetico. Nulla di più e nulla di meno.
    Oggi parliamo di serie B, mentre lui e Perinetti ancora vogliono farci credere che il giocattolo sia integro. Il giocattolo non esiste più. E la colpa non è dei tifosi.
    Mi aspetto dai veri”tifosi” della curva nord, quelli per cui gli altri non valgono nulla, una contestazione in piena regola nei confronti di Zamparini. Loro che sono i “veri tifosi” cosa faranno? Ancora una volta applausi e ” grazie presidente” oppure fischi e gridare ” vergogna, vergogna”.?
    Mi aspetto che i giornalisti lo crocifiggano alle conferenze stampa, avendo il coraggio di lasciarlo lì solo a pontificare, invece di ascoltarlo come tante pecore.
    Nessuno qui è fesso, e non tutti siamo ” ragazzini di ventanni”. C’è gente che ha pianto quando il Palermo è stato radiato.
    Presidente, lei dov’era quel giorno? Dov’era quando il Palermo giocava in C2?
    Lei ha visto un buon investimento, dopo che Venezia , stava diventando una sede indigesta.Troppi tifosi che la contestavano, come mai?
    Meglio andare a fare il salvatore in Sicilia, e poi alla fine, quando si è rientrati da tutti gli investimenti, arrivederci e grazie.
    A proposito, da quale circo è andato a prendere gli Arabi? Pensa davvero che tutti le abbiamo creduto?
    Nonostante le sue parole arroganti ” io non devo nulla”, chi si è abbonato ( pochi è vero, ma certo a lei non interessa scoprire il perchè) , lo ha fatto perchè aldilà di lei, della sua presunzione, della sua arroganza, il Palermo resterà sempre. Anche in C2.
    Adesso cosa c’è da fare?
    Abbiamo Cagliari e Pescara. Sei punti alla nostra portata. Sono queste le sfide decisive per quest’anno. Rassegnamoci.
    La dismissione si sta avvicinando. Mi aspetto parole come ” disaffezione dei tifosi”, “io ho dato tanto” ” non siamo la juve” ” mi sento tradito”…
    Se dovessi sbagliarmi, sarei il primo ad essere contento.
    Speriamo…

  • 03 settembre 2012 09:35

    Solo un esaltato come Zamparini può pensaree di fare un buon campionato con Ujkani, Cetto, Von Bergen e Garcia in difesa.

  • 03 settembre 2012 11:45

    Alessandro, i campanelli d’allarme dovevano suonare almeno dopo Lecce-Palermo 2-4 di due anni fa, quando, col Palermo ad un paio di punti dalla zona CL, Zamparini pensò bene di attaccare in maniera allucinante Delio Rossi, che con quella squadra non di fenomeni (Munoz c’era già allora e si giocava senza regista a centrocampo) stava facendo miracoli. La stampa palermitana, invece (parlo generaliter non personaliter), con Zamparini ha sempre avuto un approccio molto soft, da intervista a Garinei e Giovannini piuttosto che al presidente di una azienda che ricava, ancora oggi, più di 70 milioni di euro all’anno e che sbaglia da un pò di tempo in maniera quasi scientifica tutto quello che c’è da sbagliare, dalla comunicazione alle operazioni di mercato.

    Ora la stampa palermitana continui a chiedergli delle gite in taxi a Montepellegrino o dei cerchi di grano lasciati dagli ufo, perchè ormai i buoi sono scappati.

    Ciao.

  • 03 settembre 2012 11:50

    Zamparini si comporta esattamente come tutti quelli che, da secoli, fanno i loro interessi in Sicilia, approfittando dell’inazione dei siciliani; buoni solo a lamentarsi, nel migliore dei casi a inciuciare (tramite servilismo, e “allisciamento pelo” per ricevere piccoli doni).
    La stessa cosa avviene in politica: discussioni ininterrotte sulle alleanze che non c’entrano nulla con la vita dei cittadini, lamenti, ma poi vanno a votare gente che non c’entra niente con la politica. Autorizzano i politici come autorizzano Zamparini a usarli come numeri.
    Il colmo è che ci si crede i migliori e i piu’ intelligenti, addirittura c’è chi ha coniato “ombelico del mondo”; da ricovero immediato.

    Attualmente mi trovo in Svezia dov’è venuto a vivere mio figlio, stento a credere che tutto ciò – l’interpretazione e lo svolgimento della vita sociale in Sicilia – possa essere realtà.

