i fatti dopo il ragionamento

Palermo, dica 33

di

I rosa a Genova per confermare i progressi contro il Frosinone. E per capire che razza di cenone di fine anno ci aspetta Palermo Calcio Stadio Tifos | Blog diPalermo.it

Una settimana surreale per i vostri astemi (ex voto) cronisti. Il Palermo ha vinto con il Frosinone e le polemiche si sono fermate. Ballardini mangerà il panettone, noi abbiamo cominciato con i torroncini perché da buoni terroni il pandoro ci fa schifo e non finanziamo le dirette avversarie per la salvezza, Zamparini ha fatto il suo regalo a Biagio Conte, anche se per qualcuno oltre ai 50 mila euro poteva aggiungere anche i tre fuori squadra per le pulizie, e il capitano Sorrentino ha spiegato che se lo stadio è sempre vuoto non si fa il bene della squadra. Anche finanziariamente, aggiungiamo noi, visto che sono venuti fuori i numeri di bilancio del Palermo e ci pare chiaro che, in assenza di investimenti da parte del presidente, che ha più volte dichiarato di non avere più soldi in tal senso, il futuro del Palermo è fatto di lotta per la salvezza, cosa cui non eravamo abituati, e di rose piene di presunti talenti da rivendere a sangue di Papa per continuare a far funzionare il giocattolo.

La realtà dei numeri dice questo e le chiacchiere su quanto ci guadagna Zamparini ci sembra stiano a zero salvo che il compenso annuale da presidente non sia pari a diversi milioni di euro, cosa che non sappiamo ma di cui dubitiamo. Restiamo ovviamente in trepidante attesa dell’autorevole parere del professor Maresca sul punto per definire del tutto la nostra opinione.

Insomma, proprio quando stavamo per rilassarci preoccupandoci solo del cenone di Capodanno con tema messicano, ci hanno comunicato che oggi alle 18 arriva la Sampdoria. Ed è risalita la tensione. I blucerchiati (se non lo scrivevamo almeno una volta ci licenziavano) sono in crisi nera e aspettano il Palermo per rilanciarsi, esattamente come abbiamo fatto noi con il Frosinone. Noi non vogliamo fare la stessa fine. La squadra del presidente Ferrero, uno dal quale non compreremmo neanche una bottiglia d’acqua in pieno deserto, ha cambiato allenatore passando dal caos e dall’approssimazione della gestione Zenga alle geometrie perfette di Vincenzo Montella. Per assimilarle, però, dopo aver giocato tanti mesi con il 5-5-5 caro a Oronzo Canà, i giocatori pare stiano seguendo dei corsi di aggiornamento alla NASA e nel frattempo perdono partite e punti e sono usciti anche dalla coppa Italia consentendo anche a Mihajlovic di festeggiare il Natale. Speriamo che i corsi di formazione che seguono siano come quelli della Regione Sicilia: lunghi, costosi e senza senso.

Alla Samp manca il cannoniere Eder e questa è una buona notizia che fa il paio con la squalifica di Zukanovic. Montella potrebbe schierare, accanto al fortissimo Muriel, Cassano che sembra un giocatore ormai finito ma che a noi fa più paura della Befana perché è sempre un fuoriclasse e noi siamo inguaribili romantici per i quali il calcio è solo per i piedi buoni. In porta c’è Viviano, ex del Palermo mai troppo rimpianto, e soprattutto Barreto. L’ex capitano dei rosa è andato via perché allettato da una sontuosa offerta economica e noi pensiamo che abbia fatto bene perché i soldi ci piacciono.

È un giocatore che ha dato molto al Palermo e lo ricordiamo con affetto sperando che si risparmi contro la sua ex squadra. In ogni caso noi i doriani li abbiamo sempre sofferti, troppi brutti ricordi con loro: dal rigore inesistente fischiato a Grosso mentre eravamo in piena lotta Champions allo spareggio perso per il quarto posto fino al gol non dato a Morganella l’anno scorso con il pallone un metro e mezzo oltre la linea di porta. Insomma, la cabala non ci dice bene e non ci rasserena leggere che Ballardini non ha mai perso contro la Samp.

Per continuare la sua serie positiva il mister si affida alla stessa formazione schierata contro il Frosinone, anche se si vocifera di un possibile ballottaggio Djurdjevic-Gilardino. Una vittoria ci regalerebbe vacanze natalizie da sogno e uno stato di relax che non proviamo da troppo tempo. Noi preferiremmo giocare anche nel boxing day come si fa nei campionati seri e la sosta natalizia ci fa schifo perché entriamo subito in astinenza. Affrontarla con tre punti in più aiuterebbe. Adesso dobbiamo lasciarvi perché ci sono polemiche sul guacamole e sulle pollanche alla messicana e la notte di capodanno dobbiamo mangiare bene per evitare di bere troppo a stomaco vuoto. Anche se ovviamente, in caso di vittoria, ci aspettano delle festività rigorosamente alcol-free.


[ Immagine: Copyright © Tullio Puglia - Policy]

6 commenti

Lascia il tuo commento
  • 20 dicembre 2015 16:39

    C’era la proposta di dare Rigoni, Daprela’ e Maresca in prestito con diritto di riscatto a Biagio Conte, ma Zamparini pretendeva che fratello Biagio pagasse l’ingaggio e l’accordo non e’ stato trovato.
    Vero e’ che Zamparini non mette soldi dal 2006 ma e’ altrettanto vero che fino al 2011 i giocatori buoni li comprava. Poi se le plusvalenze servono a pagare Viviano 8 milioni per poi regalarlo alla Sampdoria e decine di brocchi sparsi per il mondo ai quali poi i ds di turno devono trovare squadra e pagamento stipendio, nonche, le provvigioni salate ai procuratori dei fuoruclasse venduti e non possiamo andare in concorrenza con l’Atalanta per Trotta di che parliamo? Che siamo piu’ forti del Frosinone?

  • 20 dicembre 2015 22:13

    Il problema è ovviamente l’autorevole parere del professor Maresca.

  • 20 dicembre 2015 22:44

    Beh, abbiamo perso. Prevedibile. Lo avevo scritto che non dovevamo esaltarci per il 4-1 sul frosinone, che mi era sembrata una squadra di mezza classifica da serie B. Ora o torna Iachini, o è serie B.

  • 21 dicembre 2015 00:33

    La squadra e’ forte, da Europa, il problema e’ l’arbitro. A che servono i rinforzi? D’altronde l’ha detto pure Ballardini che stiamo bene cosi’

  • 21 dicembre 2015 17:34

    Ma sicuramente , Don Totò. Del resto noi tifosi siamo limitati nel capirne di calcio e di sport in generale. Sicuramente ha ragione zamparini. Questi arbitri proprio!… Quest’anno ci avranno levato si e no…ad occhio e croce…una ventina di punti. Astura fussimo in zona champions!

  • 21 dicembre 2015 17:37

    Però con Iachini in panchina gli arbitri erano tutti a nostro favore! Non lo avete notato? Senza il loro aiuto a “quei” tempi saremmo si e no…ad occhio e croce…15 punti sotto la posizione attuale.

Lascia un commento