i fatti dopo il ragionamento

Ma voi lo conoscete Mr. Bob Dylan?

di

L'ironia sul Nobel all'artista che ha raccontato l'America e il mondo come nessuno ha saputo fare. Segnando la mia vita e forse, se andate a studiarvi la sua monumentale discografia, un po' anche le vostre 455304322 | Blog diPalermo.it

Ok ragazzi va bene scherzare, va bene la battuta sul Nobel a Bob Dylan, va bene tutto. Ma vi supplico, andate a leggervi qualche testo con traduzione a fronte preso a caso dalla sua monumentale discografia.

No, perché il “menestrello” di Duluth ha pubblicato più di una cinquantina tra album live e in studio. Scegliete un qualunque brano, magari non tra i soliti e triti “Hurricane”, “Like a Rolling Stone” e “Blowin’ in the Wind”, e questo basterà ad aprirvi le porte sulla grandezza della poetica di questo artista, che racconta l’America e i suoi tumulti, i travagli amorosi giovanili ed i drammi della “mid class” come nessun altro ha saputo fare, e che ancora oggi continua a essere fonte di ispirazione mostruosa per mezzo panorama musicale mondiale, non solo cantautorale e rock.

Dylan dovrebbe essere studiato nelle scuole! Senza Dylan non sarebbero esistiti tantissimi dei miei riferimenti musicali (David Bowie in primis), nonché i tre quarti dei cantautori italiani che tutti amiamo (De Andrè, De Gregori). Insomma sono pronto a scherzare su tutto, dalla politica al calcio, ma non su una parte della mia vita in musica (poche cose in casa Patti suscitano pulsioni di feticistica gelosia come l’intera collezione di cd e vinili di Dylan).

Già basta mia moglie, che lo detesta e mi costringe ad ascoltarlo in cuffia, perché quando canta “ha la voce di una papera”, dice lei. E per dirla come la persona che mi ha spinto a scrivere questi pensieri, “io credo che se noi siamo quello che siamo è anche per via delle cose con cui siamo cresciuti”.

3 commenti

Lascia il tuo commento
  • 14 ottobre 2016 12:25

    Caro Enrico, anche io sono un grande fan di Dylan da 30 anni e nel mondo della musica c’è un prima e un dopo di lui.
    Ma la letteratura è un’altra cosa, a Stoccolma da almeno 15 anni si inventano di tutto pur di non dare il Nobel a Phlip Roth e Don De Lillo.

  • 14 ottobre 2016 13:56

    E’ un complotto?

  • 14 ottobre 2016 23:56

    Proprio ieri ho scritto : e da oggi Dylan nelle antologie di Letteratura in tutte le scuole

Lascia un commento