  • 03 settembre 2012 11:56

    eppure, von bergen ha un cognome da giocatore forte…

  • 03 settembre 2012 12:22

    come dare torto ai commenti di prima?Io ho resistito, ho detto “aspettiamo”, ma in cuor mio sapevo che gli elementi in forza al Palermo non sono cosa, ma manco in prima divisione. E’ vero che Zamparini mette i soldi e lui decide, ma è anche vero che il Palermo rappresenta una città ed i suoi tifosi. Quindi Zamparini si decida e parli chiaro: vuole fare una buona squadra (non necessariamente da alta classifica)ok, se vuole scendere in b….ok lo stesso. MA SIA CHIARO E LO DICA!!

  • 03 settembre 2012 12:27

    MASSIMO PULEO Grande!!!

  • 03 settembre 2012 12:29

    In effetti se avesse voluto solamente ridurre il monte ingaggi (con le cessioni di Sirigu, Viviano,Cassani, Silvestre, Balzaretti; Nocerino, Pinilla, e scusate se ne dimentico qualcuno) avrebbe potuto raccattare qualche onesto giocatore da A con molto poco, senza rischiare la retrocessione. E non lo reputo così diabolicamente intelligente da aver fatto i conti con il vantaggio di punti sulle penalizzate, e con la presenza di squadre ancora più scarse, come ad es. il Pescara.
    Mi pare a questo punto probabile che, a causa di recenti problemi finanziari, abbia pensato di realizzare un utile netto da intascare direttamente. E comu finisci si cunta.
    Se così fosse sarebbe giusto adornarlo di frutta e uova. Non fresche.

  • 03 settembre 2012 12:29

    ma l’avete sentito “sannino deve fare giocare giocatori più tecnici come hernandez” intellettualmente SIAMO ALLA FRUTTA, sportivamente abbiamo incontrato napoli e lazio che insieme ad altre 10-12 di serie a ci fanno mangiare la polvere, col cagliari è già finale (non di coppa italia..)

  • 03 settembre 2012 12:37

    Intanto io ritornerei al 4-3-1-2…Molto più affidabile, con Ilicic dietro, Miccoli e uno tra Hernandez e Dybala in avanti. Centrocampo Rios, Barreto e Giorgi. Difesa: Pisano, Labrin, Von Bergen e Mantovani (quando rientra).
    Sia col Napoli che contro la Lazio, le fasce laterali sono state autostrade per gli avversari e a parte il 2° gol di ieri, i gol li abbiamo presi con cross degli esterni liberi di fare quel che vogliono.
    Poi bisogna anche capire perché, dei professionisti, non siano neanche capaci di fare un passaggio a 3 metri…e non parlo di uno o due, ma di tutti (tranne Miccoli a cui non arriva un solo, dicasi UNO, pallone). Neanche nei dilettanti si vedono certi obrobri.

  • 03 settembre 2012 12:45

    I tifosi sono proprio ingrati. Quelli del Palermo dovrebbero ringraziare Zamparini per sempre.

  • 03 settembre 2012 13:07

    per sempre sempre sempre sempre..

  • 03 settembre 2012 13:28

    FABIO E TEMPLARE: i più bei commenti. Ma anche gli altri non scherzano. OLDROSANERO E SPIDERMAN: i peggiori, nel senso che non li condivido per niente.
    Ma noto con piacere che ormai il 90% dei tifosi ha capito…..
    In particolare TEMPLARE cita l’episodio chave, che ho rimarcato anche io più volte: quello del 2-4 a lecce.
    Da li sono diventato da fan si zamparini a antizamparini.
    Chi cita poi i tifosi di curva nord, però, mi sembra un po ingenuo: quelli non contesteranno MAI il presidente. Sono stipendiati da lui. Ma spero di sbagliarmi e che la contestazione parta proprio da loro.

  • 03 settembre 2012 13:38

    @Roberto. Sono d’accordo con te per quanto riguarda la curva nord.
    Infatti il mio commento era ironico….

