i fatti dopo il ragionamento

Vedi Rocchi e poi muori

di

Vazquez 1 | Blog diPalermo.it

Vedi (il) Napoli e poi muori. Anzi: vedi Rocchi e poi muori. L’arbitro si inventa un rigore a favore del Napoli condannando il Palermo all’ennesima sconfitta casalinga. Il Napoli ha nettamente meritato dominando in lungo e in largo la partita e giocando a flipper per quasi 90 minuti. La squadra di Sarri è di un altro pianeta e lo ha dimostrato ma resta il fatto che, senza il regalo di Rocchi, il Napoli gol non ne avrebbe segnati, pur creando molte occasioni.

Dopo le scene da manicomio criminale a cui abbiamo assistito ad inizio settimana temevamo di trovare un Palermo ormai rassegnato. Invece ci siamo dovuti ricredere. Novellino non ha inventato nulla confermando buona parte della squadra di Iachini ma aggiungendo Quaison per cercare di dare un po’ più di sprint alla manovra offensiva. Il Palermo si è difeso molto meglio aggredendo comunque gli avversari e si è anche reso pericoloso creando una palla gol con Vazquez e tenendo viva la partita almeno fino a dieci minuti dalla fine.

Siamo arrivati allo stadio quasi per forza, sospinti solo dagli ansiolitici che ci somministrano ormai settimanalmente a causa delle pene calcistiche. Ne usciamo sconfitti ma, questa volta, a testa alta. Il Palermo ancora c’è e se poteva salvarsi con Iachini non vediamo perché non dovrebbe provarci anche con Novellino. Intanto manca una partita di meno alla fine e abbiamo comunque un punto in più sulla quartultima. Di questi tempi non è poco.

LE PAGELLE

Sorrentino – 7 all’inizio si accascia senza motivo e sembra dover rinunciare alla partita. Poi si riprende e salva la porta alla grande in almeno un paio di occasioni. Resuscitato.

Struna – 6 dal suo lato gioca Insigne e quando non c’è lui passa sempre gente che corre a cento all’ora. Non demerita picchiando come un fabbro e seguendo sempre l’azione con attenzione. Presente a se stesso.

Gonzalez – 6 al centro c’è Higuain che è il peggior incubo delle difese italiane. Gonzalez non si scompone e gioca con attenzione sempre. Ordinato.

Andelkovic – 5 l’arbitro il rigore se lo inventa. Ma lui non tiene mai le mani a posto neanche se rimproverato. E alla fine il conto lo paghiamo noi. Improvvido.

Pezzella – 6 sicuramente i mezzi ce li ha. Potrebbe diventare un gran bel giocatore. Ancora non lo è e spesso si vede. Studentello.

Hjliemark – 5 non gioca bene. Il tiki taka del Napoli lo stordisce e avrà bisogno di bere molto per riprendersi. Ieri sembrava addirittura avesse bevuto prima. Ubriaco.

Jajalo – 5,5 fa quel che può. Poco. Nel primo tempo si schiaccia molto sulla difesa e fa da argine bene. Quando c’è da impostare è una disgrazia. Grezzo.

Chochev – 6,5 Novellino gli deve avere attaccato un pitbull vicino al sedere durante la settimana. Sembra il fratello sveglio del giocatore visto finora. Copre, pressa e recupera palla. Il ritmo in fase offensiva è sempre da moviola ma ci accontentiamo. Diverso.

Quaison – 6,5 gioca molto bene in copertura aiutando anche Struna e con la palla al piede mette in difficoltà spesso gli avversari. Potrebbe essere l’arma in più del finale di campionato. Speranza.

Vazquez – 6,5 gioca pure da nove farlocco nel secondo tempo e prende più botte di un bambino in collegio. Ha sui piedi una palla buona per il pareggio ma Reina si dimostra un grande portiere e gli nega il gol. Instancabile.

Gilardino – 6 è spesso solo e non può fare molto. Lotta con grinta ed è lui a dare a Vazquez l’unica palla gol del Palermo. Costante.

Djurdjevic – 6 si batte bene soprattutto in copertura. Non ha mai palloni puliti per battere a rete quindi non possiamo sapere se li avrebbe sbagliati come sempre. Grintoso.

Novellino 6,5 la sensazione è che abbia un grande entusiasmo e voglia giocarsi l’occasione. Non snatura la squadra ma adegua il modulo a quello del Napoli abbassando Quaison in fase difensiva. Un po’ di “cazzimma” in più l’ha portata. Benvenuto.


[ Immagine: Copyright © Tullio Puglia - Policy]

5 commenti

Lascia il tuo commento
  • 14 marzo 2016 10:30

    Sorre non si è accasciato senza motivo, ma a causa di una fortuita craniata con il ginocchio di un nostro difensore.

  • 14 marzo 2016 13:33

    ma che partita avete visto??

  • 14 marzo 2016 14:45

    Struna 6? Abbiamo concentrato gli occhi sul rigore causato da Andelkovic, ma Rocchi a Sorrentino indica nr. 2 falli…e se quello di Andelkovic si poteva discutere, Struna ha dato conferma preoccupandosi di alzare e tirare la maglia a Higuain e non da dietro, che almeno poteva nascondersi, ma davanti e proprio di fronte all’arbitro. Maglia tirata è rigore.
    Andelkovic lo subisce il fallo. Rocchi cercava il pretesto.
    Invece non capisco perché cambiano gli allenatori (ben 6 volte) e in campo dobbiamo continuare a vedere da titolati Struna e Chochev.

  • 14 marzo 2016 23:37

    Io non l’ho proprio vista 🙂 . Squallore! 😀 non perdo più tempo a guardare il palermo nè ho più la passione di farlo.

  • 16 marzo 2016 17:34

    Struna 6 e Chocev 6,5? Io sono Napoleone

Lascia un commento