i fatti dopo il ragionamento

Palermo, l’Apocalisse dopo un giorno di pioggia

di

Pochi minuti di pioggia torrenziale e le strade di Palermo si trasformano in fiumi, con automobilisti imprigionati nelle loro macchine, tombini e fognature in tilt e una vaga sensazione da giorno dell’Apocalisse. Ecco una breve gallery fotografica di un pomeriggio di un giorno da cani.

  • NextGen ngg-galleryoverview thumbnail
  • NextGen ngg-galleryoverview thumbnail
  • NextGen ngg-galleryoverview thumbnail
  • NextGen ngg-galleryoverview thumbnail
  • NextGen ngg-galleryoverview thumbnail
  • NextGen ngg-galleryoverview thumbnail
  • NextGen ngg-galleryoverview thumbnail

[ Immagine: Foto di Alessandro Toia e di altri autori vari - Policy]

28 commenti

Lascia il tuo commento
  • 06 ottobre 2013 19:52

    Tassare con un prelievo straordinario i consiglieri comunali e regionali assessori e dirigenti con due o tre stipendi, con il ricavato intervenire con progetti seri per evitare il ripetersi, le responsabilità devono pagarsi

  • 06 ottobre 2013 19:54

    non è una novità

  • 06 ottobre 2013 20:04

    E’ sempre la stressa storia, basta un po’ di pioggia e Palermo diventa un torrente in piena. Io non riesco a comprendere come i nostri amati governanti non riescono a capire che specialmente in una città sporca come Palermo, prima delle piogge si dovrebbero pulire i tombini, come si fa nelle città civili. Quindi secondo me è inutile parlare ogni volta che accade ciò di questo annoso argomento.

  • 06 ottobre 2013 20:30

    Detrarranno dal conguaglio Tares i danni procurati oggi dall’inneficienza di un consiglio comunale che sa solo fare chiacchiere?
    Siamo stanchi: città sporca, al buio, 90 minuti di pioggia e tutto va in tilt con strade impraticabili, tombini esplosi, sottopassaggi inutilizzabili, voragini in piazza Einstein ed altro ancora. Vergogna

  • 06 ottobre 2013 20:46

    Il progetto Allerta Meteo Palermo da la possibilità a tutta la cittadinanza di segnalare le criticità e i pericoli derivanti dal maltempo nelle diverse zone della città.
    Indicate le situazioni come allagamenti, presenza di tombini sulla sede stradale, caduta di alberi o caditoie ricoperte da rifiuti utilizzando la mappa interattiva predisposta sul sito:
    https://meteoallertapalermo.crowdmap.com/

  • 06 ottobre 2013 21:14

    Maledetti amministratori! Devono pagare loro tutti i danni senza dtipendio per un anno!

  • 06 ottobre 2013 21:25

    Orlando a settembre che ha fatto? Si è grattato gli attributi?

  • 06 ottobre 2013 22:09

    Sono rimasta in panne anche io al Foro Italico, se il danno dovesse essere serio a chi dovrò rivolgermi per il risarcimento?

  • 06 ottobre 2013 22:09

    Dimenticavo la macchina non vuole ancora ripartire……

  • 06 ottobre 2013 22:10

    La rete fognaria cittadina è sottodimensionata da circa 20anni. Tutti lo sanno, nessuno se ne occupa e difetta ogni manutenzione straordinaria. Nel sottopassaggio di Vle Lazio( oltre ad essere insufficienti ) le cunette sono, oltretutto, sempre otturate da sporcizia, per evidenti carenze anche della manutenzione ordinaria. vecchie storie e schifo perdurante.

  • 06 ottobre 2013 22:30

    Lui il sindaco lo sa fare…che con solo 1 ora di pioggia succeda SEMPRE questo e’ pazzesco

  • 06 ottobre 2013 22:32

    Ma non capisco com’è possibile fare ogni anno sempre gli stessi discorsi.
    E’ davvero così difficile sistemare un minimo la rete fognaria?

  • 06 ottobre 2013 23:09

    La colpa è di Zamparini!!!

  • 06 ottobre 2013 23:22

    Tutti i tombini attuppati!!!

  • 06 ottobre 2013 23:34

    Maledetti….ci hanno fatto fare 3 ore di fila….via tutti quanti eravamo distrutti esausti!!!

  • 07 ottobre 2013 00:28

    Ok, piove governo ladro. Ma che c’entra Orlando?

  • 07 ottobre 2013 06:12

    Come che c’entra Orlando………ma se un sindaco degno di tal nome,che si vanta di saperlo pure fare,che conosce ,forse, bene la sua citta,ma non credi caro Gery che ,magari in un momento di bel cielo sereno,non si debba porre il problema di tombini,scarichi,ripulitura rete fognaria e etc etc…..cosi da non sentirsi magari un pelino in colpa quando succedono certi eventi che,magari,ce ne fossero un po piu’ spesso……Ma dai,ma allora che ci sta a fare il Sindaco, che poi si fa bello solo al teatro a recitare e poi sparisce quando la citta annega……. Vedi ,lui non e’ cattivo,Lui e’ proprio cosi’,solo che noi gia lo sapevamo …….masochisti che non siamo altri……..

