i fatti dopo il ragionamento

L’anniversario del risveglio

di

Mafia Antimafia | Blog diPalermo.it

Oggi non è solo la Falconeide, un’inutile parata di persone, più o meno note, che fanno a gara per apparire nelle foto delle molteplici manifestazioni organizzate per ricordare la strage di Capaci. Oggi è il giorno in cui tanta gente si è finalmente risvegliata da un drammatico torpore e ha capito che nella vita non ci si può limitare a essere spettatori ma bisogna scendere in campo in prima persona, per fare capire dove sta il bene e dove sta il male e soprattutto per fare finalmente una scelta di campo, senza se e senza ma.

Perché la lotta alla mafia, come diceva Paolo Borsellino, non deve essere un peso per pochi ma un movimento culturale che coinvolge tutte le persone oneste. Che sono tante, molte più di quanto possiamo immaginare. E allora celebriamo così il 23 maggio, come l’anniversario di un risveglio, senza riprendere l’odiosa polemica dell’antimafia di facciata che sta cominciando a diventare un pericoloso alibi per quelli che vogliono continuare a dormire sonni tranquilli, e cercando di insegnare alle giovani generazioni che vivere senza la mafia conviene. A tutti.

Lascia un commento