i fatti dopo il ragionamento

Quel rovinafamiglie di Goldaniga

di

Uno sciagurato autogol regala alla Juve i tre punti contro un Palermo orgoglioso e ben messo in campo. Che per una sera, malgrado la sconfitta, ci ha riempiti d'orgoglio Palermo Sconfitta 1 | Blog diPalermo.it

La Juve ha rubato. Questa volta solo di culo e non di terna arbitrale. Ma poco cambia per gli eroici supporter rosanero in netta minoranza in uno stadio tutto bianconero. Il Palermo di De Zerbi si difende con intelligenza nel primo tempo e la Juve vede la porta di rado, quando si avvicina a battere qualche calcio d’angolo, e Posavec si disimpegna bene in un paio di occasioni pericolose. Il secondo tempo sembra avviato sullo stesso motivo ma all’improvviso l’incoscienza. Dani Alves non sa a chi dare la palla e butta in area un mezzo tiro e mezzo cross, lento, sporco e con qualche malattia infettiva. Goldaniga, che fino a quel momento era stato tra i migliori, decide di rovinare la serata ai vostri poveri cronisti e alza una gamba come un cane che fa la pipì deviando dentro la rete il tiro.

Il Palermo diventa padrone del campo per provare a pareggiare, con ordine, senza strafare. La Juve potrebbe raddoppiare ma Mandzukic spara su Posavec in uscita il pallone. Il Palermo ci prova e su un cross del solito Alesaami manca di un centimetro la palla Nestorosvski. La Juve ha vinto con un colpo di culo. Il Palermo ha giocato meglio e ci ha riempiti d’orgoglio. Magari non serve per fare punti ma almeno stanotte dormiremo più sereni e terremo chiuso l’armadietto delle medicine.

LE PAGELLE

Posavec – 8 ogni volta che la Juve inquadra la porta lui c’è. Su Mandzukic è comunque strepitoso, al netto dell’errore dell’avanti bianconero. Sicurezza.

Cionek – 6,5 gioca la palla con calma olimpica e non getta mai un pallone. Più brasiliano che polacco.

Gonzalez – 7 Higuain non la vede praticamente mai ed il merito è anche del ritrovato difensore rosanero. Non sappiamo se vuole ancora andare via, a noi basta che continui così fin quando scende in campo. Resta cu mme.

Goldaniga – 2 era tra i migliori in campo. Poi decide di rovinare la nostra serata. Avrà mille attenuanti e noi siamo pure disposti a perdonarlo. Domani però, almeno stasera lasciateci sfogare. Rovinafamiglie.

Rispoli – 7 gli si sono aggiustati pure i piedi. Miracolo.

Alesaami – 7 è sempre tra i più pericolosi e quando ha la palla al piede speri sempre che possa succedere qualcosa. Con l’ingresso di Cuadrado pensavamo potesse soffrire di più invece è il colombiano che passa qualche brutto quarto d’ora. Pimpante.

Gazzi – 7 che bel giocatore! Gioca mille palloni in mezzo al mare tempestoso del centrocampo pieno di armadi a muro bianconeri. Sostanza.

Jajalo – 6 pare quasi un giocatore. Quasi.

Chochev – 6 non demerita. Ed è già tanto. Presente.

Diamanti – 6,5 tenta un paio di assist alla Totti ma gli manca Dzeko come compagno. Fa la guerra con gli avversari e trascina sempre i compagni. Non incide più di tanto ma almeno ci prova sempre. Condottiero.

Balogh – 6 forse a De Zerbi serviva uno che tenesse la palla e la facesse girare di più lontano dall’area. Con i piedi non è male per niente e chissà che Zamparini non abbia ragione anche su questo giocatore. Pare vero.

De Zerbi – 7 cambia gli interpreti riuscendo anche a fare turn over. Fa le nozze con i fichi secchi e perde una partita preparata benissimo solo per una disgrazia. Dà lezioni di calcio ad Allegri e ci fa sperare in un futuro sempre più rosa. Professore.


[ Immagine: foto di archivio, © Tullio Puglia - Policy]

4 commenti

Lascia il tuo commento
  • 25 settembre 2016 10:55

    Mi spavento a fare i complimenti a de zerbi! Ho paura che Zamparini a gennaio lo vende!

  • 25 settembre 2016 12:31

    La Juve ha vinto con un colpo di culo?

  • 26 settembre 2016 11:05

    De Zerbi..giù il cappello. Soprattuto considerando il livello degli interpreti.

  • 27 settembre 2016 06:23

    Prima partita in trasferta persa per colpa del rovina famiglie peggiore La Grotteria

Lascia un commento