i fatti dopo il ragionamento

Dove inizia (e finisce) il Palermo

di

Stop Calcio | Blog diPalermo.it

Il Palermo resta in serie A. La mia timeline di Facebook è tutta concentrata su questo. E non mi stupiscono i tifosi. Quelli che ti fanno la cronaca minuto per minuto sulla bacheca, che piangono, esultano, insultano il presidente del Carpi e smadonnano contro l’arbitro, cornuto per definizione anche se “signorino” a cinquant’anni. Quelli malati, che prendono a parolacce l’amico d’infanzia solo perché osa tifare Juventus. Quelli che si fanno venire la gastrite per questi undici in campo, come per ogni amore che si rispetti.

Mi stupiscono invece quelli che fino a ieri manco sapevano se la maglia del Palermo è rosa o verde pisello, quelli che se nomini Sorrentino ti chiedono “e che film era?” e quelli che se dici Favorita pensano che hai deciso di arrotondare col mestiere più antico del mondo. Sono gli stessi che al 90’ si sentono in dovere di dire la loro su questa salvezza. Gli stessi che durante l’anno non hanno seguito manco un intervallo fra primo e secondo tempo, per i quali Ballardini o Iachini non fa differenza e che oggi scoprono il senso di appartenenza a una salvezza “che è della città”. La stessa città che quotidianamente schifano, deturpano, tradiscono. Quella Palermo che sta stretta eppure oggi trovano giusto celebrare.

Oggi siamo tutti tifosi. E sentiamo il dovere di esternarlo. Perché in fondo Palermo è un paesone (e so di che parlo), solo che finisce allo Zen.

3 commenti

Lascia il tuo commento
  • 17 maggio 2016 12:26

    Scusate, anzi scusi l’Autrice, che è ‘sta cosa? Non l’ho capita… Voglio dire, ‘sta mezza paginetta rancorosetta, a che serve? E’ una critica con chi va/non va allo stadio? Verso chi capisce/non capisce o importa qualcosa/importa nulla del Palermo Calcio?
    Boh… Se è una reprimenda contro chi salta sul carro del vincitore, ci sta, è stato sempre così, di alloro si cingono il capo sempre tutti, abbiamo vinto/hanno perso.
    E allora?

  • 17 maggio 2016 12:43

    @Merio. Tranquillo, non sta parlando di calcio, l’autrice, secondo me. Non sa peraltro che quest’anno era proprio verde ( quasi pisello ) la terza maglia ufficiale dei rosanero. O tempora, o mores.

  • 17 maggio 2016 15:22

    autobus autobus

Lascia un commento