i fatti dopo il ragionamento

Nanà

di

Sciascia220 | Blog diPalermo.it

Il nostro Leonardo “Nanà” Sciascia un tempo diceva che quando dietro un omicidio la polizia ti raccontava del movente per questioni di corna come versione di prima battuta, allora era sicuro che si celava un crimine mafioso. Oggi, se in prima battuta si pensa che c’è la mafia di mezzo – non foss’altro per gli addentellati parentali delle vittime freddate, imparentate coi Bonta(d)e – poi ti dicono che si tratta di una lite dai condominiali connotati. Impareggiabile nemesi barocco tardo-rococò a Falsomiele.

#soloinsicilia

(Sergio Scandura)

Lascia un commento