  • 03 settembre 2012 13:57

    X FABIO: ok, non avevo capito l’ironia…

  • 03 settembre 2012 14:22

    @Alessandro era una battuta!
    In ogni caso dietro questo Palermo secondo me c’è un progetto: questa è una squadra costruita per retrocedere

  • 03 settembre 2012 14:24

    ilicic capitano mi ha fatto andare di traverso la pizza

  • 03 settembre 2012 14:31

    Roberto, non è vero che a Te non piace il mio commento, non ti piaccio io. E meno male, mi sarei potuto anche preoccupare.

  • 03 settembre 2012 14:59

    X OLDROSANERO: Old, sono pietrificato dal tuo intervento. Non ti rispondo perchè non saprei da dove cominciare. Ma come potresti poi nn piacermi se manco ti conosco??
    Cmq…andiamo avanti…
    Io semplicemente nn condivido il tuo commento. Tutto qua. Come nn ho mai condiviso il 99,9% dei tuoi commenti. Ma sarebbe brutto se si fosse tutti sempre d’accordo, e anche noioso. Ma trovo allucinante che tu critichi squadra e allenatore senza nemmeno sfiorare la società, punto e basta. Del resto ti rendi conto che se i giocatori sono scarsi non gli puoi chiedere di più? E che la responsabilità di questi acquisti sia della società? Ti rendi conto? O no??

  • 03 settembre 2012 15:23

    Certo che mi rendo conto di chi è la responsabilità. E che devo fare, continuare a piangerci addosso come non si fa altro da un paio d’anni a questa parte? Io non posso fare nulla economicamente e l’unico mio ruolo è quello di tifare per il Palermo e se non mi piace, cambio sport. Cerco solo di parlare di calcio giocato a prescindere di chi sta in campo.
    I commenti perseveranti nei confronti di questo e/o di quello non mi sono mai piaciuti.
    Anch’io ne sarei felice se in Società si cambiasse aria, ma dietro c’è il vuoto. Vuoto inteso che non c’è un solo imprenditore palermitano e capace che gli tolga il timone, perciò forse è questo quello che ci meritiamo.
    Che poi non c’è bisogno di guardare solo il calcio in questa città. Dimmi a Palermo cosa funziona?
    E allora io mi consolo di parlare di calcio giocato…nel bene e nel male.
    P.S. Dire che il 99,9% dei miei commenti non ti piace è quanto dire.

  • 03 settembre 2012 22:08

    Alessandro, ho la vaga impressione che alla fine del mese il Sig. Sannino si dimetterà, e il nostro presidente richiamerà Delio Rossi!!

  • 03 settembre 2012 22:39

    X OLDROSANERO: I commenti perseveranti nei confronti di questo o di quello…d’accordo. Ma anche tu perseveri parlando di tattica e giocatori, come io parlando della società. Dunque ognuno persevera nel parlare di chi vuol parlare. E credo del resto di avere il diritto di dichiarare pubblicamente che certi tuoi interventi non li condivido. Come tu puoi farlo nei miei confronti. Che è ben diverso però dall’avercela con una persona, in questo caso tu, o addirittura dal non piacermi quella persona sol perchè non siamo d’accordo.
    Io, malgrado non condivida il tuo modo di vedere, ti rispetto, e non credo di aver dimostrato il contrario. Poi, che ci siano pareri contrastanti tra noi frequentatori del sito, è solo una cosa positiva. Ripeto, sarebbe noioso e poco interessante se tutti fossimo dello stesso parere.

  • 04 settembre 2012 09:41

    sento parlare tutti ,ma avete dimenticato quanto criticavate munoz ,un campione a confronto di Cetto .
    Milanovic e labrin,io farei giocare loro.
    Cosa importantissima leverei Ujcani semplicemente vergnoso,in panchina il portiere lo abbiamo.
    Usiamolo

  • 04 settembre 2012 09:45

    Zamparini da comiche: Sannino ha capito che la squadra ha ancora il metodo di lavoro di Delio Rossi.

  • 04 settembre 2012 10:37

    Da comiche? Ha solo spiegato che forse sta squadra giocherebbe meglio con il 4-3-1-2. Lo dice anche Brandaleone nel suo commento.
    Amato sempre critico, poi il primo a salire sul carro! Faccioli!

  • 04 settembre 2012 11:29

    PIPPO La prego di risalire cinque centimetri più su… Se trova un appunto sui moduli le diamo un premio. Se invece riesce a spiegare cosa c’entra Delio Rossi nelle attuali difficoltà rosanero le diamo due premi. Sempre che lei, dall’alto della sua indiscussa superiorità, sia disposto a confrontarsi con un facciolo.