  • 07 ottobre 2013 08:50

    nella zona matteotti donbosco hanno, da circa un mese, cominciato pulizia e manutenzione delle caditoie. roba che la precedente amministrazione si sognava. ieri ha piovuto, come anche i più cretini avrebbero potuto accorgersi, una quantità d’acqua fuori dal normale.
    la moda grillina di prendere a sputi in faccia e proporre tagli di stipendi a chiunque rivesta una carica pubblica si sta drammaticamente espandendo. quasi la metà dei commenti sono, o si concludono con un: tutti a casa – oppure – togliamogli lo stipendio. come se le carenze strutturali di una zona come viale regione siciliana possano essere tutte addossate all’attuale amministrazione. che non sarà la migliore possibile, ma che certamente è tornata a fare cose che a palermo non si vedevano da decenni.

  • 07 ottobre 2013 09:55

    e siamo solo all’inizio dell’autunno , no dell’inverno.

  • 07 ottobre 2013 09:57

    Sempre la solita storia, ancora non l’avete capito che la meravigliosa Palermo è una città in agonia abbandonata a se stessa.

  • 07 ottobre 2013 11:18

    QUARTO MONDO

    Capitale del Chigno

    A Valdesi-Mondello la puzza di fognatura si sente anche quando non piove.

    E pensare che i buonisti, che per giunta sono pure fans di Orlando, vorrebbero portare la Sicilia a 10 milioni di abitanti dato che auspicano di accogliere tutte le miserie del mondo (causate dagli occidenteli per certi aspetti) facendo finta di non accorgersi che il QUARTO MONDO siamo noi

  • 07 ottobre 2013 11:54

    Il solito sottopasso di via Belgio. Sulla luna ci siamo arrivati ma questo annoso problema sembra iirisolvibile.

  • 07 ottobre 2013 13:03

    E’ evidente che per quanto riguarda i sottopassaggi la causa principale deve senz’altro essere un madornale errore di progettazione, poi certamente possiamo metterci la scarsa manutenzione di tombini e caditoie e magari anche una pioggia fuori dal normale, ma visto che il sindaco lo fa Orlando, al momento, caro Gery, mi pare che un minimo di colpa gliela si possa attribuire, se non altro per non aver saputo dare un indirizzo, un input, ai suoi collaboratori: mi pare che, al di là di vuoti annunci su candidature estemporanee della città e un paio di pedonalizzazioni, si sia fatto ancora molto poco per rendere Palermo una città europea, e non nordafricana. Altrimenti si aspetta che qualche disgraziato affoghi in auto prima di iniziare a fare qualcosa sul serio.

  • 07 ottobre 2013 15:58

    Non so se leggi dietro il pino cinese il nome dell’azienda… Immagini i danni che abbiamo ogni autunno? sai che abbiamo un piano interrato inutilizzato ? sai che abbiamo chiesto al comune, visto che nn hannoi soldi per fare nulla, di realizzare le opere necessarie A NOSTRE SPESE e ci hanno detto che non è pssobile poichè un privato non può intervenire sul suolo pubblico? Lo sai da quanti anni va avanti sta storia?

  • 07 ottobre 2013 19:16

    Tutte giuste le vostre osservazioni. Tuttavia mi spiace insistere sempre sullo stesso argomento che per me resta la questione fondamentale. I cittadini che vivono a Palermo devono imparare ad amare e rispettare la propria città iniziando a non sporcarla. Siamo onesti: quotidianamente si vedono persone (lo so che non è giusto generalizzare; so bene che ci sono moltissime persone che non si comportano così, che sono sensibili e attente a questo argomento) che gettano a terra di tutto. Carte, plastica… qualsiasi cosa. Allora quando poi accade il disastro di questi giorni non possiamo prendercela con chi non provvede per tempo a pulire i tombini e quant’altro. Dobbiamo rima di tutto fare autocritica e, prima o poi, passare ai fatti, impegnandoci seriamente, quotidianamente a non sporcare la città. un caro saluto a tutti e alla mia adorata Palermo.

  • 07 ottobre 2013 19:24

    Il tratto di strada in cui si trova l’azienda indicata dal sig. Musso si allaga regolarmente, ad ogni acquazzone, pur essendo in piano: giusto un paio di anni fa mi ritrovai a passarci dopo un temporale e sembrava di stare a Venezia, mi domando dunque come ciò possa accadere.

  • 07 ottobre 2013 19:35

    ANGELO: credo che Palazzotto abbia voluto provocare una discussione. Si rende conto che Orlando c’entra eccome…Pure un bambino si renderebbe conto della responsabilità di una qualunque (e sottolineo qualunque…Orlando…Rinaldo…Cammarata……Tecnica Sport…e chicchessia…) giunta per quello che è successo ieri pomeriggio in città. Bastava fare una pulizia a settembre dei tombini e non sarebbe successo quello che è successo. Giustamente da giornalista Palazzotto cerca di innescare una discussione. Credo lo abbia fatto per questo. A meno che non smentisca lui stesso…

  • 08 ottobre 2013 09:14

    I laghi e torrenti della via Ugo La Malfa sono dovuti alle discese di fango che arrivano dalle straduzze che salgono ai villini in collina, colpa da attribuire alla atavica dissennata o assente politica edilizia di Palermo.
    I laghi dei sottopassi delle rotonde di via belgio, viale lazio, motel agip e via crispi, agli ingegner che hanno progettato le opere.
    Mentre i fiumi dentro la città ai tombini otturati, qui la colpa è dell’assente manutenzione, che guarda caso è affidata alla Amia o ex Amia, azienda fallita, grazie a Cammarata & Co., che non riesce nemmeno a ripulire la città dei rifiuti, figuriamoci.
    Questo per la cronaca, ora ditemi voi di chi è la colpa.

Lascia un commento