i fatti dopo il ragionamento

Il ritorno dei morti viventi

di

Cercasi Vazquez | Blog diPalermo.it

Il Palermo torna al Barbera e in realtà ci pare non se ne sia mai andato. Abbiamo deciso di ignorare la trasferta di Napoli di mercoledì, di fare finta non sia mai avvenuta e ci siamo riusciti. Non ne abbiamo parlato, abbiamo discusso solo del tempo, di Valentino Rossi e della polemica tra Halloween e il giorno dei morti e siamo arrivati belli pimpanti a questo scontro salvezza che si gioca di lunedì sera.

Perché questa è una di quelle partite in cui i luoghi comuni si sprecano: i punti valgono doppio, dentro o fuori, bivio del campionato e così via. Scegliete quello che volete e non sbaglierete. Aggiungete che dopo la partita con il Napoli Zamparini non è stato proprio delicatissimo nei confronti di mister Iachini, sostenendo la necessità di procedere a svegliarlo con una serie di calci nel sedere e capirete perché i vostri cronisti sono più tesi del solito. Anche perché per cercare di vedere la partita uno è praticamente costretto ad atterrare sul prato della Favorita e l’altro dovrà cercare, in incognito, qualche bar gestito da tifosi emigrati in un Land della ex Germania comunista, dove magari si troverà accanto a qualche appartenente ad una ” ‘ndrina” o ad una “famiglia”. Ci pare il minimo essere stati costretti, per contenere la tensione ormai a mille e elevare il tasso glicemico mangiando compulsivamente due pupaccena a testa sane sane.

In più affrontiamo l’Empoli che è una squadra che ogni anno, nelle infinite discussioni e tabelline che facciamo prima del campionato sulla battigia o davanti ad un gin&tonic, diamo per spacciata e retrocessa da prima che l’arbitro fischi l’inizio. E finora ci siamo sbagliati con impressionante regolarità. Nella scorsa stagione la squadra toscana ha impressionato tutti con il gioco veloce e devastante di Sarri. E noi pensavamo che il tecnico toscano, andando a Napoli, si fosse portato appresso schemi e idee, oltre al giocatore più talentuoso, Valdifiori, lasciando l’Empoli in balia degli eventi. E invece l’Empoli, affidato alle cure del mister Giampaolo, uno che ha la faccia di chi è stato appena lasciato dalla fidanzata e vaga da locale in locale cercando conforto nell’alcool, ha saputo proseguire l’opera di Sarri rendendo ancora una volta vane le nostre profezie di inizio stagione.

L’Empoli è a pari punti con i rosanero e in questa stagione dopo un avvio con due sconfitte, ha costretto al pari grandi come il Napoli e battuto squadre più attrezzate come sassuolo e Genoa. Nella rosa dell’Empoli da segnalare il giovane Saponara che gioca dietro le punte nel ruolo che fu di Valdifiori e l’ex del Palermo Maccarone, sugli spalti rosanero ribattezzato con due “r” al posto di una sola. Non lo abbiamo mai rimpianto troppo perché a Palermo sembrava svogliato e ormai al passo d’addio ma in realtà nelle stagioni successive Big Mac ha portato in serie A l’Empoli e ha contribuito pesantemente alla sua salvezza. Un giocatore di grande sostanza, di quelli che vivono per il gol. L’estate scorsa lo hanno visto aggirarsi per Mondello e qualcuno pensò, come sempre, potesse trattarsi di un ritorno. A fare il secondo di Gilardino non sarebbe stato affatto male. Comunque lo diciamo perché finora ha portato bene: la vera bestia nera del Palermo è l’Empoli visto che nelle ultime sei partite abbiamo perso quattro volte.

Iachini sembra intenzionato a schierare di nuovo la stessa formazione. Lo ripetiamo da troppo tempo: non ha grandi alternative. Difesa confermata. Ci sarebbe piaciuto veder riposare Lazaar a cui la panchina farebbe bene anche per motivi psicologici. In avanti la coppia gol Vazquez-Gilardino e a centrocampo i soliti noti. La tensione sale e noi ci facciamo come sempre coinvolgere. Ci sembra già una partita da ultima spiaggia, da dentro o fuori e speriamo che i morti abbiano portato ai rosanero la giusta grinta e una buona mira. Speriamo soprattutto che i giocatori di Iachini abbiano smesso i panni dei morti viventi in cui qualcuno giura di averli visti giocare mercoledì sera, neanche fosse già Halloween.


[ Immagine: fotomontaggio originale di diPalermo - Policy]

Lascia un commento