  • 04 settembre 2012 11:49

    il metoo di lavoro nel senso di numeri, di schemi. Io la leggo così. Siete faccioli perché vi divertite a insultare il Palermo. Quando poi va bene la squadra non pronunciate una parola. Ma forse anche lei signor Amato è intervista come Massaro che fa pubblicità su questo sito. Cosa bisogna aspettarsi d’altro?

  • 04 settembre 2012 12:18

    PIPPO Lei legge così? Ma dove lo legge? Si rende conto di quel che scrive? Sono interista? Guardi che lei ne spara di clamorose…

  • 04 settembre 2012 12:54

    Pippo se zamparini avesse fatto riferimento al sistema di gioco (4312)lo poteva fare tranquillamente senza menzionare delio rossi, a 2 anni di distanza sono cambiati tutti i giocatori a parte miccoli. Quindi i giocatori attuali non sono mai stati allenati e ne tantomeno conoscono i metodi di lavoro di delio rossi.
    Un’altra cosa sarebbe stata se avesse affermato che in base all’organico a disposizione di sannino il 4312 è il modulo che si addice di più. Molto probabile invece che zamparini si riferisse ai soliti problemi della fase difensiva…

  • 04 settembre 2012 13:06

    Non intervengo per difendere Alessandro Amato, sia chiaro. Lui nn ha proprio bisogno di difensori.
    Ma intervengo per dissentire da Pippo.
    Il signor Pippo forse fa parte della ormai sparuta schiera di ipno-fan di zamparini? Amato interista? Sembra un affermazione, per la sua squinternatezza (si può dire?) proveniente dal cervello di zamparini. Come sembra tutto il resto di quello che dice lei, Pippo, proveniente dal cervello di zamparini.
    E poi, Signor Pippo, ancora si attacca ai moduli…agli schemi…ai giocatori, non l’ha capito che sta squadra non ha in ogni caso, cmq la metti in campo e con chiunque la metti in campo, dove andare? Non l’ha capito che il suo grande presidente la sta liquidando e la sta volutamente portando in B?

  • 04 settembre 2012 13:10

    Ma come parla ‘sto Pippo. Bannatelo, questo gran pezzo di ignorante!

  • 04 settembre 2012 13:18

    Pippo, ti do una notizia. Non solo faccio pubblicità su questo sito, ma io per questo sito ci lavoro pure. Per il resto sì, amico mio, sono un meraviglioso esemplare di interista.

  • 04 settembre 2012 14:53

    Antonio Maglie ci è andato giù duro con zamparini sul corriere dello sport, mi auguro ora comincino a farlo i nostri giornalisti locali.

  • 04 settembre 2012 15:47

    Anhe secondo me la squadra è scarsa. Pazienza sappiamo che sarò un anno di transizione. Attacco chi come amato attacca a prescindere il presidente per poi arruffianarlo quando è in diretta da lui.
    A.B. io non offendo, tu si.
    Massaro, lasci stare allora nel parlare al plurale quando parla del Palermo. Lei tifa inter, non Palermo quindi non dica “noi tifosi” o noi quando parla della mia sqiadra.

  • 04 settembre 2012 16:16

    XPippo …..non puo’ non vedere la verità….qui non si parla di faccioli o non faccioli,qui si discute di un uomo piccolo piccolo che prende in giro una città ,ahime, morta che non ha il coraggio di reagire a nessuna malefatta

  • 04 settembre 2012 16:23

    Ribadisco. Senza Zamparini il Palermo sarebbe ancora in B. O in C. L’ingratitudine è una brutta bestia.

