i fatti dopo il ragionamento

Il Guardiola che non ti aspetti!

di

Palermo Calcio Stadio Tifos | Blog diPalermo.it

Gioia! Estasi! Tripudio! Champagne! È arrivata la prima vittoria! A noi il Palermo di De Zerbi era piaciuto subito, pure nel primo tempo contro il Napoli. E lo vedevamo, pure nei visi tristi e scavati dei nemici della contentezza, che qualcosa era cambiato. Abbiamo giocato benissimo contro il Crotone. E ci avete detto che il Crotone era scarso e dovevamo aspettare l’Atalanta.

È arrivata l’Atalanta, e pure i primi tre punti. Il Palermo ha giocato bene nei primi 15 minuti prendendo anche un palo clamoroso. Poi si è spento ed è venuta fuori l’Atalanta. Abbiamo sofferto sul divano evitando gli ansiolitici perché eravamo senza prescrizione del medico. Però il Palermo ha tenuto botta e nel secondo tempo, complice qualche cambio che ha fatto rifiatare una squadra con uomini prossimi al collasso, l’Atalanta non è riuscita a spaventarci più di tanto.

Dal divano siamo passati alla poltrona e quindi alla sedia perché abbiamo capito che il Palermo prendeva coraggio. Quando Goldaniga ha sbagliato un gol fatto ci è sembrata la classica serata storta ma poi è arrivato lui, il bomber che non ti aspetti. Nestorosvki ha rubato il tempo a quel bancario mancato di Masiello e ha messo in rete con una girata al volo un corner che De Zerbi aveva deciso pure come fare tirare. La partita finiva qui, con il palermo sotto la curva a festeggiare e noi a stappare le bottigliette di Pinot di Pinot che teniamo in fresco per le vittorie in trasferta. Ci riposiamo solo un po’. Sabato c’è la Juve e non ci possiamo distrarre. La rincorsa scudetto è solo iniziata! Forza Palermo!

LE PAGELLE

Posavec – 7 tra i pali è perfetto e con i piedi ormai è un professore. Fa circa trenta lanci sulla sinistra per uno schema che non riesce mai. Perseverante.

Cionek – 6 tiene abbastanza bene Gomez anche se ha un altro passo. I piedi sono buoni ma in fase di possesso a volte si distrae. Però in questa squadra può essere protagonista. Saranno famosi.

Andelkovic – 5 fare il “giro palla” con lui in campo significa tentare la roulette russa con il caricatore pieno. Fa un errore clamoroso che consente a D’alessandro di battere quasi a botta sicura. Riposati.

Goldaniga – 7 se avesse segnato gli avremmo dato pure 10. L’errore sul colpo di testa è clamoroso ma siamo convinti sia colpa del troppo gel tra i capelli. Tagliateli a zero!

Alesaami – 7 ci vuole un pallone solo per lui e a volte si marca pure da solo però quando parte con la palla al piede è quasi inarrestabile. Brasiliano.

Rispoli – 6,5 meno lucido del solito ma sempre generoso. Prende un palo nel primo tempo colpendo la palla quasi per combinazione. Sfortunato.

Bruno Enrique – 6 libera Diamanti con un lancio di venti metri sull’azione del palo. Accoppia quantità e qualità ma in alcuni momenti sembra un po’ assentarsi. Giustificato.

Chochev – 6 la grinta è quella di un bradipo sotto effetto sedativi però l’impegno non manca. Alterna qualche buona giocata a svarioni da antologia. Sveglia.

Hjliemark – 6 gioca quasi tutta la partita in un ruolo inedito più avanzato. Non brilla particolarmente ma non demerita e soprattutto non tira mai indietro la gamba. Costante.

Diamanti – 6,5 ci esalta nel momento della rissa scatenando una reazione a catena che sembra dover portare ad una scazzottata da saloon. Con la palla al piede tenta sempre la giocata e corre senza mai risparmiarsi. Ci piace assai!

Nestorosvki – 8 gioca un match da bomber vero. I compagni non gli regalano un pallone giocabile e lui combatte come un leone senza mai abbattersi. Ha sempre lo stop a inseguire ma dentro l’area si fa rispettare e segna un gol da grande attaccante. Bomberissimo.

Jajalo – 6 entra per dare sostanza e ci riesce. Miracolo.

De Zerbi – 10 in soli dieci giorni regala un gioco, un’identità e personalità ad una squadra che in molti davano già per spacciata. Contrariamente ad altri non piange chiedendo giocatori e cerca di cavare il sangue dalle rape a disposizione. Noi già lo amiamo. Guardiola delle due Sicilie!

1 commenti

Lascia il tuo commento
  • 22 settembre 2016 09:47

    Il commento su posacevic è da oscar………

Lascia un commento