i fatti dopo il ragionamento

Quando un uomo fallisce

di

La storia della prostituta sedicenne, i genitori che non si accorgono del malessere di una figlia e un dovere che non può essere eluso. Perché dà il senso a una vita intera Prostituzione | Blog diPalermo.it

Ma se vostra figlia anni si prostituisce a sedici anni, voi ve ne accorgete o no? È una domanda, ammettiamolo, che impone una risposta. E che mi sono subito posto leggendo la terribile storia dell’adolescente palermitana che, spinta dal fidanzato, si concedeva a stimati professionisti.

È una domanda fondamentale, dicevo, perché fare il genitore non è un caso o un obbligo di legge. È una missione. Che va svolta quotidianamente, anche quando non ti va, anche quando sei oberato da problemi di tutti i generi o quando vorresti pensate un po’ a te stesso. Fare il genitore deve essere la cosa più importante della tua vita, se vuoi dargli veramente un senso.

Ed è per questo che la domanda trova subito la risposta. Un Genitore deve accorgersi che la figlia sta male, che soffre e arriva addirittura a vendere il suo corpo per soddisfare un telefonino o una borsa firmata. Ma soprattutto deve fare il genitore, che non vuol dire soltanto imporre e condannare, ma capire e aiutare. Dedicare tempo a spiegare e comprendere.

Prima di diventare padre mi dicevano che a un figlio è molto più semplice dire sì che dire no. Non esiste verità più profonda. Fare il genitore vuol dire donarsi ai propri figli e cercare di aiutarli ad individuare il male e a starne lontani. E non può esistere condanna più letale e definitiva per un genitore che quella di scoprire di avere fallito nel proprio compito di educatore, compagno e complice dei propri figli.


[ Immagine: foto simbolica di autore incerto, dal web - Policy]

1 commenti

Lascia il tuo commento
  • 21 marzo 2016 11:09

    Parole molto esatte….ma che schifo ste persone che pagano per andare con una minorenne.

Lascia un commento