i fatti dopo il ragionamento

C’è il Papa per il dopo Iachini

di

Iachini Puglia E1448877834487 | Blog diPalermo.it

Aspettando Cagliari-Palermo…

1) Giochiamo a Cagliari nel giorno in cui i i sardi possono finire matematicamente in B. Potrebbe essere, più che una partita, un funerale sportivo. Va ricordato ai nostri che nessuno li obbliga a suicidarsi o a rendere le armi ancor prima di cominciare.

2) Con i disperati siamo stati spesso solidali. A Parma (ultimo in classifica) abbiamo perso. A Cesena (penultimo) abbiamo pareggiato guardando da lontano la porta avversaria. Ecco perché chiedo che a Cagliari (terzultimo) venga interrotto il servizio di assistenza ai bisognosi.

3) Siamo tutti convinti di essere allenatori. Tutti convinti (contagiati dall’ottimismo del sindaco Orlando) di saperlo fare meglio degli altri. Tutti abbiamo soluzioni vincenti. Io, per esempio, penso che Quaison nello schieramento titolare di questo Palermo dovrebbe essere una decisione ormai quasi obbligatoria.

4) Nel calo generale dei rosanero, nel reparto difensivo paghiamo anche il periodo poco brillante di Gonzalez (per gran parte della stagione il migliore della retroguardia). Nelle ultime settimane ha steccato anche lui in occasione dei gol incassati, ma i passaggi a vuoto non sono stati notati o segnalati, perché è di moda prendersela solo con Andelkovic o con Terzi.

5) In attacco nel Cagliari dovrebbe giocare il croato Cop: quattro gol in dodici presenze. Molto meglio di suo padre, attaccante dell’Empoli nell’87: nove partite, zero gol e tanta ironia per le sue prestazioni deludenti, tanto da essere inserito nel libro “Calciobidoni, non comprate quello straniero”.

6) Un anno fa pensavamo che Belotti fosse un campione predestinato: faceva gol pure da casa sua. Oggi pensiamo che non sia un campione predestinato e lui non rende più come prima (va detto, però, che ha giocato poco e in condizioni complicate, cioè con la squadra già in difficoltà).

7) Vazquez non ha sassolini nelle scarpe: sentirgli dire “Gattuso mi piaceva”, considerato che il tecnico lo mise fuori rosa, è segnale di equilibrio e maturità. Un bell’assist dell’argentino in un calcio in cui molti sono specializzati nelle pugnalate alla schiena.

8) Mi pare che non ci sia l’aria giusta per affidare la porta del prossimo campionato a Ujkani. E’ circondato da pessimismo e sfiducia. Pochi credono in lui. Anche i numeri (23 partite in A con la maglia rosa e 34 gol subiti).

9) Festa, tecnico del Cagliari, conquistò spazio sui quotidiani quattro anni fa, quando allenava la Primavera sarda. Portò la squadra al ritiro estivo ma non la fece alloggiare in albergo: tutti in tenda, compreso lui. Ed era lui a cucinare per l’intera truppa.

10) Zamparini: “Sono allineato alle posizioni del Papa a tal punto che lo assumerei domattina come allenatore”.


[ Immagine: Copyright (c) Tullio Puglia - Policy]

8 commenti

Lascia il tuo commento
  • 16 maggio 2015 14:41

    A proposito di Ukani vorrei ricordare che é riuscito a perdere il posto nella nazionale Albanese e che nel Chievo ha fatto il panchinaro. Quindi il problema non é l aria giusta ma il suo valore tecnico. Inoltre é pure portatore sano di sfiga. Quante partite abbiamo vinto con lui tra A, B e coppa Italia ? O meglio …. Non ricordo le vittorie del Palermo con lui in campo. Zamparini deve farsene una ragione e cercare un giovane portiere di valore da far crescere con Sorrentino.

  • 16 maggio 2015 15:18

    1) Se non è domani, lo è la prossima partita. Ma il Palermo farò di tutto per allungare l’agonia;

    2) A seguito del punto 1, appunto noi siamo sempre solidali e non me ne farò mai una ragione, soprattutto quando vedo il Parma che continua a dare il massimo in campo;

    3) Anche io penso che Quaison va fatto giocare da subito, proprio perché, oltre al fatto che il ragazzo ha fatto vedere qualità, a questo punto del campionato è giusto dar spazio a chi inserito per il Palermo del prossimo anno;

    4) Il calo ci sta, soprattutto perché è l’unico che ha tenuto alta una difesa mediocre. I suoi errori sono frutto anche dei compagni di reparto, per questo non risaltano all’occhio del tifoso…soprattutto se questi ha un caprio espiatorio di tutti i mali (Andelkovic e fino a poco tempo fa anche Pisano);

    5) Non conosco quello attuale, non ricordo quello passato. Intanto spero non debba ricordamelo da domani;

