i fatti dopo il ragionamento

Tristi, solitari y final

di

Zamparini Trump | Blog diPalermo.it

Stanchi, sfiduciati e pure senza troppe forze. Così ci ha lasciato il pareggio del Carpi a Milano contro un Milan capace solo di scimmiottare gli All Blacks all’inizio della partita ma con lo stesso piglio di una nidiata di pulcini durante i 90 minuti. Ci restano solo i miracoli che questa squadra non sembra proprio meritare ma ai quali noi non ci sentiamo di rinunciare prima della partita contro il Frosinone.

Una vittoria al Matusa di Frosinone (un nome che già ci deprime prima del fischio d’inizio) e un pareggio del Carpi in casa con l’ormai salvo Empoli (partita che si gioca lunedì sera con le squadre già a conoscenza del risultato delle concorrenti) ci permetterebbe comunque di sperare ancora per una domenica. Può sembrare poco ma per noi sarebbe fantastico.

Il Frosinone ha perso malamente contro il Chievo e avrà due squalificati. Della rosa del Frosinone non temiamo nessuno in particolare perché è una formazione modesta e non adeguata alla serie A. Ma il Frosinone come squadra ci fa tanta paura perché gioca con il coltello fra i denti e corre a perdifiato. Il pubblico proverà a dargli una mano a vincere una partita che anche per i ciociari (impossibile non utilizzare questo sinonimo in un pezzo di calcio) è l’ultimo treno per continuare a sognare.

Manca Struna per squalifica e questa è una grandissima notizia che ci dà entusiasmo. Dovrebbero rientrare Rispoli e Goldaniga e davanti al solito centrocampo di bradipi (Hjliemark, Jajalo e Chochev) dovrebbero giocare Brugman e Vazquez. Davanti sarebbe il momento di fare finalmente giocare Gilardino ma abbiamo capito che Ballardini decide sempre alla fine dopo aver ricevuto la telefonata di Zamparini e che quest’ultimo ha deciso che Gilardino non è adeguato per il calcio spumeggiante che ha in mente.

Si gioca pure alle 12.30 con il rischio di rovinare completante il pranzo domenicale. Noi ci siamo, come sempre. Il Palermo ci sarà? Il Carpi crollerà? L’Empoli giocherà? E soprattutto speriamo che l’americano che vuole comprare il Palermo non abbia il riporto di Donald Trump. Noi all’estetica ci teniamo.


[ Immagine: fotomontaggio originale di diPalermo - Policy]

Lascia un commento