i fatti dopo il ragionamento

E il Palermo si svegliò

di

Tre punti a Udine, i rosa ritrovano la vittoria che mancava da due mesi, alcune importanti conferme (Lazaar e Rigoni) e una sorpresa, Chochev, con cui guardare al futuro con serenità Rigoni | Udinese Palermo 1-3 | Blog diPalermo.it

L’intraprendenza e la potenza per il primo gol (Lazaar). La rapidità negli scambi, nella corsa, nell’inserimento e nell’esecuzione in occasione del secondo (Rigoni) e del terzo (Chochev). Abbiamo pure timbrato il palo, non una ma due volte (Dybala e Rispoli) perché è giusto mantenere e alimentare le tradizioni che si tramandano di partita in partita. Sorrentino ha trascorso una domenica di invidiabile serenità e ha intravisto il pallone, per la prima volta, al 50′, quando Jajalo è andato vicino all’autogol.

Tutto ciò serve per raccontare che Udinese-Palermo è stata una partita in cui non c’è stata partita. Friulani allo sbando e rosanero decisamente superiori: 1-3. Il Palermo ha ritrovato la vittoria che mancava da due mesi. Il gol di Di Natale è arrivato a nove minuti dalla fine e non ha creato alcuna apprensione. La partita era già nella fase dell’archiviazione: tre punti ai rosanero. Meritati, netti e chiari.

Lazaar ha bucato l’Udinese con un sinistro violento e preciso, da trenta metri; Rigoni l’ha trafitta con il solito inserimento fulmineo (il sesto in questa sua ottima stagione), Chochev ha definitivamente steso l’avversario con un’incursione tempisticamente perfetta, nella giornata in cui ha giocato bene e ha timbrato il primo gol in rosanero. Ha così prenotato una maglia da titolare per le rimanenti partite.

Trentotto punti in classifica. Sei turni senza vittoria avevano chiuso la strada verso l’Europa ma non era quello l’obiettivo della squadra: la vera destinazione è stata già raggiunta e ci darà la possibilità di essere il 23 agosto ai nastri di partenza della prossima serie A. Sedici punti di vantaggio sulla zona retrocessione dicono anche che questa marcia verso la salvezza è stata una passeggiata e non una faticosa maratona.

Rispoli e Lazaar hanno dato un contributo interessante sulle corsie laterali, Rigoni è sempre uno dei migliori del gruppo, Dybala s’è mosso per l’intero fronte d’attacco e il dinoccolante Vazquez ha offerto palloni stimolanti ai compagni. O crea superiorità numerica con la palla al piede o dà utili suggerimenti a chi cerca la strada verso la porta avversaria: sa essere micidiale. Se imparasse ad essere costante, potrebbe avere davanti a sè una grande carriera. Finora, per i mezzi che possiede, ha fatto niente.


[ Immagine: Copyright - © Tullio Puglia - Policy]

10 commenti

Lascia il tuo commento
  • 12 aprile 2015 21:55

    Finalmente! Una vittoria con prestazione convincente arrivata dopo due mesi di digiuno, addirittura fuori casa. Certo che l’Udinese ci ha facilitato il compito, giocando come tante volte abbiamo visto giocare il Palermo in quelle classiche partite dove sembra che non freghi niente a nessuno.
    Ma tant’è, i tre punti sono arrivati dopo una prestazione che ha visto la squadra decidere finalmente di giocare a calcio, con pressing alto a soffocare la manovra avversaria fin dalla sua area di rigore.
    E’ stata una coincidenza legata al ritorno alla difesa a tre? Difficile dirlo. Soprattutto perchè l’ultima vittoria, quella con il napoli, veniva anch’essa dopo una prestazione convincente con una difesa a quattro.
    Probabilmente gli automatismi con difesa a tre funzionano meglio per averla adottata e collaudata da ben due anni. Però se i ragazzi non corrono, non fanno movimento senza palla, non si sacrificano, qualunque modulo si adotta, la cattiva figura rimane in agguato.
    Il futuro? Per quanto riguarda la fine del campionato, mi piacerebbe che le prossime otto gare si giocassero con lo stesso piglio. Che Iachini, a prescindere dal suo futuro, vorrà concludere positivamente la sua prima brillante stagione in serie A non ho dubbi. Allora diamo un senso a queste ultime gare, immaginiamo magari di poter rincorrere quell’ottavo posto. Che non garantirà l’Europa, ma potrà spianare direttamente agli ottavi di coppa Italia la squadra.
    Io il pensiero alla coppa Italia ce l’ho sempre. Superato dopo il 30 maggio 2011 il “non c’è due senza tre”, chissà che la quarta finalmente non sia per noi la volta buona.
    Probabilmente adesso sto sognando. Ma se mi si tolgono i sogni il calcio che lo vedo a fare?

  • 12 aprile 2015 23:52

    Un appunto su tutti quelli dhe non perdono occasione di criticare la nostra tifoseria. Oggi l’Udinese e’ stata contestata fin dall’inizio della gara. Fischi continuati ai propri giocatori. Nella tranquilla Udine!!!!!!!
    Come vediamo, tutto il mondo e’ paese. Non siamo solo noi quelli brutti e cattivi.

  • 13 aprile 2015 02:39

    Ma veramente Palermo è un oasi felice, mai sentito una contestazione pesante anche da parte degli ultras (se non dopo uno 0-4 del catania in casa da noi) e se arrivano i fischi sono arrivate sempre a fine partita. Bisogna dire anche le cose giuste ogni tanto.

  • 13 aprile 2015 07:35

    Ora e tutto a posto squadra presente e combattiva domenica sorda squadra in vacanza e societa assente bahahahahah forza palermo sempre

  • 13 aprile 2015 08:38

    L’Udinese veramente poca cosa, se fosse entrato il palo di Dybala saremmo andati negli spogliatoi sullo 0-3 e si sarebbe potuto sperare in un bel 1-7. Perchè Jurgen Schladring non dimentica!
    La Coppa Italia, scrive Don Totò. La Coppa Italia ribadisce Jurgen Schladring, quello che non dimentica.

  • 13 aprile 2015 11:10

    quindi il Palermo, questo Palermo, vince e convince, smentendo i menagramo, e come afferma Alessandro Amato “…la vera destinazione è stata già raggiunta e ci darà la possibilità di essere il 23 agosto ai nastri di partenza della prossima serie A…”

    ma, hanno vinto da soli Vazquez e Dybala oppure hanno concorso alla vittoria anche i vari Andelkovic, Jajalo e soci?

  • 13 aprile 2015 12:09

    Ottima gara del Palermo, vittoria importante che dà grande fiducia.
    Lazaar che gol, questo giocatore promette bene, bravo anche Chochev.
    FORZA PALERMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

  • 13 aprile 2015 12:10

    RIGONI 6 GOL, MERITEREBBE LA NAZIONALE

  • 13 aprile 2015 15:03

    Buona prestazione. Possiamo inserire Lazar e Rigoni nella lista dei partenti 🙁

  • 13 aprile 2015 21:14

    bella vittoria, con,imenti alla squadra per questa inaspettata vittoria.

Lascia un commento