i fatti dopo il ragionamento

Caro Beppe ti scrivo….

di

Iachini | Blog diPalermo.it

Rispetto e memoria. Nella tua ultima conferenza pre-gara, prima del Chievo, pronunciasti queste due parole, a toni bassi, con educazione e stile, come ti è congeniale. Due sole parole, ma bastavano per dire tutto. Memoria. Una squadra presa nei bassi fondi della serie B e portata trionfalmente in A a suon di record, giocatori considerati scarsi trasformati in degnissimi protagonisti nel massimo campionato, un “picciriddu”, Paolino Dybala, fino a quel momento oggetto misterioso, portato a diventare top player a livello nazionale e internazionale, dopo avergli trovato una collocazione tattica su misura e aver lavorato sulla sua testa. Fino a far fruttare 40 milioni. E poi, forse, il capolavoro dei capolavori, quello che hai compiuto con Franco Vazquez, El Mudo di soprannome e di fatto, faccia triste, anni in esilio e poi in tribuna, pronto ad andar via mestamente, gratis, a gennaio, come l’ultimo dei brocchi.

Tu stoppi tutto: “Signori, questo qui ha talento, ci penso io”. Chi oggi ti caccia lo stava regalando, ma è la stesso personaggio che oggi ha già aperto la solita asta, come sempre coi pezzi pregiati in rosanero. Spara trenta milioni, lo venderà a venti. Guarda caso, El Mudo sarà anche Mudo, ma sa parlare quando serve: in campo per fare poesia coi piedi, sui social per scrivere di te, caro Beppe: “il calcio è pieno di ingiustizie, grazie a mister Iachini per tutto quello che ha fatto per me e per il Palermo Calcio”.

Rispetto. Quello che ti sei guadagnato per il tuo modo di essere, oltre che di allenare. Una vita da mediano, prima in campo e poi in panchina, come nella canzone del Liga, sempre lì nel mezzo, finché ce n’hai stai lì. Senza fronzoli, in tuta, poco fumo, tanta sostanza, e sempre quella parolina lì, rispetto, anche quando non ti danno buono un gol dentro di venti centimetri, a Marassi, e tu in tribuna stampa non alzi la voce contro arbitri e presunti complotti, come avrebbero fatto cafonescamente altri tuoi colleghi illustri, che ne so, un Mourinho qualsiasi per tutti.

Accetti, perché questo è lo Sport e tu sei Uomo di Sport. E ancora rispetto, sempre quello, col tuo datore di lavoro, che la scorsa estate, per trattenerti a Palermo a fronte di offerte più vantaggiose, ti promise una squadra più forte nonostante la cessione di Dybala; per poi irriderti con la consueta arroganza, dicendo “se i giocatori li pagassero gli allenatori non li prenderebbero per poi lasciarli in panchina”, quando a fine mercato non reinvestì quasi nulla di tutto il denaro incassato anche per merito del tuo lavoro e ti consegnò una rosa palesemente incompleta in quantità e qualità.

Rispetto e memoria, caro Beppe, hai detto. Sapevi che chi doveva capire avrebbe capito. Infatti abbiamo capito tutti, tifosi, giornalisti, i posteggiatori in viale del Fante, i raccattapalle, i medici e paramedici della vicina Villa Sofia, persino a coloro che a Palermo del calcio importa poco. Tutti.

Tutti tranne uno. O forse no: forse ha capito. Come era successo già altre volte prima di te (Delio Rossi su tutti, ma anche lo stesso Eugenio Corini) scatta una sorta di stizza irrefrenabile quando qualcuno diventa talmente amato e rispettato in città da potere oscurare la fama del presidente. Che come forse hai notato, non nomino e non nominerò. Non è necessario. Quel che conta, caro Beppe, è che tu sappia che hai, e avrai sempre, il nostro rispetto di tifosi e di palermitani, e la memoria di tutto quello che hai fatto in questi due anni e mezzo. Arrivederci, Mr. Iachini.

10 commenti

Lascia il tuo commento
  • 10 novembre 2015 19:43

    Perfetto, sottoscrivo ogni parola.

  • 10 novembre 2015 22:12

    Il non nominato è una persona distruttiva e sempre lo sarà

  • 10 novembre 2015 22:28

    Beppe tornerà presto dopo le prossime tre sconfitte Z lo richiamerà

  • 10 novembre 2015 22:52

    Un articolo che firmerei col mio nome e cognome. Calogero, io per molto tempo zamparini l’ho chiamato”il distruttore” :-).

    Iachini assieme a guidolin e rossi è il migliore allenatore che il palermo abbia mai avuto. Domenica ha fatto un miracolo a vincere la partita. Perchè con questa squadra vincere anche contro una squadra di bassa classifica deve essere considerato un miracolo. Tutto il palermo dell’ultimo anno e mezzo è un miracolo firmato Iachini. Non dimentichiamolo!

  • 11 novembre 2015 00:01

    Caro Beppe, sei un gran signore!!! Saluti dagli sportivi catanesi ! Ti auguriamo ogni bene e speriamo di rivederti presto, anche con il palermo

  • 11 novembre 2015 07:36

    ormai è un vecchio copione !…azzecca l’acquisto del campione, fa un grande campionato, la stagione successiva vende il gioiello incassando un sacco di soldi, stagione successiva disastrosa e di chi è la colpa??..sempre dell’allenatore !
    Almeno cambiasse copione ogni tanto….

  • 11 novembre 2015 08:48

    mi consenta diceva un personaggio di buona memoria……che minch**te……Iachini quest’anno ha preso non poche cantonate tecniche e tattiche….non ha saputo mettere a punto il materiale umano e sportivo a disposizione…..la squadra che durante la settimana ne tesse le lodi, la domenica in campo si aggira come i vaganti di the walking dead…….e Zamparini avrebbe la colpa dopo tre mesi di campionato e due di ritiro di essersi stufato?…….non so forse giochiamo a briscola a scopone scientifico e zamparini non mostra riconoscenza per il compagno che tante partite serali gli ha fatto vincere al circoletto?…..ma che siamo pazzi?…..Iachini continua a percepire un ricchissimo (alla faccia di chi dice che zamparini non spende) stipendio e lo percepirà per due anni se vuole…….e non parlatemi di ricambi……il palermo ha perso solo dybala come giocatore di livello (corta la memoria dei palermitani visto i fischi a barreto e munoz piuttosto abbondanti), dybala che per altro in B era usato con il contagocce ed ha fatto un solo vero anno di livello con iachini…….e zamparini avrebbe dovuto spendere 25 milioni di euro per araujo ultimo in classifica con il las palmas e due gol all’attivo o 12 per Campbell che ha giocato venti minuti dall’inizio dell’anno e un ora assai assai l’anno scorso?……..ma per cortesia, il calcio moderno è fatto di tecnica, professionalità e soldi……iachini quest’anno ha perso il verso della squadra ed ha meritato l’esonero a pieni voti…….i palermitani sono proprio irrecuperabili…

  • 11 novembre 2015 10:21

    Articolo perfetto. Rispetto e memoria. I tifosi del palermo avranno sempre rispetto e memoria per Beppe Iachini.

  • 11 novembre 2015 12:05

    sono d’accordo in tutto.Per me dovrebbe andare via ,non sa gestire nulla dal settore giovanile alla prima squadra,acquista a niente e vende a molto.Uno come Iachini se lo deve tenere:MEMORIA e RISPETTO ha detto bene il mister

  • 14 novembre 2015 09:15

    Articolo perfetto. Sottoscrivo ogni singola parola

Lascia un commento