i fatti dopo il ragionamento

Avete visto l’amore?

di

I due giovani sorpresi a fare sesso sulla tomba di un cimitero, la trasgressione a tutti i costi e il sesso vissuto come esibizione di se stessi. E se la vera rivoluzione, oggi, fosse la normalità? Sesso Cimitero | Cimitero Palermo Sesso | Blog diPalermo.it

Vorrei proprio conoscere i genitori della coppia sorpresa a fare sesso su una lapide di una tomba del cimitero di Santa Maria del Gesù. A loro vorrei chiedere come hanno reagito alla notizia ma soprattutto cosa hanno detto ai loro figli una volta preso atto della denuncia per vilipendio con sequestro di auto, seguita dalla spiegazione dei giovani: “Volevamo trasgredire”. Perché a 35 anni (lui) e 24 (lei) credo sia davvero troppo presto per parlare di trasgressione. E poi, trasgredire significa questo? Fare sesso in un luogo sacro, sulla tomba di qualcuno che riposa in pace? Sicuramente no. È solo mancanza di valori e di rispetto verso il prossimo.

Così giovani e già bisognosi di provare l’estremo mettendo da parte sentimenti, cuori, baci, poesie e colonne sonore. Ok, oggi tutto è permesso e nulla fa più scandalo. Niente privacy, tutti nudi (soprattutto sui social) a sbandierare con foto a raffica la propria intimità. Il segreto della coppia, quindi, non esiste più? L’emozione del primo bacio e le farfalle nello stomaco, tutto finito? Davvero un peccato perché per me restano ancora tra i ricordi più belli. Ecco, fossero stati figli miei, avrei provato a spiegare loro questo.

Ci sta la ricerca del pericolo di essere colti in flagrante, che rende il tutto più divertente. Ma di certo non è in un cimitero che si consumano gli amplessi. Sempre all’insegna del “famolo strano” ricordo quando, un anno fa, a fare scalpore furono due ragazzi che facevano sesso sfrenato sul cofano di un’auto in una traversa di via Sciuti. Per loro scattò una denuncia per atti osceni in luogo pubblico e affinché fatti del genere non accadessero più, si era pensato anche all’istituzione di un “Love parking”. Senza dimenticare la coppia di Catania che, sulla spiaggia di La Playa, per la troppa audacia finì in rete facendo in breve il giro del mondo. Insomma sempre peggio. Eppure per capire il vero significato di gesti e parole, basterebbe ascoltare le parole di Papa Francesco, rivolte ai giovani: “Vi chiedo di essere rivoluzionari, vi chiedo di andare controcorrente. No al sesso senza amore. Non dà la felicità. Vi esorto a ribellarvi contro la diffusa tendenza a banalizzare l’amore, soprattutto quando si cerca di ridurlo solamente all’aspetto sessuale”.


[ Immagine: foto simbolica di autore incerto, dal web - Policy]

3 commenti

Lascia il tuo commento
  • 10 luglio 2015 11:07

    I genitori di un giovane di 35 anni sono normalmente presi dai problemi dei nipotini, non da quelli di un figlio che per giustificare le sue gesta parla di trasgressione. Cosa dovrebbero ancora raccontare sull’amore al loro pupo di 35 anni?
    Solo se a supremo esempio di trasgressione ci riferiamo alle imprese di un vecchietto mai domo, così lascia intendere lui, che, fra una cosa e l’altra, ha guidato le sorti degli italiani, possiamo dire che è davvero troppo presto per parlare di trasgressione per i due (ragazzi?). In realtà, forse, è troppo tardi. Punti di vista.
    Un consiglio (di lettura), comunque, a genitori senza nipoti…: “Il 29 maggio 2013, Sandro e Giulietta Neve trattennero a stento le lacrime mentre il loro bambino di 32 anni, Candido, bussava invano alla loro porta in cerca di un bagno pulito. Con i Neve c’era un agente della Compagnia per lo Sradicamento dell’Adolescenza Prolungata. La compagnia cambiò la vita a migliaia di genitori che si liberarono dei figli incrostati alla famiglia ben oltre i trent’anni…”, da “Requiem per un’adolescenza prolungata”.

  • 10 luglio 2015 11:53

    Harold & Maude…

  • 10 luglio 2015 11:55

    Però poteva andare peggio. Potevano farlo “dentro” e non sopra il loculo. In silenziosa compagnia del terzo incomodo.

Lascia un commento