i fatti dopo il ragionamento

Questo traffico di anime

di

La surreale petizione di un gruppo di preti contro la Ztl. In nome del disagio umano e sociale degli abitanti del centro storico. Perché a tutto c'è un limite. Tranne che per il senso del ridicolo Ztl Preti | Blog diPalermo.it

Io che pensavo che i preti dovessero occuparsi di anime. Che li immagino al servizio dei poveri, a parlare di dogmi e di teologia, di Vangelo e di Resurrezione. Che li immagino a usare il 5 per mille per aiutare chi non sa come sfamare i propri figli. E invece a Palermo un gruppo di preti scende in campo contro la Ztl, entra a gamba tesa su temi amministrativi e provvedimenti. Da quando si occupano di traffico?

“Non possiamo tacere e ci facciamo portavoce del disagio umano e sociale degli abitanti del nostro centro storico”, dicono i parroci che vogliono, per loro ammissione, dare voce ai poveri, a chi non può lavorare, a chi non può campare la famiglia. Ma è contestando un provvedimento che la Chiesa può aiutare le fasce più deboli? Un provvedimento che, senza entrare nel merito, poco c’entra con la disperazione di chi non sa come pagare l’affitto o non riesce a portare un pasto a tavola. È la Ztl che cambia la vita a queste persone che forse una macchina non ce l’hanno nemmeno?

O quella dei preti è un’ingerenza che stona soprattutto quando i religiosi entrano nel merito? Come quando dicono: “Chiediamo la sospensione del progetto fino a quando non sarà applicato quanto previsto dal piano generale del traffico urbano. Riteniamo opportuno che vengano istituiti tavoli di concertazione dandosi dei tempi certi per riavviare il progetto”. Il piano urbano traffico, i tavoli di concertazione, i progetti: un linguaggio burocratese, uso e abuso di burocrati e politici. Ma non consono a chi dovrebbe invece parlare di amore e solidarietà e riempire queste parole di significato.


[ Immagine: fotomontaggio originale di diPalermo - Policy]

1 commenti

Lascia il tuo commento
  • 05 novembre 2016 13:58

    ..dieci giorni di applausi all’autrice di questo articolo..

    ..e aggiungo: ma dove sono i preti di questi quartieri così afflitti dala ztl quando invece ci sono (o meglio ci sarebbero) da difendere i commercianti dalle vessazioni (quelle vere) e dalle estorsioni dei mafiosi?

    Ah no..eh no! Li si che rischerebbero di fare la fine dei ‘veri’ preti, mosche bianche come Padre PuglIsi. .

    ..pagliacci..questi preti (il minuscolo è voluto )..

Lascia un commento