i fatti dopo il ragionamento

La giornata delle giornate mondiali

di

Calendario Attività | Blog diPalermo.it

Ogni mattina l’utente medio di facebook si alza e sa che dovrà correre più veloce dell’istituzione della giornata mondiale di qualcosa. Ogni mattina l’utente facebook sa che dovrà impegnarsi a modo suo per dimostrare che ha celebrato, commemorato, gustato, la giornata mondiale.

Tralasciando la giornata mondiale del sesso orale che merita, a parer mio, un pezzo a parte (vorrei proprio sapere chi ha usato questa celebrazione con il successo sperato) esiste una giornata mondiale per tutto, a volte più giornate nella stessa giornata e non sai come dividerti prima perché un leone da tastiera (ogni contatto facebook ne ha almeno uno e non lo puoi cancellare perché anche se non leggerai più i suoi post te li verranno a riferire) sarà lì sul pezzo a ricordarti che solo due giorni prima avevi scritto #calamarofrittotuttalavita e oggi sei solidale con i pescatori dell’oceano che si alzano alle quattro del mattino, ignari del fatto che tu ci metti meno di un minuto a finire un chilo di anelli in pastella senza avere il minimo rispetto per chi si fa il culo, tutto questo quando hai appena postato le foto della sera prima al ristorante argentino mentre sceglievi la bistecca, oggi, sì proprio oggi, che si celebra la giornata mondiale della braciola di tofu in netto contrasto con la giornata della paranza. Insomma, un casino.

Normalmente esistono 365 giorni all’anno, se dedichiamo un giorno solo all’anno al padre surrogato, alla ribollita, alla felicità, ai morti ammazzati di giorni dispari, ai rutti col silenziatore smettendo di pensarci il giorno dopo e peraltro senza conoscere l’esito della giornata mondiale di turno, cosa ce ne stiamo facendo?

Esistevano tutte queste giornate mondiali prima di facebook? Sono nate prima le giornate mondiali o Mark Z. in persona? Possiamo essere certificati come partecipanti alla giornata mondiale di turno? Al momento del pensionamento ci sarà qualche beneficio? possiamo candidare una giornata?, tipo io che mi ricordo il giorno della mia prima mestruazione.

In questo momento credo di poter essere nelle condizioni di candidare la giornata mondiale della giornata mondiale, ma sono già le quattro passate e siamo nel pieno di una giornata mondiale. E io non ce la posso fare.

2 commenti

Lascia il tuo commento
  • 26 marzo 2017 11:23

    Finalmente un pezzo spiritoso e gradevole su questo blog che trovo sempre più intriso di articoli un pò “stiracchiati” con frequenti incursioni nel campo del benaltrismo. Non sono un utente Facebook (e me ne vanto), ma la settimana scorsa ascoltando il Giornale Radio in automobile ho appreso che Lunedì era la “giornata mondiale della felicità” che se uno è triste per gli altri 364 giorni dell’anno è giusto che s’adegui. E poi mercoledì s’è celebrata la “giornata mondiale dell’acqua” e mi sono chiesto come l’abbiano celebrata gli abitanti del pianeta che sopravvivono con meno di cinque litri al giorno, ossia l’equivalente del consumo di una tiratina di catenella dello sciacquone, evento che alla mia età comincia a ricorrere di notte. E poi ricordo il famoso “fertility day” del Governo Renzi con tutte le coppie che “si davano da fare” per celebrarlo degnamente fregandosene, ma solo per quel giorno, della disoccupazione, del precariato o della sottoccupazione, del mutuo rifiutato dalla banca per mettere su casa e di noi anziani incollati fino alla morte alla sedia di lavoro e in attesa della stangata per l’anticipo pensionistico volontario, che tanto quando ce ne andremo il blocco del turn-over impedirà lo stesso il ricambio.
    .
    Ho solo una proposta, se avanza un solo giorno: la giornata mondiale dell’intelligenza. Loredana, che non conosco, ha titolo per celebrarla. Complimenti ancora

  • 26 marzo 2017 16:25

    Caro Vitogol, amico mio, Loredana è veramente intelligente, e ci prende spesso. (E’ amica mia!) Però tu su facebook mi piaceresti assai!

Lascia un commento