  • 05 settembre 2012 01:14

    X SUPERMAN: supponiamo che lei fosse figlio adottivo. Suo padre, il padre adottivo appunto, l’ha salvata dalla miseria di un villaggio del Bangladesh.
    Suo padre dunque l’ha portata da una vita di estrema povertà ed estremi stenti, ad una vita di pieno benessere. Non le manca niente. Anzi, una cosa le manca: il rispetto. L’amore.
    Infatti dopo i primi anni che suo padre l’ha cresciuta bene, non facendole mancare niente,e dandole l’illusione di amarla, all’età di 15..16 anni cambia atteggiamento, e pur non facendole ancora mancare niente di materiale, la tratta come uno schiavo: la obbliga a lavorare 12 ore al giorno nell’azienda di famiglia, le impedisce di avere una sua vita privata, le vieta di vedere amici (il tutto sotto ricatto),ecc…vita privata zero. E quando lei cerca di avvicinarlo per capire, lui la scaccia con disprezzo. Lei ora si accorge che agli occhi di suo padre è solo quel tassello che gli mancava per potere mandare avanti un azienda che altrimenti era destinata a sopravvivere per poco tempo. Insomma, la sua “salvezza” dalla miseria, lei a questo punto capisce che non era dovuta ad un gesto di amore, ma ad un gelido calcolo di un imprenditore senza cuore. Lei presto capisce che suo padre non la ama, ma la sta sfruttando, e il tutto era già pianificato sin dal primo giorno in cui suo padre la sottrasse alla miseria. E questo va avanti per anni..anni…anni…finchè lei esausto è ad un bivio: rimanere con suo padre ed essergli per sempre grato, malgrado tutto, o scappare, mandarlo a quel paese (tanto, a lui, dal punto di vista affettivo non gliene fregherebbe un bel niente della sua fuga ). Lei riflette , e arriva alla conclusione che la gratitudine avrebbe avuto un senso, anche alle stesse condizioni di vita sacrificata e di privazioni, solo se nel cuore di suo padre ci fosse stato comunque amore per lei. Ma dal momento che lei si rende conto che suo padre prova il nulla nei suoi confronti e la vede solo come una forza lavoro,e la disprezza pure, ha senso tenere vivo un sentimento di gratitudine nei suoi confronti? Lei conclude che no, non ha senso. Non ha senso perchè suo padre non l’ha sottratta alla miseria per amore, ma per puro tornaconto personale. La gratitudine è verso chi fa qualcosa per noi disinteressatamente e comunque senza poi provocarci un male successivo. E per di più, la gratitudine è in grado di apprezzarla chi ha sentimento, chi ha amato, e suo padre, non avendo sentimenti e non avendola amata, non apprezzerebbe questa gratitudine da parte sua (anche farebbe leva su questo suo sentimento di gratitudine per trattenerla, rinfacciandoglielo), perchè non avendo un cuore, non può sentire ed apprezzare questo bellissimo sentimento. Allora, lei, dopo aver fatto queste deduzioni, scappa!
    Mi dica, non farebbe così? Ora , Zamparini è come il padre dell’esempio che ho fatto, e noi tifosi siamo il figlio.
    Che senso ha avere gratitudine verso uno che se ha portato il palermo in serie A e ci ha dato la gioia di battere le strisciate, lo ha fatto non per amore del popolo rosanero, ma per un proprio tornaconto personale?

  • 05 settembre 2012 09:04

    A chi ringrazia Zamparini ad oltranza, semza spirito critico, faccio notare che avere un presidente non tifoso, porta a quello che sta succedendo. Mercato ridicolo, affermazioni da dimenticare e una sensazione di dismissione strisciante.
    Smettiamola con dire che senza Zamparini saremmo ancora in serie B. Lo sappiamo, ma anche lui con il Palermo ha avuto vantaggi economici e non. Sembra quasi che sia sceso in Sicilia come un novello Garibaldi per liberarci dalle serie ineferiori, e non come imprenditore che aveva bisogno di trovare nuovi sbocchi economici.
    Poi, una cosa è la gratitudine, altro è il diritto di critica legittimo, visto che alla fine come tifoso e abbonato porto i miei soldi alla Palermo Calcio.
    Zamparini ha sbagliato. Sbaglia dalla finale di Coppa Italia, dalla ridicola sceneggiata dello sceicco, dal non avere capito che i quarantamila di Roma meritavano di più, che le solite chiacchiere da imbonitore.
    Dice di avere speso 26 milioni. Se è vero, li ha spesi male.Ha preso tanti pacchi, che adesso non sa come sbarazzarsene.
    Ha venduto male ed ha comprato peggio. Ha mandato via allenatori che avevano dato un gioco e pensavano di creare qualcosa di buono: Guidolin, Ballardini, Delio Rossi.
    Ha litigato con quasi tutti i DS che ha avuto, in quanto ha sempre creduto di saperne più di loro.
    Non accetta le critiche, ma si circonda solo di persone che gli danno ragione.
    Le ultime esternazioni sono un insulto ai tifosi, in fondo a lui non interessa nulla di noi, i suoi principali interlocutori.
    “Ma se va via , non esiste nessuno che lo può sostituire.” Questa è la giustificazione più umiliante che ho sentito in giro.
    Il fatto che in questi anni, Palermo non sia stata in grado di produrre una figura di rilievo o una forma di azionariato popolare, come il Barcellona, che potesse prendere in mano il Palermo Calcio, non deve essere la motivazione di doversi tenere per forza qualcuno, che invece ci vede come un limone da spremere per poi salutarci con arrivederci e grazie.
    Allora stiamo zitti e facciamo finta di niente, perchè ” sempre allegri bisogna stare” come diceva Dario Fo.
    Se Zamparini tiene ancora al progetto Palermo,allora lo dimostri con i fatti e non con le parole.
    Altrimenti passi la mano. I veri tifosi resteranno, così come sono rimasti dopo la radiazione e la serie C.
    Sono i presidenti a passare. Nel bene e nel male…

