i fatti dopo il ragionamento

Gila, come in un vecchio film

di

Gilardino Leone | Blog diPalermo.it

Mai come ora guardo il Palermo e mi sembra di essere in un film. Non so se vi ricordate “Major League – la squadra più scassata della lega”, un vecchio film che parlava di un’accozzaglia di giocatori di baseball messa insieme senza un perché dalla dirigenza con l’unico scopo di farla retrocedere. I giocatori, punti nell’orgoglio e legatissimi a un allenatore che era quasi un padre, tirano invece fuori il campionato della vita. In particolare Charlie Sheen, soprannominato “wild thing”, torna ad essere un campione che vince le sue paure e la sua voglia di svernare comodo, tirando fuori colpi di classe.

Questo Palermo non mi sembra in grado di fare miracoli, ma con quella squadra ha in comune una serie di mestieranti che non ci stanno a farsi vedere bolliti, che sono mossi da orgoglio personale e che compensano con la buona volontà gli evidenti limiti. In mezzo a questi, abbiamo un “wild thing”, che è Vazquez, ma a farla da padrone, in questo contesto scombiccherato, c’è Gilardino.

Tornato dalla Cina, sembra proprio un vero Bufalo Bill in decadenza. Non più i movimenti da punta campione del mondo, di opportunista erede di Inzaghi. Però ogni tanto in quegli occhi non più rapaci ci leggi richiami atavici e istintivi della memoria, come quando imbraccia il fucile e fa centro, non sa nemmeno lui come, in nome dei vecchi tempi, struggente, ma disperatamente utile. Tiriamo ancora un po’, Gila, prima di svernare.


[ Immagine: fotomontaggio originale di diPalermo - Policy]

Lascia un commento