    6) Belotti ha sicuramente stoffa, nella Nazionale continua a segnare. Quest’anno è stato penalizzato dal modulo e dall’esplosione di Dybala. Questo ha fatto sì che non si è fatto trovare pronto soprattutto nella seconda parte del campionato;

    7) El mudo parla poco e bene…. o quasi, visto che proprio ieri ha già manifestato di voler giocare quanto prima nuovamente con Dybala. Ovvero, già sta preparando il terreno per esser messo nel carrello degli acquisti;

    8) Ujkani non ha più nulla da dare qui. Anche se dovesse diventare il miglior portiere della serie A, ormai qui è bruciato, circondato da totale sfiducia e, come dice Crisas è sfigato;, ogni volta che para, perdiamo…anche quando la colpa dei gol non è sua e la squadra avversaria è scarsa;

    9) Non capisco i metodi, forse pensava di essere agli scouts?

    10) Vuoi mettere poter dire un giorno….ho esonerato il papa? 😀

  • 16 maggio 2015 18:03

    Sinteticamente…
    .
    1) E’ già successo nel giorno della retrocessione della Samp. Non c’è motivo di farsi dei nemici, specie dopo che altrove si sono lamentati del mancato utilizzo di Dybala contro l’Atalanta. Certi “sgarbi” in questo calcio prima o poi si pagano. A me basta non sbracare.
    .
    2) Si chiama “sindrome di Lazzaro” e il Palermo è tra i maggiori specialisti della patologia (vedi Palermo-Milan 1-2).
    .
    3) Io penso che Quaison dovrebbe giocare ala destra. Non ne abbiamo una decente dai tempi del primo Santana.
    .
    4) Giù le mani dal Pipo che ha fatto il suo dovere e molto di più.
    .
    5) Immagino che in quel libro siano citati pure Labrin, Sosa, Simon, Mehmeti, Anselmo, Sperduti, Jara Martinez, Makienok e mi fermo qui. Altrimenti, più che un libro, diventa la Treccani.
    .
    6) Belotti va atteso. Belotti andrà servito in un certo modo: magari con i cross dagli esterni di Lazaar (da sinistra) e Quaison da destra (vedi al punto 3).
    .
    7) Se è per questo, anche Sannino ha parlato bene di Vazquez. Come si suol dire: la faccia come il culo.
    .
    8) Pare che l’abbia capito anche Zampa. Mi sorprende il conflitto d’interesse del procuratore Fontana. Non si possono curare ad un tempo gli interessi di due galli nello stesso pollaio. Ci vuole proprio una bella faccia tosta (vedi al punto 7). Noi curiamo i nostri: forza Sorre.
    .
    9) Quel ritiro fu proprio una bella Festa.
    .
    10) Se lo assumesse, Zamparini potrebbe dire: “E’ un mio uomo”. Solo che qualcun altro, più in alto di lui, lo ha già fatto. Da neurodeliri.

    11) Forza Palermo e viva Francesco.

  • 16 maggio 2015 18:31

    Non sono né fan di Ujkani né suo parente e inoltre per me è molto scarso, ma non mi va di leggere commenti del tipo “portatore sano di sfiga”.
    Sui muri che trattano del pallone a Palermo leggo spesso questa cantilena e penso anche che sia arrivata alle orecchie dell’albanese. La cosa mi lascia un po’ disgustato perché si dovrebbe soltanto parlare del valore tecnico e professionale del calciatore e non addentrarsi nella sfera personale e sociale (ammesso che sia vera questa ipotesi della sfiga). Voglio ricordare che una grande cantante nel recente passato, per una serie di allusioni identiche a questa, non poté lavorare per diversi anni scomparendo dalla scena portandola poi a quello che sappiamo.

  • 16 maggio 2015 20:23

    GIANOS S’è creata questa situazione che non è tecnica ma crea certamente problemi. Non possiamo pensare di fare la formazione seguendo concetti di fortuna o sfiga (di questo son convinto anche io), però dobbiamo tenere conto delle condizioni in cui lui deve lavorare… E, ripeto,per me non sono favorevoli

  • 17 maggio 2015 01:02

    Visto che a Gianos non é piaciuta la mia frase, la cambio in ” portatore sano di insicurezza ai compagni “. La preferisci ? XD

