i fatti dopo il ragionamento

Quel gran genio del mio mister

di

Sorrentino | Blog diPalermo.it

Le pagelle di Palermo-Genoa

Sorrentino – 9

Salva la partita nel primo tempo con due interventi straordinari. Se non ci arriva con le mani per fermare quelli del Genoa urla ai suoi di abbatterli in qualsiasi modo. È il capitano e il vero leader della squadra. E si vede.

Vitello – 6

Nei primi trenta minuti sembra un bancario al primo giorno di ferie: distratto e addormentato. Poi si riprende. Ma dei tre della difesa sembra il più debole.

Gonzalez – 7,5

L’imperatore della difesa. Tra un intervento e l’altro trova pure il tempo di sistemarsi i capelli. È’ impeccabile.

El Kaoutari 7,5

Ha le doti dello stopper anni 80. Picchia sull’uomo come un fabbro ferraio. i piedi sembrano di latta ma ci segna il gol partita. Il dubbio che la palla l’abbia spinta la Santuzza, o qualche altra entità soprannaturale, ci resta.

Lazaar – 6

Si propone spesso e gioca la palla con continuità. Abbastanza impreciso, non è stata la sua migliore serata. Allo stadio girava voce ci fossero quelli del Monaco a visionarlo. Magari non tornano. Meglio.

Rispoli – 6

Corre come se non avesse un domani. In alcuni frangenti con la palla al piede fa rimpiangere Morganella. Ed è quanto dire.

Chochev – 5

Si perde nel pressing del Genoa del primo tempo. Non la prende mai e sembra al terzo gin&tonic a stomaco vuoto.

Rigoni – 6,5

Il gol anche questa volta lo stava facendo. Per il resto corre come sempre ed è tra i migliori. Esce stremato dopo un paio di disimpegni sbagliati quando non ne ha più.

Jajalo – 6

Non cambia passo neanche se caricato da un toro infuriato. Però non la butta mai via e ragiona sempre.

Hiljiemark – 7

Entra quando già non corre più nessuno. Si piazza nella zona nevralgica del campo e sembra abbia giocato allo Favorita da sempre. Porta palla a testa alta, recupera un paio di palloni pericolosi e batte la punizione da cui nasce il gol. Ci sembra un giocatore a cui sarà difficile rinunciare.

Vazquez – 7,5

Gioca tutti i palloni della fase offensiva. Torna anche in copertura e a recuperare palloni per fare ripartire subito l’azione. Non si risparmia e cerca il gol più volte colpendo anche una traversa. Noi siamo innamorati di lui.

Quaison – 5

Non giocava prima punta neanche all’oratorio. E si vede. Quando entra Trajkovsky arretra ma lui non è mai in partita. Serataccia.

Trajkovsky – 7

Entra e cambia la squadra. Spazia su tutto il fronte d’attacco, dialoga con Vazquez e dà alla squadra la scossa per farla svegliare dopo la prima abulica mezz’ora. Tecnicamente ci sembra molto forte ed è l’unico che dà l’impressione di potere saltare l’uomo. Magari non è una prima punta però ci sembra il più adatto al momento.

Iachini – 7

Capisce subito che la formazione messa in campo non va e manda Traikovsky a scaldarsi esattamente dopo sette minuti. E l’ingresso del macedone cambia la gara così come l’apporto di Hiljiemark al posto di uno stremato Rigoni. Dite quel che volete ma per noi il valore aggiunto del Palermo è proprio il mister.


[ Immagine: Copyright © Tullio Puglia - Policy]

5 commenti

Lascia il tuo commento
  • 24 agosto 2015 10:11

    gran bella pagella e mi riferisco ai giudizi e valutazioni fatte ma quel valore aggiunto finale merita un chapeau!

  • 24 agosto 2015 13:04

    E cosa importante, soprattutto per quei denigratori (ieri ne avrei strozzato uno in curva sud dietro di me)…che criticano sempre le scelte e gli “ACQUISTI” della società, che i migliori e che han fatto vedere buone cose, sono stati proprio i nuovi.

    Quoto la pagella, su Quaison dò l’attenuante di essere stato troppo responsabilizzato su un ruolo non suo.

  • 24 agosto 2015 15:47

    Pagelle che condivido in pieno. Unico mio pensiero: Sorrentino è il caitano morale di questa squadra è lo merita, ma in campo io preferirei un giocatore, solo per una questione di “praticità”: difficile dialogare con la giacchetta nera dalla porta. già per natura il Palermo è una squadra che non protesta mai, se poi il capitano è il portiere ,diventa praticamente impossibile.

  • 24 agosto 2015 16:43

    I nuovi giovani hanno impressionato. Io farei il campionato con loro. Francamente non vedo di buon occhio l’arrivo di Gilardino, sebbene il Mister ci conti tanto.
    Sono curioso di vedere Cassini.
    I ragazzi corrono come i matti, reggeranno un campionato cosi’? E’ presto per fare i conti, ma visti Carpi, Frosinone ed Empoli, dovremo veramente mettercela tutta per retrocedere. Quindi largo ai giovani e speriamo in un bel campionato. Forza Palermo, sempre.

  • 24 agosto 2015 17:21

    tutti bravi. e anche un pò di culo

Lascia un commento