i fatti dopo il ragionamento

È uno di quei giorni che…

di

La fotografia di un tramonto e la fottuta malinconia che, almeno per una volta, non mi avrà. Perché sto bene. E ho voglia di dirvelo. Malgrado quella nuvola lì a sinistra Tramonto | Blog diPalermo.it

Ieri è successa una cosa strana. Forse bella, forse no. A un certo punto del pomeriggio mi sono trovata per caso davanti a un tramonto rosso. Era da levare il fiato, di quelli che ti devi fermare a fotografarlo anche se di solito fotografie al tramonto non ne fai. Il sole era enorme e appoggiato sull’orizzonte e scendeva piano giù nel mare, mentre il cielo aveva tutte le tinte del rosso e le case intorno erano pure rosse e la strada, le piante e le persone che passavano erano rosse anche loro. C’era pure una nuvola a sinistra, rossiccia. Ma era bellina perché era piccola e fuori campo. Insomma non disturbava.

Io, se scatto una foto, raramente è per conservarla. E anche ieri l’ho scattata per pubblicarla e fare chiudere la giornata in bellezza a quelli che l’avrebbero vista. Ore dopo mi sono accorta che anche altre due o tre persone avevano condiviso una foto dello stesso tramonto. C’era pure la nuvola bellina, sempre a sinistra.

Mi sono chiesta se non fosse strano essere lì tutti e quattro, soli come degli stronzi, a fotografare la stessa cosa. Ho pensato “che tristezza essere tutti qui senza dircelo, a fare i malinconici”. E mi sono chiesta se qualcuno di noi non avrebbe voluto essere che so, con l’amore impossibile, con l’ex, con l’amico partito militare o con la mamma e mi sono detta che se lo avessi saputo, che gli altri erano lì a fare i malinconici, forse ci sarei andata per sollevargli il morale.

Allora ho pensato che non è detto che chi si guarda un tramonto deve essere malinconico ma che forse dovremmo essere più espliciti quando pubblichiamo le foto dei tramonti, tipo scrivere tra parentesi che stiamo bene. Così la gente non si immagina che sei lì, solo con la nuvola a sinistra, a pigliarti di malinconia.

3 commenti

Lascia il tuo commento
  • 12 agosto 2016 09:12

    cose che capitano quando si vive tutti sullo stesso pianeta…

  • 12 agosto 2016 11:01

    Giorgio Gaber, l’illogica allegria.

  • 12 agosto 2016 12:17

    bello.

Lascia un commento