i fatti dopo il ragionamento

E tu che tifoso sei?

di

Palermo Calcio Stadio Tifos | Blog diPalermo.it

La vittoria ha tanti padri. La sconfitta è sempre orfana. Fa sorridere l’ondata di entusiasmo dei presunti tifosi rosanero pronti a riempire il Barbera per la partita che, facendo un milione di scongiuri, consegnerà al Palermo una salvezza totalmente insperata, che solo un mese fa sembrava una follia.

Ma sono veri tifosi quelli che si riverseranno domenica allo stadio? Sono gli stessi pronti a vomitare addosso alla squadra ogni tipo di insulto e a tirare bombe carta contro la Lazio? Molti li chiamano “facciuoli”, con termine dispregiativo. Io credo che siano solo espressione di quella fanciullesca volontà di stare dalla parte di chi vince, come quando da piccoli si tifava per chi era sempre in testa alla classifica.

E, senza che nessuno se la prenda, non credo proprio che possano fregiarsi del titolo di tifosi. Il tifoso vero segue la squadra nel bene ma soprattutto nel male. Perché è quello il momento in cui il sostegno serve veramente. Il resto è solo inutile convenienza


[ Immagine: Copyright © Tullio Puglia - Policy]

5 commenti

Lascia il tuo commento
  • 12 maggio 2016 19:53

    finalmente uno che dice le cose come stanno

  • 12 maggio 2016 22:38

    Non concordo minimamente con l’articolo. Il problema non è stabilire se si sia faccioli o meno. Qua non c’entrano niente i faccioli. Semmai i veri faccioli sono tra i fedelissimi allo stadio, cioè quelli che ci vanno ogni domenica. Infatti sono proprio questi che a fine stagione esclamano “cornuto io se l’anno prossimo mi abbono”. Ed invece puntualmente si abbonano. O, sempre questi, che dicono ” stu curnutu i zamparini…” E poi lo giustificano se la squadra inanella 2 risultati di fila positivi e pronti a dargli ragione ed a trasformare la sua pazzia in genialità da un giorno all’altro ( giuro! Anni di esperienza mi portano a dire ciò…c’è da farsi i cianchi ad assistere a queste scene di questi tifosi 😀 ).
    I tifosi invece indicati nell’articolo non sono i faccioli, ma quelli che hanno bisogno di emozionarsi per andare allo stadio. Tra questi ci sono io (anche se domenica non ci vado). E’ questo il punto. L’emozione. Senza la prospettiva ad emozionarsi molti non sono indotti a sedere allo stadio. E vuoi dargli torto?

  • 13 maggio 2016 13:45

    Caro Roberto1, il tuo commento lascia intuire che tu sia uno “strisciato” e sinceramente la squadra di tifosi che la pensano come te nè fa a meno, visto che tu parli di emozioni vai al cinema o ad un concerto e non venire più allo stadio.. la propria squadra si segue sia nel male che nella cattiva sorte, sia se piove, se fa freddo, se c’è sole, se c’è vento, il 1° maggio (anziché andarmi a fare l’arrustuta) il 26 dicembre, questo è essere tifosi e non andare allo stadio per moda o perché sia “cool” come adesso.. statevi a casa.. domenica 1° maggio eravamo 7000 circa e non tutti gli abbonati quindi eppure il tifo e la passione era tanta ed all’unisono, che sembravamo 30000.
    Il tuo commento è proprio degno di un “non tifoso”.

  • 14 maggio 2016 06:38

    Nicolo’ concordo in pieno contro la sfacciataggine del 1′ commento…simul stabunt, simul cadent

  • 15 maggio 2016 23:24

    Signor Nicolò, tutti su questo sito possono testimoniare che nn sono strisciato. Io mi emoziono per un palermo di una società che è per il palermo e nn soltanto per i quattrini che questo procura. Io odio le strisciate più di quanto le odia lei, di questo ne sono quasi sicuro…

Lascia un commento