i fatti dopo il ragionamento

Caro amico ti scrivo

di

Capodanno | Blog diPalermo.it

Nessun capodanno in piazza, con nessuna rockstar, vale quanto insegnare ad un bambino “L’anno che verrà”. E cantarla insieme.

(Ettore Zanca su Facebook)

Lascia un commento