i fatti dopo il ragionamento

L’effetto Baccaglini

di

Palermo Calcio Stadio Tifos | Blog diPalermo.it

Sconfitta ci aspettavamo e sconfitta è stata. Certo con il nuovo presidente è tornato l’entusiasmo, i tifosi sono di nuovo in curva con tricche tracche e bombardoni, le wags sfilano in tribuna. Tutto vero ma noi fondamentalmente speriamo che Baccaglini i piccioli li abbia veramente. Così magari li investe pure lui per pagare bene qualche arbitro e compensiamo la scarsezza dei giocatori. Costa meno e rende di più. Per il resto buio pesto.

LE PAGELLE.

Fulignati – 4 sembrava meglio di Posavec. Ma non ci voleva molto. Sbaglia l’uscita su Dzeko e ci ammazza la serata. Poi fa anche peggio sul terzo gol e riesce anche a farci venire il dubbio che Posavec sia migliore. L’olio fituso o la padella spunnata?

Morganella – 4,5 impreciso come sempre e sul gol viene uccellato come neanche al Malvagno. In più appare anche meno grintoso del solito e non sfoggia neanche capigliature particolari e quindi non è degno di nota. Torna in letargo.

Cionek – 5 ogni volta che la Roma attacca ci dà l’impressione di pensare più alla fidanzata del presidente che a marcare l’uomo. Innamorato.

Andelkovic – 5,5 il migliore della difesa. E già questo ci sembra abbastanza grave. Ordinario.

Alesaami – 6 il ricovero coatto in terapia intensiva ha dato i suoi frutti. Torna a correre come ad inizio stagione. Nessun farmaco lo aiuta però a difendere: bentornato.

Chochev – 4 abbiamo chiesto ad un vaticanista di verificare se la sua presenza costante in campo possa essere considerata alla stregua di un mistero. Nessuna risposta perché dicono sia ben ammanigliato in quelle zone. Miracolato.

Gazzi – 6 rischia la vita in un paio di contrasti con quell’autotreno di Nainggolaan. Esce illeso e gioca una partita di sostanza. Prognosi riservata.

Bruno Henrique – 5 gioca una partita ordinaria. Passa solo rasoterra. Tira piano. Non gli abbiamo mai visto fare una cosa da brasiliano. Provaci ancora Sam.

Embalo – 5 ci siamo lamentati che non lo facevano giocare a sinistra. Appena lo hanno spostato ha fatto più schifo che a destra. Accentrati.

Sallai – 5,5 la migliore partita in rosanero. Da qui alla fine della stagione potrebbe anche fare un tiro in porta decente. Adagio.

Nestorosvki – 6 è uno dei pochi che non si arrende mai e aveva pure segnato. Per tutti tranne che per il segnalino, mezz’ora dopo per di più. Lo vorremmo sempre capitano perché dà tutto ed anche di più. Rischia la depressione per i pochi palloni giocabili che riceve. Tignoso.

Diamanti – 6 chiaramente non ha i 90 minuti ma con lui in campo il Palermo ha rischiato seriamente di pareggiare. Risparmiatelo ma fatecelo vedere. Mezzo servizio.

Lopez 5,5 fa sempre qualche cambio che ci convince poco. Ma di certo non incide più di tanto sulla sconfitta. Bellimbusto.

3 commenti

Lascia il tuo commento
  • 13 marzo 2017 16:41

    Leggevo le pagelle e mi è venuto in mente Lopez che parla sempre di gol subiti per errore. Ha ragione. Però qualcuno gli spieghi che i bravi giocatori si distinguono da quelli scarsi perchè non fanno errori o ne fanno pochi. Ora dico una cosa: è impietoso e ingiusto giudicare i calciatori del Palermo e mettere loro brutti voti in pagella. E’ come se un tema di un alunno di quinta elementare viene valutato da un professore del quinto liceo. Insomma, se questi qui giocavano in serie C non avrebbero preso voti migliori?

  • 13 marzo 2017 16:46

    Non condivido il desiderio di continuare a vedere Diamanti in campo … dopo dieci minuti (forse anche 7!) non ce la fa più e crea confusione posizionandosi in uno strano limbo tra il centrocampo e la trequarti … meglio chiunque altro che magari pur non avendo un curriculum così onorevole sia in grado almeno di correre ed amalgamarsi con l gioco della squadra (… che poi tanto complicato non è … dato che si procede al trotto per 90 minuti).
    Comunque sia: Forza Palermo … in un anno così strano nulla è impossibile

  • 14 marzo 2017 17:11

    Insomma, meglio chiunque altro è una parolona, visti i risultati che hanno portato gli altri compagni di (s)ventura

Lascia un commento