i fatti dopo il ragionamento

Italia 1492 (quasi 1500)

di

La tragedia dei due treni in Puglia e un Paese che sogna il futuro ma resta ancorato a un passato imbarazzante. Vi dicono niente Mario e Saverio? Fonogramma | Blog diPalermo.it

Qualche ora prima che si verificasse il disastro ferroviario in Puglia una notizia arrivava, guarda caso, proprio da Bari. Nel capoluogo pugliese è entrato da poco in funzione un sistema tecnologico di ultima generazione, un telelaser, in grado di rilevare non solo l’eccesso di velocità ma anche altre pericolose infrazioni come la guida senza cintura di sicurezza o l’utilizzo del cellulare al volante.

Il tutto, pensate un po’, a 1200 metri di distanza. A poco più di un chilometro, insomma, un vigile urbano può immortalarvi mentre parlate al cellulare. Altro che telefonate interrotte gettando lo smartphone tra le gambe, “scusa, c’era la polizia…”.

Leggi una notizia del genere e ti vedi proiettato nel futuro. La sicurezza degli automobilisti garantita da sistemi sofisticatissimi. Tu non lo sai, ma la legge ti osserva. E ti viene in mente il 2054 di Minority Report. Qualche ora dopo arrivava la terribile notizia dello schianto tra i due treni sul binario unico tra Andria e Corato.

Quello del binario unico non è il solo particolare inquietante di questa assurda tragedia. Alla luce ne verranno di peggiori. Per esempio, si apprenderà che la sicurezza su quella tratta era ancora affidata ai fonogrammi. I fonogrammi, ma ci pensate? Una strumentazione in uso quasi cinquant’anni fa, pulsanti colorati e una vecchia stampante. E in mente ti viene il 1492 (quasi 1500) di Non ci resta che piangere e il treno (su binario unico) di Leonardo da Vinci appena inventato grazie ai suggerimenti di Mario e Saverio.

E allora pensi che c’è un Paese che punta sulla cultura scientifica e tecnologica, che coltiva l’idea di progresso attraverso le nuove tecnologie, con nuove opportunità e nuovi posti di lavoro, ma che poi vede i meccanismi dell’innovazione ingolfati tra le sue enormi contraddizioni.

2 commenti

Lascia il tuo commento
  • 13 luglio 2016 09:22

    C’è Italia e Italia. C’è quella dell’alta velocità e della finanza, della moda e del respiro europeo. Poi c’è la nostra, abbandonata, del binario unico e dei fonogrammi. Qualcosa non funziona, da 150 anni a venire

  • 13 luglio 2016 12:12

    La tecnologia la usano solo x fottere il cittadino e fare cassa… E trasformare il fonografo in qualcosa di più moderno e sicuro è solo un costo che non fa fare cassa.

Lascia un commento