  • 17 maggio 2015 11:52

    Contraspettando Cagliari-Palermo……………
    .
    1) In tante occasioni siamo stati noi a subire i funerali sportivi. Il problema è che in Italia una retrocessione viene recepita come un dramma, indi per cui si fanno tante considerazioni sull’impegno e sul rispetto dell’avversario. Per quanto mi riguarda, ritengo che al di là di tutto questo, il Palermo farebbe bene a mostrare massimo impegno, soprattutto mettendo in campo chi potrebbe essere protagonista per il prossimo campionato.
    .
    2) Per la legge sulla par condicio dovremo essere solidali con il Cagliari come lo siamo stati con Cesena e Parma. Ma siccome abbiamo mostrato solidarietà anche con il Milan, che non ne aveva bisogno, che ne dite di interrompere queste tradizioni che in fondo a me non piacciono completamente?
    .
    3) Che Quaison dovrà essere uno dei protagonisti del prossimo anno non ci piove. Mi chiedo solamente se il ruolo nel quale lo svedese potrà dare il massimo rendimento è quello di ala o trequartista. Qui occorre anche capire quale sarà il modulo adottato. Perchè una cosa è fare l’esterno avanzato in un 4-4-2, un’altra quello con caratteristiche più difensive del 3-5-2. Non definendo Don Totò come quello che l’allenatore lo sa fare, non posso fare altro che affidarmi alla competenza di chi vede il giocatore ogni giorno e sa cosa può fare meglio. Mi auguro che venga scelta la soluzione migliore e non quella forzata.
    .
    4) Il pregio di Andelkovic è la continuità. Le cappellate le ha fatte in maniera lineare dall’inizio alla fine. A parte gi scherzi, Andelkovic sarà pure un bravo ragazzo, ma nel gioco del calcio magari non è un eccellente difensore da serie A. Fra l’altro ha anche 29 anni, un pò tardi per ipotizzare prospettive di crescita. Comunque ce la siamo presi con i responsabili non per partito preso ma per evidenti carenze mostrate sul campo. Per il futuro mi auguro che al fianco di Gonzalez venga preso qualche difensore di sicuro affidamento. Magari per tornare alla difesa a quattro.
    .
    5) Praticamente non è figlio d’arte. Sembra che il piccolo Cop, quindi u Cuppinu, è migliore del papà, un vero giocatore. Chissà seun giorno a noi toccherà ammirare i figli di Dnibi, di Hoop o di Dittgen nel gonfiamento delle reti del Barbera?
    .
    6) Gli alibi non mi sono mai piaciuti, ma Belotti dalla sua posizione, ne ha parecchi. L’esplosione di Dybala, un gioco basato su caratteristiche diverse dalle sue, la consapevolezza di non essere prima scelta e la constatazione di entrare in campo per ritagli di gara chiedendogli il miracolo (che qualche volta c’è anche stato, vedi Palermo-Sassuolo). Dinanzi a cotanto peso non può apparire normale che un ragazzo ventenne possa avere un piccolo cedimento? Il problema adesso è dell’allenatore: fiducia e nuovi schemi adatti. E sono sicuro che il chicchirichì lo torneremo a sentire.
    .
    7) Prima di sputare sentenze, mi piacerebbe conoscere “la vera verità”. Non sappiamo se dietro queste apparenti bocciature di allenatori ci sia dell’altro. Il mondo dei calciatori sudamericani è strano. Tanto strano che non si sa mai con certezza quanto alla fine costa un calciatore e neppure a chi appartiene il cartellino. Chi si meraviglierebbe se il giorno della sua vendita non compare un Mascardi qualunque che chiede al Tas la sua “i diritti di sansalaria”?
    .
    8) Non è pessimismo e nemmeno “sfiga” a cui qualcuno si appella. C’è niente di male a poter definire Ujkani un bravo ragazzo ma uno scarso portiere? E’ quanto Samir ci ha fatto vedere. Affidargli le chiavi della portineria del Palermo per l’anno prossimo è una assoluta follia.
    .
    9) Penso che se il calcio non si darà una regolata prossimamente potrebbero essere tante le squadre che andranno ad alloggiare in campeggio piuttosto che in albergo. Truppa, è ora del rancio nella cucina da campo. Altro che colazione su morbidissimo e soffice tovagliato.
    .
    10) Poteva così dire “questo Papa è una mia scoperta”. Oppure, che ne sappiamo, può essere che gli sarebbe piaciuto fare a lui stesso il Papa. Magari per poter nominare i cardinali e successivamente esonerarli.

  • 17 maggio 2015 14:03

    5) leggendo ho immediatamente pensato a un commento simile a quello di Vitogol: per contenere tutti i bidoni e le OPERAZIONI STRAMBE di Zamparini, – su tutte le strambe: Viviano, Joao Pedro, Rubinho, Raggi, Sosa – si dovrebbe scrivere un’enciclopedia con annessa analisi finanziaria, che illustrerebbe le perdite, cioè decine di milioni buttati, che, per esempio, attualmente (ora, quest’anno… e deve assolutamente vendere giocatori ) causano un forte passivo ( 100 milioni ca. i debiti, 40 milioni ca. i crediti )
    10) Questo dimostra quanta considerazione ha di sé stesso, onnisciente, onnipotente. Magari pensa di potere assumere Gesù Cristo, ma per ora non osa dirlo… non è sufficientemente vecchio e non ancora totalmente distaccato dalle “piccole” (per lui) abitudini sociali umane

Lascia un commento