  • 05 settembre 2012 09:21

    Roberto, Fabio, vi rispondo così. Tifo Inter e guardo sbigottito agli ultimi due anni di gestione del presidente Moratti. Ha distrutto la squadra del triplete imbottendola di giocatori acerbi o inadeguati (problemi di soldi, e vabbé). Il risultato è che questa squadra, con questo allenatore, torneranno a vincere di nuovo qualcosa fra 150 anni. Detto questo, gli anni di Mourinho mi ripagano di tutte le sofferenze passate e future. Moratti era e resta il mio presidente, guai a chi lo tocca. La gratitudine si dimostra così, il resto sono chiacchiere. Tenetevi stretto Zamparini, ci sta un passaggio a vuoto. A meno che non rimpiangete i fulgidi anni di Ferrara.

  • 05 settembre 2012 09:41

    @Superman: Moratti è un presidente tifoso.Magari Zamparini fosse come lui..
    Poi, scusa, anche a me piacerebbe trovarmi , in un periodo di crisi, con Cassano e Palacio.
    Io non rimpiango Ferrara, ma da qui a non criticare Zamparini quando sbaglia, ce ne corre…
    Senza polemica.

  • 05 settembre 2012 14:52

    X SUPERMAN: superman, ma che paragoni mi fai??? L’inte ha vinto trofei importantissimi in questi anni…e ‘nca grazie che hai gratitudine malgrado per ora il periodo no dell’inter (ma non mi dire che rivincerà tra 150 anni, sennò mi “futtu i ririri”…). E poi Moratti appunto ha regalato grandi trofei ai tifosi nerazzurri, è dunque un “padre” che ha dimostrato amore nei confronti dei “Figli” tifosi. Zamparini no. Il concetto è semplice.

  • 05 settembre 2012 21:35

    Ciao a tutti,sono un tifoso accanito del Palermo, e questa è la mia riflessione su questa situazione, allacciandomi alla concezione, secondo me basilare, del “Presidente tifoso”. Zamparini non è mai stato tifoso del Palermo e i palermitani lo devono sapere. Lui è venuto qui perchè è un imprenditore che ha avuto il fiuto di poter fare grandi affari in Sicilia, in una piazza come Palermo dove il calcio scorre nelle vene dei palermitani. Noi l’abbiamo sempre saputo, inutile negarlo. Dunque non ha senso difenderlo ma tanto meno attaccarlo, perchè lui ha dato molto alla città rosanero. Ha dato la serie A che mancava da mezzo secolo, ha dato giocatori di grosso calibro anche se solo per qualche anno. Non attribuisco a lui il merito della finale di Coppa, poichè quella è da attribuire solo a Delio Rossi. Ragazzi, il suo progetto è stato portato a compimento ed il fatto di aver anche dato, per certi momenti, grosse soddisfazioni ai tifosi, lo rende quasi immune da critiche, se non fosse per il suo “parlare assai” in conferenza stampa. E’ meglio ricordare Zamparini come colui che ci ha riportato in serie A, non come colui che farà alzare trofei o ci porterà in CL. Non è nei suoi progetti e non è nel suo animo perchè ripeto, non è un TIFOSO, è un imprenditore. Mi chiedo dove siano invece i palermitani con i soldi…quelli che potrebbero essere davvero dei Presidenti-Tifosi.

Lascia un commento