i fatti dopo il ragionamento

Palermo, mancò la fortuna

di

Palermo Calcio Stadio Tifos | Blog diPalermo.it

Il Palermo a El Alamein: mancò la fortuna, non il valore. Vero, il Palermo è incompleto: discreto in difesa, in affanno a centrocampo e evanescente in attacco. Nel primo tempo il possesso palla sarà stato almeno del 99% a favore Sassuolo e non l’abbiamo vista neanche quando abbiamo chiesto un pallone ai raccattapalle. Eppure, nonostante tutto, il Sassuolo, squadra più forte tecnicamente e molto più avanti fisicamente, ha avuto bisogno di un mezzo rigore per segnare, oltretutto su una mischia in cui, almeno dal vivo, sembrava in fuorigioco pure la madre del tridente neroverde.

Nel secondo tempo quelli del Sassuolo hanno chiesto le bombole d’ossigeno e il Palermo ci ha provato. Un pizzico di fortuna in più e il pari non lo avremmo rubato. L’impegno e l’applicazione ci sono, mancano almeno un  paio di giocatori di livello. L’attaccante serve per fare gol, ma anche per fare giocare meglio la squadra. Se qualcuno lo ricordasse a Zamparini gliene saremmo grati. Adesso sotto con Inter e Napoli. Il calendario fa paura e abbiamo cominciato male. Ma finché c’è vita c’è speranza e noi ci arrendiamo solo alla fine. Ora vi lasciamo, per superare le prime tre giornate cominciamo a bere da stasera.

LE PAGELLE

Posavec – 7 tra i pali appare sicuro e in almeno un paio di occasioni salva porta e risultato. Capitola solo su rigore ed è il più incolpevole della serata. Innocente.

Rispoli – 7 corre, suda e sbraita con i compagni. Abbiamo visto volare un pezzo di polmone al 90′ e pare se lo sia riattaccato con lo sparatrap nello spogliatoio. Gladiatore.

Cionek – 5,5 alterna buoni interventi ad amnesie da reparto psichiatrico. Bipolare.

Vitiello – 5 fisicamente pare proprio uno riformato alla leva militare. L’impegno non si discute ma tenerlo come centrale nella linea a tre ci pare un azzardo eccessivo. Mingherlino.

Rajkovic – 5 mezzo punto in meno per l’espulsione. L’arbitro poteva sorvolare e sicuramente la stanchezza non l’ha aiutato. Procura anche il rigore. Malajurnata.

Alesaami – 7 in fase difensiva a volte resta a guardare affascinato i movimenti degli avversari e si dimentica di giocare. In fase offensiva però è un portento. Dribbla gli avversari con facilità e mette in area palloni tutti pericolosi. Quando Quiason gioca sulla sua fascia fanno ammattire gli avversari. Carioca.

Hjliemark – 6 corre e prova a ragionare. Ci riesce solo a sprazzi però contro il centrocampo del Sassuolo, sempre in superiorità numerica, almeno prova a non sbandare. Applicato.

Gazzi – 6 forse nella sua vita non ha mai toccato il pallone se non di piatto. È il prototipo del mediano senza alcuna velleità tecnica. Quando ci rendiamo conto che il gioco del Palermo passa da lui capiamo che non è serata. Impegno, grinta, fiato e corsa non si discutono. Guerriero.

Quaison – 5,5 nel primo tempo paga la posizione. È chiaramente adatto a fare la prima punta come noi due le ballerine di fila. Sulla fascia nel secondo tempo è tra i più pericolosi. Disorientato.

Bentivegna – 7,5 tra i migliori. Salta gli avversari con regolarità ed è un piacere vederlo giocare. Peccato che finisca con il giocare sempre nella nostra metà campo. Così serve a poco. Ad ogni contrasto pare debba rompersi e non può giocare mai spalle alla porta. Funambolo.

Balogh – 4 di testa non ne becca una. Non tiene un pallone neanche se lo pagate ed è più lento di un novantenne in coda alla posta. Non se ne capisce l’utilità, il ruolo e neanche la vocazione. Longammatula

Nestorovski – 5,5 a noi sembra più una seconda punta da affiancare ad uno spilungone. In area sembra muoversi bene ma non può giocare spalle alla porta neanche se glielo chiede miss universo promettendogli in cambio una notte da sogno. Ballerino.

Ballardini – 6 l’organizzazione e lo spirito ci sono. Gli mancano i giocatori e non ci pare colpa sua. Forse nel primo tempo un centrocampista in più avrebbe aiutato a non subire troppo il Sassuolo e Quaison prima punta è un’invenzione che merita una pernacchia. Forza e coraggio.

2 commenti

Lascia il tuo commento
  • 22 agosto 2016 09:13

    Volevo andare allo stadio….sono andato al mare….SPARAGNAVU PICCIULI E ABBILI !

  • 22 agosto 2016 13:50

    Balogh? Nkn capite niente, è più forte di Cavani e Pastore messi assieme. 5 milioni di euro è stato pagato, Rigoni invece venduto per 500 mila. Non mi spiego come mai Rigoni segna e lui neanche tira. 5 milioni!!! Nestorosky più che seconda lo metterei a decima punta. Lui cannkniere del campiknato croato. Peccato che io qhando giocavo nkn avevo un procuratore slavo. Edo stato capocannoniere del campionato intercondomjniale del mio quartiere. 50 gol in 20 partite. Forse mi sarei dovuto chiamare Dontotosky.

Lascia un commento